Stew “Taste”

Il trio svedese si guadagna una posizione di rilievo nel panorama, pur inflazionato, del Classic Hard Rock di matrice 70’s


Fuori  il 12 novembre 2021 su Uprising Record, “Taste” è il secondo album degli  Stew, granitico combo svedese che con questo disco dà un seguito al precedente “People” del 2019. Classic Rock, Retro Rock, 70’s Rock, chiamatelo come volete ma quello che fuoriesce dalle nove tracce di “Taste” è il segno tangibile, la prova inconfutabile della magia, della potenza e del sound che solo da un power trio può scaturire. Nella migliore tradizione di Cream, Blue Cheer, Grand Funk (il loro primo periodo), Mountain, Taste, arriva un Hard Rock venato di Blues a cui si aggiungono elementi più sulfurei che possono rimandare a cataloghi ben più pesanti (Sabbath, Heep); su tutto svetta la voce calda e potente di Markus Asland che domina il mix sonoro di cui il suo basso, preciso, potente, essenziale fa parte.

Mi direte che in studio la band in effetti suona come un quartetto, doppie ritmiche, chitarre classiche e altro esce fuori dalle casse dello stereo, ma ascoltate la ritmica cromatica dell’iniziale “Keep On Praying” i pieni e i vuoti della seguente “Still Got The Time”, questi sono pezzi nati e pensati per la resa live, destinati a suonare con un basso, una chitarra e una batteria, poi togliete tutto quello che di una produzione in studio non potrete eseguire dal vivo e avrete comunque un torrenziale ma anche morbido e dinamico Hard Blues.

Probabilmente è proprio il gusto musicale degli Stew l’arma vincete di questo “Taste”, il loro non voler rinunciare a essere stati prima fan che musicisti, e a voler riversare senza soluzione di continuità alcuna input differenti mescolandoli con maestria ma lasciandosi sempre guidare da loro incontestabile amore per un certo tipo di suono.
Infatti dagli echi Zeppelin della gustosa “You Don’t Need Me” si passa alla orecchiabile “Earthless Woman” per poi gettarci nella bluesy e spigolosa “All That I Need”. Il resto della raccolta si muove su questi binari, menzione va fatta per il tour de force di “Heavy Wings”, probabilmente il pezzo più rappresentativo del sound degli Stew e per la conclusiva “When Lights Go Out” una bellissima ballata dove la voce e la chitarra si seguono, si incrociano per arrivare a una lunga sezione strumentale che da un solo elettrico e ricco di pathos arriva a dei conclusivi fraseggi di chitarra acustica.

“Taste” è in definitiva un gran bel disco, con il quale gli Stew non fanno fatica a guadagnarsi una posizione di rilievo in un panorama seppur inflazionato come quello del Classic Hard Rock di matrice 70’s, per il quale fra l’altro i paesi scandinavi sono fra i maggiori rappresentanti.

Articolo di Andrea Bartolini


Track list  “Taste”


1. Keep On Praying
2. Still Got The Time
3. You Don’t Need Me
4. Earthless Woman
5. All That I Need
6. Heavy Wings
7. Stranger In The City
8. New Moon
9. When Lights Go Ou

Line up Stew : Markus Asland – Vocals, bass / Nicklas Jansson – Guitar / Nicklas Dahlgren – Drumt

Facebook
Instagram
Bandcamp
Youtube

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!

02/12/2021

Claudio “Gallo” Golinelli, Pistoia

02/12/2021

Andrea Chimenti, Roma

02/12/2021

Nanowar of Steel, Campobasso

03/12/2021

Nanowar of Steel, Bari

04/12/2021

Nanowar of Steel, Cosenza

04/12/2021

Roberto Angelini, Pisa

05/12/2021

Andrea Chimenti, Taranto

05/12/2021

Roberto Angelini, Milano

07/12/2021

Nanowar of Steel, Firenze

08/12/2021

David “Boosta” Dileo, Roma

09/12/2021

Flavio Ferri, Pistoia

11/12/2021

Lovesick Duo, Bologna

Agenda

Scopri tutti