The Trip, il ritorno della band

The Trip, ovvero una band italiana quasi mitica, è tornata in vita con una nuova formazione capitanata dallo storico batterista Pino Sinnone. Attualmente impegnati all’incisione di nuovo album che uscirà nei prossimi mesi, hanno ripreso anche l’attività live: la prossima data sarà il 15 febbraio al BlahBlah di Torino. Nati dall’incontro tra Riki Maiocchi e Ritchie Blackmore dei Deep Purple nel 1966, vennero portati al successo dal tastierista Joe Vescovi, che prese le redini di quella che fu una band italiana all’altezza del meglio della British invasion e del Rock psichedelico anglosassone.

La formazione storica vede Joe Vescovi (tastiere, voce), Arvid Wegg Andersen (basso, voce), Billy Gray (chitarra), Pino Sinnone (batteria). Nel maggio 1970 pubblicano il primo album, “The Trip”. Il disco restituisce l’originale miscela musicale della band, con l’aggiunta delle atmosfere psichedeliche di rito per l’epoca e di effetti rumoristici. Nello stesso anno il quartetto appare in veste di protagonista nel film surreale “Terzo Canale – Avventura a Montecarlo”, insieme ai New Trolls, Mal ed altri artisti, che documenta anche la loro partecipazione al Festival Pop di Caracalla.

Nel settembre del 1971 pubblicano il secondo album “Caronte”, un disco di svolta per certi versi pionieristico, con tutti gli elementi che costituiranno il progressive maturo: brani lunghi e articolati, cambiamenti di ritmo, citazioni letterarie, arrangiamenti barocchi con influssi sinfonici. Le tastiere di Vescovi diventano lo strumento predominante nella maggior parte dei brani, anche se sono ben presenti fraseggi di chitarra in stile hendrixiano.

“Caronte” è ritenuto ancora oggi uno dei dischi più importanti del progressive mondiale. Nel 1971 la band è presente al Festival di Musica d’Avanguardia e di Nuove Tendenze di Viareggio e l’anno successivo continua una ancor più intensa attività dal vivo, partecipando con grande successo ai raduni più importanti, tra cui Davoli Pop, Controcanzonissima di Ciao 2001 e il Festival Pop di Villa Pamphili.

Joe Vescovi, in punto di morte, espresse la volontà che Pino “Caronte” Sinnone formasse una band che permettesse al mondo di non dimenticare la musica dei Trip. Nascono così nel 2015 i The New Trip per poi diventare definitivamente The Trip.

Nel 2019, dopo diversi cambi di formazione, Pino Sinnone arriva all’assetto stabile della band, che vede già in formazione dal 2015 Andrea Ranfa Ranfagni alla voce (sovente vocalist per Ian Paice dei Deep Purple), il polistrumentista Carmine Capasso alle chitarre (già cantautore e session man con diverse e importanti collaborazioni alle spalle) e due noti musicisti della scena musicale milanese, ovvero Andrea “Dave” D’Avino all’hammond e tastiere, e Tony Alemanno al basso e voce.

https://www.youtube.com/watch?v=BaE02oMTHLo

https://www.youtube.com/watch?v=om8UrF_ssS0

Articolo di Francesca Cecconi