24/06/2024

Paolo Nutini, Lignano Sabbiadoro (UD)

24/06/2024

Brujeria, Roma

24/06/2024

Gel, Bologna

24/06/2024

E, Bologna

24/06/2024

Dying Wish, Paderno Dugnano (MI)

24/06/2024

The Smile, Roma

24/06/2024

Comeback Kid + Bane, Roma

25/06/2024

Fontaines D.C., Roma

25/06/2024

The Hives Day, Bologna

25/06/2024

Brujeria, Milano

25/06/2024

Yngwie Malmsteen, Udine

25/06/2024

Babymetal, Roma

Agenda

Scopri tutti

dEUS live Milano

Di ritorno nel nostro paese con il loro “How to replace it” nuovo fiammante

La nebbia di Milano ormai è un ricordo, a spasso per i Navigli si sta d’incanto sotto un caldo sole primaverile e un ottimo Negroni ci fa ingannare il tempo in attesa dell’unica data italiana dei dEUS ai Magazzini Generali, di ritorno nel nostro paese il 29 marzo con il loro album “How to replace it” nuovo fiammante. Il locale è praticamente tutto esaurito già un’ora prima che i DIRK. (sì, con il punto) inizino il loro convincente set d’apertura, 30 minuti di Rock alternativo obliquo e interessante, che ricorda quello di altre band belghe come gli Yuko o i Go Find.

Per quanto riguarda i dEUS c’è il ritorno in formazione di Mauro Pawlowski alla chitarra dopo la defezione di Bruno De Groote, che ha dovuto abbandonare la band dopo l’infarto cerebrale del 2020, mentre Alan Gevaert ha risolto i propri problemi di salute ed è in perfetta forma. L’ingresso della band è in stile “Stop Making Sense” dei Talking Heads, un membro per volta sale sul palco e inizia a suonare il proprio strumento, e si parte proprio con “How To Replace It”.

L’ultimo lavoro, che a noi piace davvero tanto e che invece ha lasciato interdetto qualche amico, è ovviamente il protagonista della scaletta, ma c’è spazio anche per qualche canzone dei capolavori anni ’90, “The Ideal Crush” e “In A Bar, Under The Sea”.  

Tom Barman è il solito animale da palcoscenico che abbiamo ammirato anche nei concerti dei Taxiwars, alterna acustica ed elettrica e salta per il palco come un ragazzino; Gevaert, uno dei miei bassisti preferiti, forma con Stéphane Misseghers una sezione ritmica perfetta, e Klass Janzoons pennella armonie con il suo violino e le sue tastiere.

I dEUS riescono a creare brani irresistibili come “The Architect” o ballate intime come “Love Breaks Down” o furiose cavalcate come “Sun Ra” dalle atmosfere psych-noise che rendono torrida la temperatura dei Magazzini.

Dopo 17 canzoni e oltre un’ora e mezzo di meraviglia Barman e compagni salutano con un Milano, è sempre un piacere in un italiano quasi perfetto, e ovviamente noi speriamo che sia un arrivederci a molto presto. Di spettacoli come questo, di spettacoli veri, ce n’è sempre bisogno.

Articolo e foto di Michele Faliani

Set list dEUS Milano 29 marzo 2023

  1. How to Replace It
  2. Must Have Been New
  3. Constant Now
  4. The Architect
  5. Girls Keep Drinking
  6. Man of the House
  7. Worst Case Scenario
  8. Pirates
  9. 1989
  10. Faux Bamboo
  11. Instant Street
  12. Fell Off the Floor, Man
  13. Simple Pleasures
  14. Quatre mains
  15. Sun Ra
  16. Love Breaks Down
  17. Bad Timing

Setlist DIRK. Milano 29 marzo 2023

  1. No
  2. Are You Awake?
  3. I Can’t Sleep
  4. Help I’m Going Sane
  5. Idiot Paradise
  6. Toulouse
  7. Alarms
© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!