20/04/2024

Ghostly Kisses, Bologna

20/04/2024

Nobraino, Nonantola (MO)

20/04/2024

Tafuzzy Night, Bologna

20/04/2024

Marlene Kuntz, Bologna

20/04/2024

Gianluca Grignani, Pordenone

20/04/2024

Karma, Verona

20/04/2024

Bengala Fire, San Vito al Tagliamento (PN)

20/04/2024

Lauryyn, Noha (LE)

20/04/2024

Erlend Øye & La Comitiva, Roma

20/04/2024

Simple Minds, Milano

20/04/2024

Daykoda, Torino

20/04/2024

Will Hunt, Buccinasco (MI)

Agenda

Scopri tutti

Thomas Frank Hopper live Serravalle Pistoiese

Il suo album “Bloodstone” è stato votato tra i migliori dischi usciti nel 2022 dalla nostra redazione

Ormai è diventata una piacevolissima abitudine, quella di andare nell’ultimo weekend di luglio a Serravalle Pistoiese, per il festival rock di questa incantevole minuscola cittadina medievale, posta a guardia delle piana fiorentina e della Valdinievole. Ci andiamo perché si sta bene, è tutto davvero piacevole, e perché la proposta musicale è sempre di livello altissimo. Non si sbaglia insomma, la scelta porta sempre a belle esperienze.

Sabato 29 luglio ha visto protagonista, co-headliner insieme a The Elephant Man (il nostro report), il rocker belga Thomas Frank Hopper, in una delle tre tappe del suo primo tour italiano. Concerto molto atteso da noi in Rock Nation, perché abbiamo adorato il suo album “Bloodstone”, votato tra i migliori dischi usciti nel 2022 dalla nostra redazione, una vera bomba rock blues (la nostra recensione).

Thomas Frank Hopper (alias Thomas Verbruggen) è un giovane cantante, cantautore e musicista belga, ma con il suo nome porta sui palchi un progetto di band, che vede alla chitarra Diego Higueras, al basso Jacob Miller, e alla batteria Nicoals Scalliet. In questo mini-tour nel nostro paese – per sondare il terreno, come ci dirà nell’intervista esclusiva dopo il concerto – è accompagnato soltanto da Diego alla chitarra elettrica.

Thomas suonerà l’acustica e nella parte centrale del live la pedal steel, il suo strumento distintivo e distintivo del suo suono, ma anche il foot tambourine. Il fatto di proporre un set a due invece che in full band non pregiudica affatto il risultato: i brani, per quanto ri-arrangiati senza organo e senza sezione ritmica, risultano parimenti coinvolgenti e pieni di energia, per quanto con accento un po’ soffuso, che ben si adatta all’atmosfera di un palco posto nel prato sotto una rocca antica.

È necessario aggiungere che Hopper ha una gran voce, suadente ma graffiante, perfetta per il suo Rock. La sua presenza sul palco è molto Blues, le movenze, l’abbigliamento, l’attitudine, il rapporto con i suoi strumenti.

Il duo se ne frega delle logiche di marketing e ci propone solo quattro brani da “Bloodstone” – “Dirtylicious”, “Come Closer”, “Tomb of the Giant” e “Mad Vagabond”, poi molti singoli, dei quali soltanto “Till the Day I Die”, del 2018, è uscito su formato fisico, gli altri potete trovarli su Soundcloud.  Come penultima canzone c’è però in anteprima “A Song for the Devil”, dal nuovo prossimo album già registrato e in uscita in autunno.

Thomas e Diego sono molto concentrati, ma totalmente presenti, mai persi in se stessi, anzi creano da subito un clima di complicità e di rilassatezza con il numeroso pubblico, sempre sorridenti con noi e tra loro. Ci chiedono di fargli avere della birra sul palco perché così suoniamo meglio, e quando ne viene portato un bicchiere a Thomas lui specifica che Diego is from Perù but likes beer too!

Thomas ci tiene molto a presentareAjinde”, titolo che viene da una parola Yoruba, lingua parlata in Africa nel golfo di Guinea, dove ha passato 7 anni, e che significa resurrezione, rinascita. Scorrono troppo veloci gli ultimi brani, nonostante siano eseguiti senza alcuna fretta, e così un’ora e venti di concerto scivola via che neanche ce ne accorgiamo, tutti presi da tanta bella musica, dalla simpatia, dalla qualità complessiva di tutto lo show.

Non ci resta che attendere il nuovo disco, che sospettiamo sarà una nuova bomba, e un nuovo tour, stavolta anche con tutta la band. Chi non è riuscito ad accaparrarsi una copia del cd di “Bloodstone” al banchino del merch, può sempre acquistarlo nello store della Vrec Music Label. Vale assolutamente la piccola spesa.

Articolo e foto di Francesca Cecconi

Set list Thomas Frank Hopper Serravalle Pistoiese 29 luglio 2023

  1. Tales from the Rails
  2. Dirtylicious
  3. Come Closer
  4. Change
  5. Back to the Wild
  6. Tomb of the Giant
  7. Whipping Boy
  8. The Sinner
  9. Ajinde
  10. California Dream Tonight
  11. Mad Vagabond
  12. A Song for the Devil
  13. Till the Day I Die

© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!