19/07/2024

Rufus Wainwright, Melpignano (LE)

19/07/2024

Marlene Kuntz, Bologna

19/07/2024

Vintage Violence, Soriano nel Cimino (VT)

19/07/2024

Vinicio Capossela, Otranto (BA)

19/07/2024

Tre Allegri Ragazzi Morti, Roma

19/07/2024

Teenage Dream Party, Sarzana (SP)

19/07/2024

Dropdead, Piacenza

19/07/2024

A Forest Mighty Black, Montecchio Maggiore (VI)

20/07/2024

Laufey, Gardone Riviera

20/07/2024

Nick Mason, Bologna

20/07/2024

Loreena McKennitt, Bard (AO)

20/07/2024

Rufus Wainwright, Fiesole (FI)

Agenda

Scopri tutti

Giuseppe Scarpato racconta “Non c’è” di Bennato

Bennato ha di nuovo fatto la punta alla matita per raccontarci ancora il presente

“Non c’è” è il nuovo album di Edoardo Bennato disponibile da oggi, venerdì 20 novembre, nei digital store e pubblicato su cd e su doppio vinile. Il concept, già chiaro dalla cover, è quello di un quotidiano, dove gli articoli sono le canzoni: otto nuove di zecca, tra cui il recente singolo “La realtà non può essere questa” (la nostra intervista ai fratelli Bennato) le altre 12 sul cd e 15 sul vinile, registrate nuovamente, con nuovo arrangiamenti più rock blues.

Bennato ha di nuovo fatto la punta alla matita per raccontarci ancora il presente tirandoci in faccia una secchiata d’acqua, e lo fa con il suo sarcasmo provocatore e sempre tagliente, senza soluzione di continuità tra il vecchio e il nuovo repertorio. “Non c’è” si sfoglia come un quotidiano che uscirà domani mattina e si legge come il manifesto della realtà. Prodotto dai suoi affiatati collaboratori e musicisti Raffele Lopez e Giuseppe Scarpato, ne parliamo con quest’ultimo in uno degli studi dove ha lavorato all’album, il D:Pot di Prato.

Articolo e foto di Francesca Cecconi, video di Marco Polidori

© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!