Silvio Capeccia intervista, ottobre 2020

Pianista, tastierista, autore, compositore … Silvio Capeccia è un artista completo e innovativo che con i Decibel ha dato vita alla rivoluzione sonora che ha cambiato profondamente la storia del Rock italiano.

Silvio ha pubblicato l’11 settembre 2020 un nuovo album solo, “Silvio Capeccia plays Decibel – Piano solo”, raccogliendo le canzoni più rappresentative della band milanese emblema del Punk Rock e della New Wave nostrana, da lui reinterpretate e rivisitate al pianoforte, ponendo questi brani in una nuova prospettiva, ancor più senza tempo. E così possiamo farci accompagnare dalle note di “Contessa”, “My Acid Queen”, “Vivo da re” e tutte le tracce scelte da Silvio in un nuovo viaggio musicale più intimo, riflessivo, da farsi da soli con le cuffie ed a occhi chiusi.

In questa intervista esclusiva Silvio ci parla del progetto, e della sua storia musicale, da quando, già a quindici anni, fonda insieme a Enrico Ruggeri la band Champagne Molotov che diventa presto Decibel, facendo storia; dei loro viaggi a Londra, dove tutto accadeva, si formava, da dove prendere idee, ispirazioni.

Ma non solo. Completati gli studi di pianoforte e composizione (e laureatosi in Marketing all’Università Bocconi di Milano, ndr), Silvio diventa protagonista anche nella scrittura di Ambient Music, e i suoi lavori sono stati applicati anche nel campo della musicoterapia.

Intervista a Silvio Capeccia

Articolo di Francesca Cecconi, video editing di Claudio Rogai

Track list “Silvio Capeccia plays Decibel – Piano solo”

  1. Vivo da re
  2. Contessa
  3. A disagio
  4. Peggio per te
  5. Tanti auguri
  6. Valzer bianco radioattivo
  7. L’ultima donna
  8. Triste storia di un cantante
  9. Crudele poesia
  10. My Acid Queen
  11. La Belle Epoque
  12. Buonanotte