20/04/2024

Ghostly Kisses, Bologna

20/04/2024

Nobraino, Nonantola (MO)

20/04/2024

Tafuzzy Night, Bologna

20/04/2024

Marlene Kuntz, Bologna

20/04/2024

Gianluca Grignani, Pordenone

20/04/2024

Karma, Verona

20/04/2024

Bengala Fire, San Vito al Tagliamento (PN)

20/04/2024

Lauryyn, Noha (LE)

20/04/2024

Erlend Øye & La Comitiva, Roma

20/04/2024

Simple Minds, Milano

20/04/2024

Daykoda, Torino

20/04/2024

Will Hunt, Buccinasco (MI)

Agenda

Scopri tutti

Tygers Of Pan Tang “Bloodline”

Nuovi avventori o vecchi navigatori della N.W.O.B.H.M. troveranno pane per i loro denti

Nuovo album per i Tygers Of Pan Tang, la band heavy metal britannica pubblica per Mighty Music il loro tredicesimo album in studio “Bloodlines”, fuori il 5 maggio 2023. Il primo album in studio che vede Francesco Marras alla chitarra e Huw Holding al basso e il primo con la produzione di Tue Madsen, musicista e produttore danese, noto per il suo lavoro con, fra gli altri, The Haunted, Sick Of It All e Moonspell.

“Bloodlines” è un album dei Tygers, non ci sono dubbi, in esso ritroviamo ancora la visione originale del progetto che Robb Weir infuse nella band fin dalla sua formazione nel 1978, visione che è rimasta nonostante i molteplici cambi di line up e le non sporadiche sterzate verso stili differenti. Visione, che oserei dire è sopravvissuta anche agli anni di assenza del suo originale fondatore.

Robb Weir e Craig Ellis e qualche anno dopo Jack Meille hanno formato e tutt’ora costituiscono l’anima del nuovo corso della band, una seconda vita che oramai ha toccato i ventidue anni di attività e che dopo un paio di album di passaggio ha sfornato una sfilza di ottimi lavori che hanno riportato la reputazione della band a livelli dignitosi contribuendo al suo rientro nei circuiti più importanti.

“Bloodlines” è probabilmente l’album più heavy e al tempo stesso melodico da quando, della formazione oramai britannico-italiana, Jacopo “Jack” Meille ne è il frontman. La melodia, sempre presente nelle linee vocali è asservita a atmosfere mai leggere, e i ritornelli sempre piuttosto ariosi servono a bilanciare brani pregni di pathos come nel brano di apertura, l’epica “Edge Of The World” o la successiva “In My Blood”.

Nelle dieci tracce contenute (numero perfetto per un album di Heavy Rock), la band riesce a creare un viaggio attraverso l’anima degli attuali Tygers, fra tocchi di modernità, probabilmente dovuti al nuovo produttore, come in “Light Of Hope” e “Believe”, le ritmiche telluriche di “Fire On The Horizon” e il perfetto show stopper di “Taste Of Love”, tutto contribuisce alla riuscita di un disco equilibrato e suggestivo. Anche gli episodi più “guasconi” di “Back For Good” e “A New Heartbeat” e la piccola chicca che è “Kiss The Sky” fanno la loro figura in una track list che si chiude alla perfezione con “Making All The Rules” una brano ricco di dinamica e atmosfera incorniciato dalla grande prova vocale del cantante fiorentino.

Con “Bloodlines” non ci sono scuse che tengano, nuovi avventori o vecchi navigatori della N.W.O.B.H.M. troveranno pane per i loro denti, la band ha un anima e una personalità che pur entro i limiti del genere riesce prepotentemente ad emergere.

Articolo di Andrea Bartolini

Track list “Bloodlines”

  1. Edge Of The World
  2. In My Blood
  3. Fire On The Horizon
  4. Light Of Hope
  5. Back For Good
  6. Taste Of Love
  7. Kiss The Sky
  8. Believe
  9. A New Heartbeat
  10. Making All The Rules

Line up Tygers Of Pan Tang: Jack Meille Vocals / Robb Weir Guitar / Francesco Marras Guitar / Huw Holding Bass / Craig Ellis Drums

© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!