Soft Machine Porretta Prog Festival

Soft Machine a Porretta Prog Festival

Testo di Francesca Cecconi Foto di Alessandro Rella Dal 4 al 6 agosto 2019 a Porretta (Bo) si è svolta la prima edizione del Porretta Prog Festival: apertura con i Soft Machine, ed è stato subito tutto esaurito. Porretta città della musica. Incastonata nell’Appennino a cavallo tra Pistoia e Bologna, questa cittadina ospita ogni estate molti eventi musicali, tra cui spicca sicuramente il Soul Festival. Non è sorprendente dunque la scelta, la sfida, la scommessa, di dare il via anche a un nuovo festival sempre con nomi di spicco internazionale, il festival dedicato alla musica progressive. Un genere nato negli

Haken, Firenze

Haken, che il progressive metal sia con noi

Testo e foto di Francesca Cecconi Per il progressive metal, pare sia stata l’estate dei Tool. Pare. Tool aprono Firenze Rocks, con una performance soggetta a un’attenzione della stampa specializzata da analisi mediatica di per sé; Tool, dopo 13 anni uscirà il nuovo album, e giù un’ansia da aspettativa creata con un’operazione di marketing costata chissà quanto, vista la pervasività; e infine: questo disco esce, e le pagine amp di Google di chiunque interessato al rock hanno scodellato sui nostri cellulari 24/24 per diversi giorni la notizia. Aiuto, ma io quando mai ho segnalato a Google di essere quantomeno minimamente

Green Day, Firenze Rocks

Firenze Rocks 2020

Firenze Rocks 2020: i Green day sono i primi headliner a essere annunciati. Saliranno sul palco giovedì 11 giugno, preceduti dai Weezer. Firenze Rocks scalda i motori per giugno 2020, e per la sua quarta edizione. Il festival fiorentino, che si svolge nella Visarno Arena alle Cascine,  il polmone verde della città, è prodotto e organizzato da Live Nation Italia in collaborazione con Le Nozze di Figaro, ed è ormai considerato uno dei principali festival europei di musica rock e non solo. Anche quest’anno Virgin Radio sarà la radio ufficiale. I biglietti per la data saranno disponibili per l’acquisto in anteprima esclusiva

Backbone, Status Quo

“Backbone” (DeLuxe Edition) Status Quo – EarMusic/Edel 2019

Di Andrea Bartolini Recensire un nuovo album degli Status Quo nel 2019, il loro 33/mo per l’esattezza, potrebbe significare per alcuni rasentare il nonsense. In realtà questa band che ha attraversato sei decenni di musica vendendo 120 milioni di dischi e raccogliendo ovunque consensi quanto disapprovazione, se non addirittura indifferenza, potrebbe essere all’inizio di una nuova fase della loro carriera.Questo potrebbe davvero far sorridere se si pensa che Francis Rossi, l’unico membro rimasto della formazione originale ha compiuto 70 anni e che di fasi, nella loro vita i Quo ne hanno già attraversate molte. Il 14 giugno del 2016 Rick

"Fear Inoculum" Tool

“Fear Inocolum” Tool – RCA

Di Luca Mazzoncini Cosa distingue un grande gruppo? Quali sono gli elementi, I particolari e le ragioni che portano un gruppo di musicisti a divenire un simbolo… un araldo e un così forte richiamo di appartenenza? Potremmo parlarne per ore scindendo il genere dai suoi interpreti, il periodo storico dalle persone… ma alla fine giungeremmo alla medesima conclusione: “Un sound riconoscibile, unico ed immune al tempo” A distanza di tredici lunghi anni dalla loro ultima opera, il 30 Agosto i Tool ritornano sugli scaffali dei negozi di musica ed incredibilmente negli store digitali, con il nuovo album “Fear Inoculum”… è

Flaming Lips

Flaming Lips live, e siamo nel mondo degli unicorni

Testo di Federico Mazzoncini Foto di Francesca Cecconi Prato, piazza Duomo, 1 settembre 2019. Dall’America con colore, sul palco di Prato/Settembre ecco i Flaming Lips. La chitarra metaforicamente lanciata verso il cielo dall’ultimo accordo di “The End” degli Eels si è trasformata, come da copione, in una stazione spaziale orbitante intorno alla terra (o forse più in là) alle prime note di “Also Sprach Zarathustra”, ma a eseguirla stavolta non c’è la Wiener Philharmoniker, ci sono i Flaming Lips. E nello spazio ci si va sul serio. Wayne Coyne era curiosamente apparso con abbondante anticipo sul resto della band, controllando

Eels a Prato

Eels live: hey, ho, let’s go man!

Testo di Federico Mazzoncini Foto di Francesca Cecconi Dalle notizie che si leggevano in giro, la notte del 1 settembre avrebbe dovuto essere il paradiso degli amanti dell’Alt Rock, presentando il double bill di eccezione composto da Eels e Flaming Lips. Evidentemente, l’alternativo non ha più tutto questo appeal sul pubblico dei festival e a dieci minuti dall’inizio delle danze la Piazza Duomo, sede del concerto, si presenta desolatamente sottoaffollata. Mai un buon presagio, soprattutto per i risvolti negativi che suonare davanti a un’arena vuota può avere sui musicisti. Le premesse per una serata sottotono ci sono tutte. Manco a

The Zen Circus

“Andate tutti affanculo”: oggi in libreria il romanzo autobiografico di The Zen Circus

In uscita oggi 10 settembre in tutte le librerie il volume scritto da The Zen Circus su loro stessi, con l’aiuto della penna di Marco Amerighi. Cartaceo € 19,00, ebook € 10,99 Mondadori È un romanzo anti-biografico. Appino, Ufo e Karim – voce e chitarra, basso e batteria degli Zen Circus – prestano i nomi e la vita a una storia che potrebbe essere una delle loro canzoni. Realtà e finzione si rincorrono in questo rocambolesco romanzo che racconta la nascita di una famiglia disfunzionale, quella di un gruppo di ragazzi che attraverso la musica cercano di definire se stessi,

Fast Animals and Slow Kids

Fast Animals and Slow Kids live al Beat Festival di Empoli

Testo di Andrea Bartolini Foto di Francesca Cecconi Sulla dirittura d’arrivo del loro Animali Notturni in tour, Fast Animals and Slow Kids fanno tappa a Empoli il 5 settembre nell’ambito del Beat Festival, manifestazione arrivata alla quinta edizione in un trend sempre crescente di pubblico che si tiene all’interno del Parco di Serravalle, nel cuore della città. Formatasi nel 2007, questa band di Perugia è arrivata nel 2019 a pubblicare il loro quinto album “Animali Notturni” per Parlophone/Warner e continua a proporre una ottima miscela di alternative rock e pop cantata in Italiano. Il pubblico accorso per la data di

The Alarm "Sigma"

“The Alarm” Sigma – The Twenty First Century Recording Company 2019

Di Andrea Bartolini Mike Peters è un sopravvissuto, gli Alarm sono dei sopravvissuti. Sono sopravvissuti all’implosione degli anni ’80 da dove provengono insieme a band come Big Country, U2, Cult, Simple Minds, sono sopravvissuti a scioglimenti, sventure personali di vario tipo e sono qui con “Sigma” il seguito al loro “Equals” del 2018. Riformati nel 2004 con una nuova line up nella quale figura anche la moglie di Mike Peters, Jules Jones Peters, alle tastiere e il leggendario James Stevenson ( Gen X, The Cult, Gene Loves Jezebel, Chelsea, Internationas Swingers ecc…) quale multistrumentista, la band ospita nel nuovo album