“Mephisto Ballad” il concerto

Gianni Maroccolo, Antonio Aiazzi e Flavio Ferri portano il 28 ottobre 2021 sul palco l’album tardodiscodark

Giovedì 28 ottobre 2021 al Teatro Politeama di Prato Antonio Aiazzi e Gianni Maroccolo portano dal vivo “Mephisto Ballad”, l’album di un evento a suo modo epocale: per la prima volta due dei membri fondatori dei Litfiba hanno prodotto un disco a loro nome. Qui la nostra recensione e la nostra intervista.

La line up è d’eccezione: Antonio Aiazzi – synthesizers & piano, Gianni Maroccolo – electronics & bass, Giancarlo Cauteruccio – lyrics & spoken voice, Flavio Ferri – guitars, bass & electronics, Mariano De Tassi – lightdesign & percussions, Andrea Chimenti – vocals, Beppe Brotto – esraj, con l’ambientazione sonora di Vladimir Jagodic

“Mephisto Ballad” è un album definito “tardodiscodark” dai due artisti. La musica prende l’abbrivio da un brano dei Litfiba intitolato E.F.S. 44, appartenente alla vena più sperimentale e oscura del gruppo, e dalla memoria di un’indimenti- cabile serata fiorentina, la Mephistofesta, svoltasi nel 1982. Solo l’abbrivio, però: nessuna nostalgia, né autocelebrazione. I tempi sono cambiati, e con loro la musica: le sonorità proposte oggi dal duo evocano scenari più vicini a certo repertorio contemporaneo. Le sonorità sono ambient, spesso acustiche (il pianoforte la fa da padrone), minimaliste quanto basta e imbevute di elettronica

Uno spettacolo minimale ma intenso e sfaccettato, che promette di spingersi oltre i confini canonici, sorprendendo ogni volta. Oltre ciò, anche un’occasione per celebrare (purtroppo tardivamente) i quarant’anni di storia comune di due musicisti il cui nome è scolpito nella pietra assieme a quello degli altri Litfiba, ma che vogliono fermamente guardare avanti, pur non rinnegando nulla del loro passato artistico. Per questo, negli spettacoli non mancheranno omaggi a quel periodo e a quella storia, che qualcuno chiamerebbe Storia, non senza ragione.

Tutto accadrà dall’interno di bozzoli di tulle, sagomati e plasmati dalle luci e dalle immagini, dentro i quali gli artisti attendono ciò che è lecito attendersi quando si sta in un bozzolo: nascere, o, meglio rinascere.

A dispetto di Mephisto, con comprensione per il Dottor Faust, molte domande sul mondo, gli occhi alla musica, il cuore alla verità dell’arte. L’arte che non conosce né confini, né confinamenti.  Di tutto questo, Mephisto Ballad è la prova, Mephisto Ballad Live sarà la testimonianza.

Alle ore 19.00 alla Ex Chiesa San Giovanni| Fonderia Cultart di Prato, Bruno Casini, Gianni Maroccolo e Antonio Aiazzi presentano il libro “New wave a Firenze. Anni in movimento”, dove parlano i protagonisti di quarant’anni di cultura indipendente e alternativa a Firenze.

 “C’era incoscienza totale, un entusiasmo pazzesco e c’era, per la prima volta, una quantità di espressioni che venivano a galla e che non credo ci fossero mai state fino a quel momento”. Piero Pelù

La capitale del Rinascimento Rock celebra la sua rivoluzionaria e longeva New Wave perché ancora vivissima e in pieno movimento. Molte cose sono cambiate dagli anni Ottanta, ma non la voglia di fare musica e sperimentare, ritrovarsi e organizzare, condividere e amare che ha trasformato Firenze e contaminato le generazioni, e non ha più smesso.

“Dopo quarant’anni siamo ancora qui a parlare di quel vortice indimenticabile, di quel fenomeno straordinario che furono gli anni Ottanta a Firenze. Mi pongo una domanda: ma si è esaurito quel decennio? A me sembra che quelle atmosfere siano andate avanti, ovviamente in forme diverse, camaleontiche, nascoste, ho la sensazione che quel fuoco non si sia mai sopito, non si sia mai spento. Sicuro, molte cose sono cambiate, molti spazi e molte persone non ci sono più, molte etichette indipendenti sono ormai solo nella memoria collettiva, molti appuntamenti culturali sono finiti negli annali della storia, di tanti eventi resta traccia solo nei libri o in splendidi e colorati documentari. Eppure sento ancora vibrare questa città, avverto ancora tante occasioni formidabili pulsare nell’underground fiorentino”. (Bruno Casini)

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!

29/10/2021

Kings Of Convenience, Bologna

29/10/2021

La Municipàl, Pisa

30/10/2021

Ancillotti, Genova

30/10/2021

Kings Of Convenience, Bologna

30/10/2021

La Municipàl, Torino

31/10/2021

Aiazzi/Maroccolo, Roma

01/11/2021

Kings Of Convenience, Milano

01/11/2021

Black Country,New Road, Bologna

02/11/2021

Black Country,New Road, Ancona

03/11/2021

Nothing But Thieves, Milano

Agenda

Scopri tutti