03/03/2024

Appino, Roma

03/03/2024

Appino, Roma

03/03/2024

Shawn James, Milano

03/03/2024

James Senese JNC, Agrigento

03/03/2024

Suicide Silence, Milano

03/03/2024

Filippo Graziani, Milano

04/03/2024

Shawn James, Bologna

04/03/2024

Adam Bomb, Sacile (PN)

05/03/2024

IDLES, Milano

05/03/2024

Tinlicker, Milano

05/03/2024

Kim Petras, Milano

06/03/2024

Appino, Trento

Agenda

Scopri tutti

Marta Tenaglia “After Verecondia”

La sua musica è indefinibile e si sposta tra l’Indie Rock, il Soul e l’Elettronica

Il nuovo full lenght della vocalist e polistrumentista milanese Marta Tenaglia dal titolo “After Verecondia” è uscito il 24 novembre 2023 su Costello’s Records. Marta Tenaglia si trova oggi nel pieno della sua maturità artistica e, conscia delle sue qualità, si è liberata da alcune negatività che la limitavano; il titolo stesso del lavoro “After Verecondia” esprime il traguardo raggiunto dalla cantante milanese. Finalmente senza vergogna, l’artista abbandona la facciata imposta dalla società che relega la personalità in un atteggiamento pudico e sempre timoroso. Libera di esprimere sé stessa, Marta rivendica attraverso parole e suono il diritto all’incoerenza e alla scoperta di ogni anfratto del proprio carattere. Autentica, talora anche spregiudicata, ma sempre schietta e pronta a scatenare il suo incendio interiore.

Nelle dieci tracce che costituiscono l’album, Marta Tenaglia riesce a toccare tanti argomenti, dimostrando che il suo talento va oltre ogni tentativo di classificazione. Il suo stile è avanguardia pura con intuizioni non convenzionali. La sua musica è indefinibile e si sposta tra l’Indie Rock, il Soul e l’Elettronica. Il fascino della vocalist consiste proprio in questa assoluta imprevedibilità.

La sua voce è un cocktail: carica di groove, scattante e felpata, sa adattarsi perfettamente alle strutture minimali dei brani imperniati su suoni sintetici e uso delle tastiere, con percussioni e drum machine a demarcarne le linee. Ciò si percepisce nitidamente già nell’incipit di “Circe”, dove il timbro vocale sincopato si innesta su un synth frizzante, così come nella successiva “Allodole”. In questi due brani iniziali emerge una rabbia non devastante ma propositiva, un invito a superare le barriere, in particolare quelle dettate dal patriarcato e dai rapporti tossici. “Finestra” è un brano che si dipana su una bella melodia con un evocativo ritornello in cui si racconta la libertà rappresentata dall’acquisizione delle proprie consapevolezze.  Lo stesso feeling si può ritrovare anche in “Marmo” che attraverso l’elaborazione di un lutto, evidenzia le fragilità del sentirsi vivi. I ritmi tornano più dinamici in “Peccato”, prima di lasciarsi trasportare dal Pop sintetico di “Anima infinita” con versi che invitano a prendersi tempo e spazio, per non lasciarsi travolgere dal ritmo frenetico del mondo moderno.

Elettronica e sonorità cangianti continuano a caratterizzare le partiture che incorniciano i testi intimi della vocalist. “RNM”, con il suo scaltro incedere elettropop e beat, racconta orgoglio e rancore che conducono alla distruzione di un rapporto. In “Bambi” si percepisce invece un esplosivo desiderio di amare. La produzione di questo pezzo è stata curata dalla compositrice e DJ Elasi e dal progetto Cucina Sonora.

Altro momento topico, quasi in coda all’album, si ha con la futuristica ecletticità di “Redemption /Incendio”, citata all’inizio dell’articolo. Il brano costituisce la consacrazione di tutti i concetti espressi nell’opera: una bruciante rivendicazione di libertà seguendo la scintilla interiore che ci fa sentire vivi e che spesso il mondo tenta di soffocare. Una canzone di rara purezza, con i suoni che evolvono in cadenze morbide dal crescendo emozionale, come spiega la stessa artista: ho lasciato che le parole si scegliessero la loro melodia, che vagassero anche loro un po’ incerte tra un’emozione e un’altra. L’inno etereo alla trasformazione è incarnato nella dolcezza del piano sognante e nell’acquisizione totale della consapevolezza di “poetica /manifesto” con i suoi versi mi allontano dal concetto di bello inteso come armonico, gradevole, piacevole. A me la bellezza mi esplode nel cuore. Il disco si chiude splendidamente su queste parole.

Anche se cronologicamente l’album appartiene al 2023, lascerà sicuramente una traccia indelebile anche nell’anno attuale. Marta Tenaglia ha sancito la sua rinascita: il suo percorso musicale, un habitat tutto da esplorare per l’incredibile duttilità, regala emozionanti prospettive. Il segno tangibile di un’avveniristica forma d’arte destinata a brillare nel tempo.

Articolo di Carlo Giorgetti

Tracklist “After Verecondia”

  1. Circe
  2. Allodole
  3. Finestre
  4. Marmo
  5. Peccato
  6. Anima Infinita
  7. RNM
  8. Bambi
  9. Redemption / Incendio
  10. poetica / manifesto

Marta Tenaglia online
Facebook https://www.facebook.com/martatenagliamusica/
Instagram https://www.instagram.com/martatenagliamusica/

© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!