20/04/2024

Ghostly Kisses, Bologna

20/04/2024

Nobraino, Nonantola (MO)

20/04/2024

Tafuzzy Night, Bologna

20/04/2024

Marlene Kuntz, Bologna

20/04/2024

Gianluca Grignani, Pordenone

20/04/2024

Karma, Verona

20/04/2024

Bengala Fire, San Vito al Tagliamento (PN)

20/04/2024

Lauryyn, Noha (LE)

20/04/2024

Erlend Øye & La Comitiva, Roma

20/04/2024

Simple Minds, Milano

20/04/2024

Daykoda, Torino

20/04/2024

Will Hunt, Buccinasco (MI)

Agenda

Scopri tutti

BLUEM “nou”

Lavoro assolutamente all’avanguardia, con suoni innovativi e sperimentali

Difficile menzionare tutte le splendide peculiarità presenti in questo “nou”, ultimo lavoro di BLUEM, pseudonimo di Chiara Floris, in uscita il 12 maggio per peermusic ITALY. Un album davvero pregevole e particolare pubblicato da questa artista sarda, classe 1995, cantautrice, polistrumentista nonché producer dei propri dischi. Un’opera che riesce perfettamente a creare un ponte fra l’elettronica e alcuni suoni impregnati da magiche influenze passate; proprio per questo connubio si tratta di un lavoro assolutamente all’avanguardia, con suoni innovativi e sperimentali che sono capaci di comunicare grandi emozioni, per fonderle in un progetto dai sapori introspettivi, evocativi e potenti.

Una giovane artista contraddistinta da un enorme entusiasmo per la musica nato sino dall’adolescenza e che l’ha spinta appena ventenne a trasferirsi a Londra per approfondire la sua cultura musicale; la passione le consente di iniziare a scrivere, interpretare e produrre suoi brani originali. Divisa fra la terra d’Albione e l’amata Sardegna, Chiara compie un bel percorso spinta da grandi motivazioni e dedizione, che dà i suoi frutti con l’uscita nel 2018 dell’ep “Picolina” interpretato in lingua inglese come artista indipendente, e poi nel maggio 2021 del suo primo full lenght “Notte”, edito dalla stessa label sopra citata e che le riserva grandi consensi sia in termini di critica che di pubblico. Una musicalità già permeata da elementi fascinosi confermati adesso da questo ultimo lavoro.

“nou”, dal titolo scritto in minuscolo, può senz’altro catalogarsi come un cantautorato di pura eccellenza. Realizzato tra il Regno Unito e la Sardegna, l’album è una sorta di connubio emozionale tra un insieme eterogeneo di stili. C’è il Folk tipico della tradizione sarda con la sua musicalità e coralità, l’Elettronica con le variegate sfaccettature dettate dai synth, trame che si intersecano a un Elettro-Pop raffinato e non mancano sfumature ambient e hyperpop; una fusion affascinante che rende i dieci brani che compongono la track list qualcosa da gustare tutto d’un fiato.

Si raccontano storie molto belle che coinvolgono l’universo femminile in tutte le sue forme: un’esaltazione della femminilità in uno spazio senza tempo espressa attraverso degli spaccati di storie che spaziano dalla mitologia a esperienze vissute, alla realizzazione e non di desideri, ma anche a donne reali. I brani dell’opera reinterpretano vicende di oppressione, ma al contempo di riscatto e successo, attimi di dolore ma anche di complicità, momenti fatti da stati d’animo travagliati alternati ad altri di vita pulsante accompagnati da una continua ricerca interiore. Il tutto viene espresso con la grande sensibilità dell’artista, la cui vocalità suadente si sublima agli intrecci strumentali, disegnando piccoli affreschi e non disdegnando una intrigante manipolazione sonora che riesce a risultare coinvolgente per chi ascolta; un percorso musicale creativo e coraggioso, che si rende proposta di sicura avanguardia con la sua miscela di suoni ultra-contemporanei.  

“Creusa”, ispirato dal famoso personaggio della mitologia greca, è l’intro strumentale del lavoro, magiche atmosfere armoniche disegnate dal synth si fondono a un tappeto percussivo prorompente. “Adele” è invece dedicata a una donna contemporanea, la violinista e compositrice cagliaritana Adele Madau; il brano è intriso infatti di suoni che ricordano tradizioni folk sarde, un cantato polifonico detto cantu a tenore e che si coniuga a un ritmo effervescente. Echi della sua amata terra che ritornano in “moonlight”, pezzo che racconta la leggenda delle Janas, donne credute in possesso sia di poteri benefici che di influenze malefiche che si dice abitassero la Sardegna in epoche passate. In questo pezzo, nato su un ritmo beat (creato dai colleghi Malakay e Rani) e adattato per le esigenze in un sofisticato Hyperpop, si realizza anche una suggestiva collaborazione con la musicista italo-maliana Yasmina Maiga in un vivace Swing dai colori sgargianti.

Si giunge anche a momenti più introspettivi che si realizzano in “gold” e “piano song”, autentica perla incastonata fra i brani della track list, una splendida melodia sorretta da un bel tappeto percussivo drum’n’bass su cui si intrecciano la voce di BLUEM filtrata nel synth insieme a un sample di registrazione su piano. Nel ritornello l’atmosfera jungle viene raccolta da una ritmica reggaeton in cui si esalta la vocalità magnetica di Chiara. Questi brani esprimono testi intimisti che raccontano le insicurezze e le crisi esistenziali e contemporaneamente anche dediche particolari ai legami che invece ci sollevano dalle difficoltà creando opportunità per crescere. L’artista ci parla anche di esperienze capaci di provocare delle emozioni uniche come, per esempio, il suo incontro con un cervo femmina nell’alba suggestiva della campagna sarda espresso in “dear”.

L’eponimo “nou”, che per la sua brevità si presenta come un interludio, costituisce per Chiara una sorta di mantra affettivo a cui è particolarmente legata, una dedica particolare al titolo di un progetto ambizioso e coraggioso che non ha precedenti da parte sua. L’album si chiude con la bellissima “Sula”, altro pezzo breve ma di un’intensità e emozione straordinarie con il synth a dipingere atmosfere sognanti e evocative, ispirate da un testo dello scrittore Sergio Atzeni “Passavamo sulla terra leggeri”, una rievocazione romanzata della leggendaria storia della Sardegna.

Un’opera che si contraddistingue nel panorama cantautoriale per la sua estrema originalità espressa anche nel titolo che coniuga con sapienza la tradizione e l’avanguardia. BLUEM ha saputo unire questi due estremi in un lavoro affascinante, un viaggio legato alla sua terra che sfrutta linguaggi musicali audaci per guidarci in un’esperienza introspettiva. Un inno alla creatività, alla ricerca continua di nuove prospettive sonore avvolte da un’incantevole atmosfera.

Articolo di Carlo Giorgetti

Tracklist “nou”

  1. Creusa
  2. angel
  3. dear
  4. moonlight (feat. Yasmina)
  5. Adele
  6. AM
  7. gold
  8. nou
  9. piano song
  10. Sula


BLUEM Online
Website: https://bio.site/sailorbluem
Bandcamp: https://sailorbluem.bandcamp.com/merch
Facebook: https://www.facebook.com/sailorbluem/
Instagram: https://www.instagram.com/sailorbluem/
Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCs-LMOfy-62i-sY_g3zdF_g

© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!