01/02/2023

The Kooks, Milano

01/02/2023

Banco del Mutuo Soccorso, Firenze

02/02/2023

Rancore, Torino

02/02/2023

Blindur, Torino

02/02/2023

Banco del Mutuo Soccorso, Lucca

03/02/2023

Dead Visions, Bologna

03/02/2023

Big Cream, Bologna

03/02/2023

Tacobellas, Bologna

03/02/2023

Strana Officina, Roma

03/02/2023

Foja, Torino

03/02/2023

Rancore, Brescia

03/02/2023

Enzo Gragnaniello, Sant’Agata Bolognese

Agenda

Scopri tutti

Hanson video-intervista

I tre fratelli sono tornati con un nuovo album basato su tre diversi progetti solisti

HANSON Credit Jonathan Weiner

Trent’anni di carriera, una band più che unica, gli Hanson. L’età dei tre fratelli, Isaac, Taylor e Zac, era fra i 12 e i 17 anni al tempo del successo mondiale con ‘MMMbop’, numero uno in ventisette paesi nel 1997 e dell’album ‘Middle of Nowhere’, che ha consacrato la loro iconografia come giovane family band, fino a essere citati in “Family Guy” ad esempio. Hanno poi preso le redini della carriera fondando la propria etichetta in un viaggio fieramente indipendente che ad oggi conta 40 canzoni tra le top 40, sette album in studio, due album di Natale e cinque dal vivo, documentari, camminate di beneficenza, amore, pace, tanti figli (ne hanno 14 in tre) e musica per tutti. I fratelli Hanson sono tornati il 20 maggio con un nuovo album “Red Green Blue” basato su tre diversi progetti solisti che si mescolano insieme in un risultato unico. Abbiamo piacevolmente parlato con il gentilissimo e ispirato Isaac di quello che la band pensa sull’album e sulla musica.

Articolo di Nicola Rovetta, video-editing di Giulia Breschi

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!