Bennett “Bennett II”

Un piccolo gioiello del Post-Hardcore nostrano, un eccellente secondo test senza compromettere le origini

Fuori il 7 maggio 2021 il secondo lavoro della premiata ditta Bennett, quartetto toscano che prende il nome dall’infame Colonnello Bennett, arci-nemico di Schwarzenegger in “Commando”, Disco di nove tracce, una gustosa martellata post-hardcore che esce in vinile e piattaforme digitali, decisamente più maturo anche se rispecchia perfettamente la linea melodica e le dimensioni precedentemente utilizzate in “Bennett”, omonimo del 2017.

Si ritrova la stessa ironia, la stessa rabbia e quelle sessioni ritmiche cadenzate che avevano incantato l’algoritmo del mio web player per segnalarmeli come potenziale ascolto. Ritornando al cadenzato e alle evoluzioni melodiche, si trovano numerosi spunti e citazioni delle session medio-lunghe degli At the Drive In di “In Casino Out”. Le urla taglianti che accompagnano le parti distorte baciano perfettamente le dinamiche in quattro delle batterie, potentissime, apertissime e suonate di gusto e sempre presenti sulle linee di basso.

Le intenzioni si capiscono dalla traccia di apertura, e primo singolo, “Distant” dove le chitarre distorte mozzate danno ampio spazio allo Screamo* e ai cantati che vengono spinti in maniera magistrale per tutta la durata del brano. Penso che i ragazzi si superino e diano il massimo in “Go get fucked Montemurlo” – già dal titolo si intuisce non sia un omaggio alla città – a mio avviso uno dei brani più completi che si ricollegano alla produzione precedente della band anche se evolvendo il sound verso una direzione più melodica.

I Bennett si riconfermano come un piccolo gioiello del Post-Hardcore nostrano, un eccellente secondo test senza compromettere le origini, pur strizzando l’occhio a diverse dimensioni canore nel cercare di intavolare un discorso diverso ma figlio del lavoro passato.

Articolo di Alessandro Marano

 Bennett “Bennett (II)”

  1. Distant
  2. The season
  3. Go get fucked Montemurlo
  4. All right
  5. Red H(V)elm(v)et
  6. Hurricane
  7. Deny
  8. Hug(hes) me

*Lo Screamo è un sottogenere dell’Emocore

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!

20/01/2022

Roberto Angelini, Torino

26/01/2022

Pier Cortese, Bologna

27/01/2022

Cheap Wine, Bergamo

27/01/2022

Mogwai, Milano

28/01/2022

Nada, Prato

28/01/2022

Cheap Wine, Pavia

28/01/2022

Mogwai, Roma

29/01/2022

Mogwai, Modena

01/02/2022

Boston Manor, Milano

05/02/2022

Jethro Tull, Varese

06/02/2022

Jethro Tull, Padova

07/02/2022

Jethro Tull, Milano

Agenda

Scopri tutti