29/02/2024

Davide Van De Sfroos, Milano

29/02/2024

Any Other, Bologna

29/02/2024

Bobo Rondelli, Firenze

01/03/2024

Appino, Perugia

01/03/2024

Appino, Perugia

01/03/2024

N*O*Y*S*E, Mezzago (MB)

01/03/2024

David Ellefson (ex Megadeth), Bergamo

01/03/2024

Giorgio Canali & Rossofuoco, Milano

01/03/2024

Davide Van De Sfroos, Gorgonzola (MI)

01/03/2024

Any Other, Bari

01/03/2024

Giorgio Canali & Rossofuoco, Milano

01/03/2024

Adam Bomb, Fondo (TN)

Agenda

Scopri tutti

Immanuel Casto / Romina Falconi live Bologna

Il Casto Divo per questo 2023 ha deciso di portare il tour in giro per i teatri d’Italia

Immanuel Casto (all’anagrafe Manuel Cuni) è uno di quegli artisti non convenzionali, forse unico nel suo genere. Bergamasco di nascita e bolognese di adozione, ha saputo crearsi uno spazio nell’affollato mondo della musica diverso da ogni altro artista. Quello a cui assistiamo l’11 aprile al Teatro Duse di Bologna è uno spettacolo fuori dall’ordinario: un concerto a teatro. Sì perché il Casto Divo (così ama farsi chiamare) per questo 2023 ha deciso di portare il tour della sua ultima fatica “Malcostume” in giro per i teatri d’Italia, affiancato dalla sua dolce metà artistica Romina Falconi e da un quintetto d’archi, che sostituisce la sua band per questo “Insegnami La Vita Tour”.

Arriviamo poco prima dell’inizio dell’evento e nonostante sia un martedì sera (giorno non ottimale per gli eventi live in Italia) il teatro è colmo di persone, segno evidente che Immanuel ha un pubblico fedele che lo segue fin dai suoi esordi, e infatti possiamo constatare che vi è più di un viso conosciuto in platea.
Si abbassano le luci: gli archi intonano l’intro di “Lupo Mannaro”, esce Romina vestita di un succinto abito nero che lascia ben poco all’immaginazione e inizia a esibirsi. La voce soave della cantante viene supportata da quella baritonale di Immanuel che le fa da corista, anzi è proprio una peculiarità della serata, un supporto reciproco tra i due cantanti che si alternano in continuazione al microfono principale, una tour di coppia da co-headliner.

Segue poi “Sangue e Incenso” tratto da “Malcostume”, in un adattamento che ricorda molto il Miguel Bosè degli anni Novanta, intimista e poetico, così Immanuel racconta una dipendenza affettiva che ha avuto verso una persona amata, e gli archi si fondono perfettamente con la profondità della sua voce, piena di pathos, che oggi è più in forma che mai.

Tra un brano e l’altro i due cantanti intrattengono il loro pubblico raccontando aneddoti della loro vita, Manuel narrando gli interessi della sua infanzia, mentre Romina descrive la sua vita da giovane nella periferia di Roma, condendo sempre tutto con un pizzico di autoironia e riuscendo a strappare agli astanti sonore risate.

Il concerto prosegue sempre alternando un brano di uno e dell’altra, non cercando mai di prevaricare il partner, e questa sinergia tra i due paga perché non ci accorgiamo del tempo che passa troppo in fretta durante la serata, e così brani come “Tropicanal”, “Da grande sarai frocio”, “Che bella la cappella”, brani che sono diventati un icona dell’essenza del Casto Divo, ci accompagnano verso la metà del live. Romina dal canto suo porta canzoni come “Ringrazia che sono una signora”, “Tienimi ancora” e “Magari muori”, brano scritto per Taffo Funeral Services e diventato un tormentone durante l’estate 2019, oggi cantato come se Romina fosse stata una direttrice d’orchestra, incitando il pubblico maschile a cantare le parti tristi e quello femminile le rispettive allegre.

Immanuel non è solo un artista ma è anche una persona molto sensibile alla tematica del rispetto del prossimo e intollerante verso chi impone il proprio pensiero per sovrastare quello degli altri, Anche se riesci a cambiare il pensiero di una persona è impossibile pensare di cambiare milioni di persone, l’unico approccio sostenibile è dare l’esempio, presentando in questo modo “Deepthroat Revoluton”, seguito poi da l’ultima canzone di questa sera di Romina, “Ci vediamo presto”.

Immanuel Casto foto_PaoloNocchi 2023

Da qui in poi i due cantanti portano una bellissima versione medley di “Crash“ e “Sognando Cracovia” cantata a cappella. E in questa versione si sente la maturità e la bravura tecnica dei due, le voci si alternano, il soprano e il baritono si inseguono e rincorrono, non servono strumenti di accompagnamento perché loro stessi riescono ad accompagnare l’un l’altra nella canzone, come se fossero strumenti a loro volta, ed alla fine il pubblico risponde con una sonora ovazione. L’ultimo brano è “Insegnami la vita” che dà il titolo al loro tour nei teatri italiani, canzone originariamente in stile synthwave ma in questa versione si trasforma e diventa più cantautorale, ricordando l’eclettico stile delle canzoni di Battiato.

C’è spazio per un solo encore stasera, i tempi stretti non permettono altro ed è uno dei cavalli di battaglia del re del Porn-Groove, “Escort 25” cantata a squarciagola da tutti i presenti che fremono per alzarsi e ballare, trattenuti però dal fatto che non siamo ad un tipico concerto di Immanuel ma a teatro ed è necessario mantenere una certa sobrietà.

Un’ora e quaranta di concerto, Casto ha evidentemente conquistato tutti, l’eterogeneità dei suoi fans appare evidente, dall’ascoltatore … al rocker … fino al metallaro più incallito… riesce a riunire un gran numero di persone. Alla fine escono ringraziando il pubblico, appaiono evidentemente emozionati e riconoscenti verso quella platea che li ha sempre seguiti durante la loro evoluzione artistica e che sicuramente li supporterà in futuro.

Articolo e foto di Paolo Nocchi

Set list Immanuel Casto e Romina Falconi live Bologna 11 aprile 2023

  1. Lupo Mannaro (Romina Falconi)
  2. Sangue e Incenso (Immanuel Casto)
  3. Ringrazia Che Sono Una Signora (Romina Falconi)
  4. Tropicanal (Immanuel Casto)
  5. Vuoi L’Amante (Romina Falconi)
  6. Da Grande Sarai Frocio (Immanuel Casto)
  7. Tienimi Ancora (Romina Falconi)
  8. Che Bella La Cappella (Immanuel Casto)
  9. Magari Muori (Romina Falconi)
  10. Deep Throat Revolution (Immanuel Casto)
  11. Ci Vediamo Presto (Romina Falconi)
  12. Crash + Sognando Cracovia (Acappella) (Immanuel Casto)
  13. Insegnami La Vita (Immanuel Casto)
  14. Escort 25 (Immanuel Casto)
© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!