Dark Quarterer live, Firenze 14 luglio 2021

Serata assolutamente indimenticabile quella che ha visto esibirsi dal vivo a Firenze il 14 luglio 2021 al Community Park nell’ambito del festival Summer in Hell i mastodonti del Progressive Metal italiano: un palco spoglio e con illuminazione minimale accoglie i Dark Quarterer, ma in questo caso non è la scenografia a farla da padrone, ma la musica con la M maiuscola.

Dark Quarterer

Il quartetto di Piombino in questa occasione propone dal vivo nella sua interezza l’ultimo capolavoro in studio, “Pompei”. Attacco strepitoso con la muscolare “Vesuvius”, apertura allo stesso tempo del disco. I Dark Quarterer riescono a muoversi con destrezza fra i parti più asimmetriche, tipiche del genere Progressive, e fra quelle più ispirate all’Heavy Metal classico, coniugando queste due realtà in una resa sul palco dei pezzi assolutamente stellare.

A guidare questo battaglione la voce cristallina e a tratti declamante di Gianni Nepi, che si pone come perfetto cantore delle vicende storiche e drammatiche contenute nei brani: tutto questo, in perfetta unione con la sezione strumentale a cura di Paolo Ninci alla batteria, Francesco Sozzi alla chitarra e Francesco Longhi alle tastiere, riesce a far immedesimare completamente l’ascoltatore anche in sede dal vivo, senza perdere nulla dell’integrità dell’opera in studio, ma andando anzi ad aggiungergli ulteriore bellezza.

Dark Quarterer

La scaletta procede spedita con “Welcome to the Day of Death” e la successiva “Pain” confermando a pieno tutte le sensazioni descritte finora: l’arrivo poi al giro di boa della scaletta ci regala il gusto di poterci godere della punta di diamante del disco “Pompei”, nonché una delle tracce più ispirate della carriera dei Dark Quarterer a parere del sottoscritto, ovvero “Plinius The Elder”: la resa emotiva di un pezzo pregno di drammaticità come questo viene enfatizzata ancor di più da un’interpretazione su palco assolutamente impeccabile, che vede i Dark Quarterer muoversi attraverso svariati cambi di tempo (fra cui il folle cambio di ritmo centrale che fa virare il pezzo su di un sublime intermezzo jazzato) per poi tornare in pompa magna sulla chiusura molto più Heavy Metal classico accompagnata da un solo di chitarra da spezzare il cuore a metà.

Dark Quarterer

Dopo la conclusione della presentazione dal vivo del disco “Pompei” nella sua interezza (con la monolitica “Gladiator” e la più trionfale “Forever”) i Dark Quarterer chiudono la loro esibizione con due classici come “Retributioner” dal disco “Etruscan Prophecy” e la auto-titolata “Dark Quarterer”, andando a suggellare quella che si è rivelata ancora una volta una dimostrazione innegabile di classe ed estro artistico e musicale da parte del gruppo. Concerti come questi sono le solide fondamenta sulle quali chiunque voglia avvicinarsi al Metal nostrano dovrebbe erigere il proprio santuario, atto a celebrare realtà come i Dark Quarterer che, in barba a Padre Tempo, continuano da quasi cinque decadi a portare alto lo stendardo del Metal toscano e italiano.

Colossi senza tempo in un panorama di pallide imitazioni.

Articolo di Lorenzo Bini, foto di Alessandro Rella

Dark Quarterer

Set list Dark Quarterer Firenze 14 luglio 2021

  1. Vesuvius
  2. Welcome to the Day of Death
  3. Panic
  4. Plinius The Elder
  5. Gladiator
  6. Forever
  7. Retributioner
  8. Dark Quarterer