Black Stone Cherry live Pistoia

Da Edmonton, Kentucky USA, arrivano i Black Stone Cherry a chiudere con successo la giornata inaugurale dell’edizione 2019 del Pistoia Blues Festival. Una performance solida come la roccia che vede il gruppo presentarsi sul palco

Black Stone Cherry Pistoia Blues Festival 2019

Da Edmonton, Kentucky USA, arrivano i Black Stone Cherry a chiudere con successo la giornata inaugurale dell’edizione 2019 del Pistoia Blues Festival.

Una performance solida come la roccia che vede il gruppo presentarsi sul palco mentre sfumano le note di “Sweet Emotion” degli Aerosmith ed aprire le danze con “Burnin” uno dei singoli estratti dal loro ultimo album del 2018 “Family Tree”.

Suono compatto e la voce di Chris Robertson in primo piano così come la batteria del funambolico John Fred, un batterista che sa anche come farsi guardare oltre che ascoltare, dotato di uno stile molto plateale benché efficace e che durante il concerto oltre che ai cori si esibirà in un solo di batteria ed armonica che introdurrà la cover di Willie Dixon “I’m Your Hoochie Coochie Man”.

Non si risparmia neanche Ben Wells alla chitarra e voce che non sta un attimo fermo sul palco scambiandosi in continuazione da un lato all’altro del palco con il bassista Jon Lawhon il cui strumento purtroppo è un pò sommerso nel mix finale.

Il suono della band seppur leggermente più heavy in sede live è quello dei loro dischi, un mix di influenze di rock americano degli anni Settanta, blues e southern rock con in più una verniciata di Zeppelin, Ac/Dc e Metallica, e dal vivo con  una sequenza di brani che pesca un po’ da tutta la loro discografia, seppur con un occhio di riguardo al loro ultimo album, rende bene l’idea che questi ragazzi hanno del rock’n’roll.

I Black Stone Cherry sono insieme dal 2001 e sempre con la stessa formazione, sono affiatati, sono cresciuti insieme e non solo musicalmente e questo lo si percepisce anche dal vivo, una band che ancora per un bel po’ continuerà a calcare palchi a giro per il mondo.

Set list

Burnin’

Me And Mary Jane

Blind Man

Can’t You See (Marshall Tucker Band cover )

In mY Blood

Bad Sign

Bad Habit

My Last Breath

Cheaper To Drink Alone

Ain’t Nobody

Drum solo

I’m Your Hoochie Coohie Man (Willie Dixon cover)

Blame It On The Boom Boom

White Trash Millionaire

Lonely Train

Family Tree

Articolo di Andrea Bartolini, foto di Alessandro Rella

Ti è piaciuto? Condividilo!

22/09/2021

Zucchero, Taormina

22/09/2021

Zucchero, Roccella Jonica

22/09/2021

Little Pieces of Marmelade, Firenze

24/09/2021

Zucchero, Verona

24/09/2021

Piero Pelù, Firenze

25/09/2021

Zucchero, Verona

26/09/2021

City of the Sun, Milano

26/09/2021

City of the Sun, Bologna

26/09/2021

Omar Pedrini, Erba

27/09/2021

Sting, Taormina

06/10/2021

Zucchero, Firenze

Agenda

Scopri tutti