Soft Machine Porretta Prog Festival

Soft Machine a Porretta Prog Festival

Testo di Francesca Cecconi Foto di Alessandro Rella Dal 4 al 6 agosto 2019 a Porretta (Bo) si è svolta la prima edizione del Porretta Prog Festival: apertura con i Soft Machine, ed è stato subito tutto esaurito. Porretta città della musica. Incastonata nell’Appennino a cavallo tra Pistoia e Bologna, questa cittadina ospita ogni estate molti eventi musicali, tra cui spicca sicuramente il Soul Festival. Non è sorprendente dunque la scelta, la sfida, la scommessa, di dare il via anche a un nuovo festival sempre con nomi di spicco internazionale, il festival dedicato alla musica progressive. Un genere nato negli

Haken, Firenze

Haken, che il progressive metal sia con noi

Testo e foto di Francesca Cecconi Per il progressive metal, pare sia stata l’estate dei Tool. Pare. Tool aprono Firenze Rocks, con una performance soggetta a un’attenzione della stampa specializzata da analisi mediatica di per sé; Tool, dopo 13 anni uscirà il nuovo album, e giù un’ansia da aspettativa creata con un’operazione di marketing costata chissà quanto, vista la pervasività; e infine: questo disco esce, e le pagine amp di Google di chiunque interessato al rock hanno scodellato sui nostri cellulari 24/24 per diversi giorni la notizia. Aiuto, ma io quando mai ho segnalato a Google di essere quantomeno minimamente

Flaming Lips

Flaming Lips live, e siamo nel mondo degli unicorni

Testo di Federico Mazzoncini Foto di Francesca Cecconi Prato, piazza Duomo, 1 settembre 2019. Dall’America con colore, sul palco di Prato/Settembre ecco i Flaming Lips. La chitarra metaforicamente lanciata verso il cielo dall’ultimo accordo di “The End” degli Eels si è trasformata, come da copione, in una stazione spaziale orbitante intorno alla terra (o forse più in là) alle prime note di “Also Sprach Zarathustra”, ma a eseguirla stavolta non c’è la Wiener Philharmoniker, ci sono i Flaming Lips. E nello spazio ci si va sul serio. Wayne Coyne era curiosamente apparso con abbondante anticipo sul resto della band, controllando

Eels a Prato

Eels live: hey, ho, let’s go man!

Testo di Federico Mazzoncini Foto di Francesca Cecconi Dalle notizie che si leggevano in giro, la notte del 1 settembre avrebbe dovuto essere il paradiso degli amanti dell’Alt Rock, presentando il double bill di eccezione composto da Eels e Flaming Lips. Evidentemente, l’alternativo non ha più tutto questo appeal sul pubblico dei festival e a dieci minuti dall’inizio delle danze la Piazza Duomo, sede del concerto, si presenta desolatamente sottoaffollata. Mai un buon presagio, soprattutto per i risvolti negativi che suonare davanti a un’arena vuota può avere sui musicisti. Le premesse per una serata sottotono ci sono tutte. Manco a

Fast Animals and Slow Kids

Fast Animals and Slow Kids live al Beat Festival di Empoli

Testo di Andrea Bartolini Foto di Francesca Cecconi Sulla dirittura d’arrivo del loro Animali Notturni in tour, Fast Animals and Slow Kids fanno tappa a Empoli il 5 settembre nell’ambito del Beat Festival, manifestazione arrivata alla quinta edizione in un trend sempre crescente di pubblico che si tiene all’interno del Parco di Serravalle, nel cuore della città. Formatasi nel 2007, questa band di Perugia è arrivata nel 2019 a pubblicare il loro quinto album “Animali Notturni” per Parlophone/Warner e continua a proporre una ottima miscela di alternative rock e pop cantata in Italiano. Il pubblico accorso per la data di

Norge e Nuove Assonanze

“Stairway to Heaven”, Norge e Orchestra Nuove Assonanze play Led Zeppelin

Testo e foto di Francesca Cecconi Norge, la nota band fiorentina da quasi vent’anni impegnata nel diffondere il verbo dei Led Zeppelin, ha avuto l’onore di dare inizio il 27 giugno al ricco programma musicale estivo “A cielo aperto”, edizione 2019, organizzato nella Cavea del Maggio Musicale Fiorentino da Le Nozze di Figaro. Un’emozione per Jacopo, Francesco, James, Luca e Alex. Lo spettacolo non poteva che intitolarsi “Stairway to heaven”; come ha spiegato Jacopo Meille, voce della band, per due ragioni molto semplici: è il titolo del brano forse più famoso in assoluto dei Led Zeppelin, ma anche e soprattutto perché la Cavea dal

Mike Patton Mondo Cane

Mike Patton a Prato, ed è Mondo Cane

Testo di Federico Mazzoncini Foto di Francesca Cecconi Come se non fosse sufficiente il caldo torrido di questo ultimo scorcio di estate, il 31 agosto arriva a innalzare ulteriormente la temperatura in Piazza Duomo a Prato il multiforme Mike Patton, singer californiano dai legami profondi e solidi con il Belpaese, accompagnato dai musicisti del suo progetto italo-pop-noise Mondo Cane. Tom Waits, per citare un’altro freak innamorato di Bella Italia, ama ricordare come la musica in fondo sia soltanto “qualcosa di davvero interessante da fare con l’aria”. E Mike Patton di cose con l’aria che gli esce dai polmoni ne sa

Joe Jackson live a Fiesole

Joe Jackson live, unica data italiana 2019 a Fiesole

Testo di Francesca Cecconi Foto Alessandro Rella L’ eclettico musicista britannico, attesissimo in Italia, ha portato il suo “Four Decades Tour” con brani che abbracciano tutta la sua carriera. Sono passati 40 anni dall’uscita di “Look Sharp!”, il primo disco di Joe Jackson, 40 anni di un carriera musicale costellata da successi e dunque da festeggiare con un tour mondiale. Unica tappa italiana quella di lunedì 21 luglio a Fiesole, all’interno del prestigioso cartellone dell’Estate Fiesolana. Ed emblematicamente il tour si chiama “Four Decades”, ma il repertorio presentato sul palco del Teatro Romano ha incluso anche brani del recentissimo album

Gli America a Fiesole

America, 50 anni di carriera live

Testo di Francesca Cecconi Foto di Alessandro Rella Oltre mille persone hanno assistito al concerto degli America al Teatro romano di Fiesole l’8 luglio 2019, in una serata che ha celebrato la loro cinquantennale carriera. Un palco spoglio, una performance impreziosita solo da immagini relative alla loro carriera proiettate sul telo di fondo palco, per dare risalto alla musica e ai musicisti che accompagnano Gerry Beckley e Dewey Bunnell. Un concerto che ha regalato emozione ai presenti, pur presentando qualche pecca nello stage lightning davvero mal gestito, e nel continuo inserimento di sottofondi vocali pre-registrati, soprattutto nelle armonie corali. All’inizio

Ben Harper Pistoia Blues Festival 2019

Ben Harper & The Innocent Criminals chiudono Pistoia Blues Festival 2019

Testo di Francesca Cecconi Foto di Alessandro Rella Pistoia Blues Festival 2019, la quarantesima edizione di uno dei più longevi festival musicali italiani, si è chiuso con la performance sul palco di piazza Duomo di  Ben Harper & The Innocent Criminals. Terza tappa per il mini tour italiano di sette date, è stato un ritorno a Pistoia per Ben Harper, già protagonista nel 2013 insieme a Charlie Musselwhite.Ma un grande ritorno: stavolta la medievale piazza Duomo era al completo, con un tutto esaurito come non se ne vedevano da tempo a Pistoia, e con un pubblico davvero partecipe pur nella