06/12/2022

Talèa, Gorizia

06/12/2022

Tre Allegri Ragazzi Morti, Prato

06/12/2022

Voivod, Mezzago

06/12/2022

The Zen Circus, Bologna

07/12/2022

Pierpaolo Capovilla e i Cattivi Maestri, Pordenone

07/12/2022

Talèa, Vicenza

07/12/2022

Voivod, Cagliari

07/12/2022

Tre Allegri Ragazzi Morti, Cesenatico

07/12/2022

Voina + Garda 1990, Bologna

08/12/2022

Voivod, Roma

Agenda

Scopri tutti

Steve Hackett live Firenze

Riprodotto in modo impeccabile un disco dal vivo tra i più significativi e iconici degli anni ’70

Steve Hackett foto_FrancescaCecconi2022


Il “Genesis Revisited Tour” è arrivato a Firenze, nella splendida piazza SS. Annunziata all’interno del cartellone del Musart Festival, il 25 luglio 2022. Tappa molto amata da Hackett, quella fiorentina, un sicuro tutto esaurito, una partecipazione intensa.

E sono state due ore e dieci di concerto bellissimo, ovviamente gremito da un pubblico di età medio-alta, ma tutti noi, più o meno “anziani”, abbiamo vissuto momenti di pura emozione, ricordi, suono eccellente, prodotto da una band di musicisti bravissimi e manifestamente felici, che hanno riprodotto in modo impeccabile le composizioni e gli arrangiamenti di un disco dal vivo tra i più significativi e iconici degli anni ’70, “Seconds Out” dei Genesis.

Steve è salito sul palco alle 21:15 circa, con ospite Amanda Lehmann alla seconda chitarra e voce, e i suoi ormai fedelissimi cinque musicisti che da tempo lo accompagnano per “Genesis Revisited”, si scaldano con due brani classici della carriera solista di Hackett, “Every Day” da “Spectral Mornings” e poi “Shadow of the Hierophant” dal primo “Voyage of the Acolyte”, e poi, tutto “Seconds Out”, eseguito in rigorosa playlist originale.

Cosa dire, c’è chi detesta il Prog e particolarmente i Genesis, e chi come me, li adora ed è cresciuto ascoltandoli, loro, e tutti gli altri mostri sacri del genere. Steve è sempre lui, e confesso che durante “Firth of Fifth” e specialmente la parte del suo solo, me la sono frignata di brutto, l’emozione mi ha sopraffatto.


Altra chicca, la professionalità e il perfezionismo del nostro, durante l’esecuzione della titanica “Supper’s Ready”, il singer Nad Sylvan ha lasciato a noi il “…a flower?”, leggermente ritardato, scaglionato e proverbialmente fuori tempo dall’audience, Steve ha cannato leggermente l’attacco di “Willow Farm”, e ho notato che si è rammaricato per qualche secondo sul palco tra sé e la band … Meravigliosa perfezione anelata ancora alla veneranda età di 72 anni!
Per chi ama Hackett e i Genesis, questo è un concerto imperdibile.

Articolo di Francesco Bottai, foto di Francesca Cecconi

Set list Steve Hackett Firenze 25 luglio 2022

  1. Every Day
  2. Shadow Of Hierophant
  3. Squonk
  4. Carpet Crawlers
  5. Robbery, Assault & Battery
  6. Afterglow
  7. Firth Of Fifth
  8. I Know What I Like
  9. The Lamb Lies Down On Bw
  10. Musical Box (Closing Section)
  11. Supper’s Ready
  12. Cinema Show
  13. Dance On A Volcano
  14. Drums’ Solo
  15. Los Endos

Line up: Steve Hackett: Lead Guitar & Vocals / Amanda Lehmann: Guitar & Lead Vocals / Nad Sylvan: Lead Vocals (Genesis stuff) / Roger King: Keyboards / Craig Blundell: Drums / Jonas Reingold: Bass & Guitar / Rob Townsend: Sax, Flute, Percussion

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!