23/02/2024

Appino, Livorno

23/02/2024

Appino, Livorno

23/02/2024

Stef Burns with Mr. Feedback, Bergamo

23/02/2024

Bengala Fire, Torino

23/02/2024

Piqued Jacks, Pistoia

23/02/2024

Davide Van De Sfroos, Saronno (VA)

23/02/2024

Any Other, Piacenza

23/02/2024

Rosko’s, Cusano Milanino (MI)

23/02/2024

Billy Cobham, Milano

23/02/2024

Menk’, Bologna

24/02/2024

Appino, Bologna

24/02/2024

Appino, Bologna

Agenda

Scopri tutti

Wilco live Torino

90 minuti di classe, tecnica, potenza e una sequenza di canzoni strepitose

Ancora con le orecchie, gli occhi e il cuore pieni della grande musica dei King Hannah, dei Les Savy Fav e di Warhaus (il nostro report), eccoci al piatto forte del primo giorno del TOdays Festival 2023, i Wilco. Tornati a esibirsi dal vivo dopo l’uscita dell’ultimo doppio album, la band di Chicago sta per tornare sul mercato con un nuovo lavoro in uscita a fine settembre, del quale, sorprendentemente, non è previsto nessun brano in scaletta.

sPAZIO211 totalmente esaurito, con ricca rappresentanza di americani e tedeschi giunti a godersi la migliore live band del pianeta e a chiudere questo 25 giugno torrido e appiccicoso con un concerto memorabile.

Puntuali come l’arrivo dei bollettini della Tari, Jeff & Co salgono sul palco alle 22:30 spaccate, mentre il pubblico accenna in coro Tanti auguri a te a Tweedy che proprio oggi compie 56 anni, sfoggiando una camicia a maniche lunghe sopra la t-shirt che fa boccheggiare solo a guardarlo.

L’inizio è di quelli sconvolgenti, con la quadrata “Spider” e il suo sapore kraut-rock nella quale John Stirratt e Glenn Kotche sfoggiano i muscoli e mostrano che grande sezione ritmica siano. E mentre Jeff Tweedy canta, benissimo come al solito, c’è Nels Cline che regala riff e assoli sublimi, sia quando il suono vira più verso l’alt Country di “Cruel country” che quando le atmosfere si fanno più pop come nel gioiellino “Hummingbird”.

I Wilco pescano anche da album recenti non proprio riuscitissimi, o almeno non propriamente tendenti al capolavoro come “Yankee Hotel Foxtrot” o “A Ghost Is Born”, ed ecco che le oltre duemila persone presenti si trovano a saltare sulle note e sul ritmo di Random Name Generator, unico estratto da “Star Wars” che fa da anteprima alla splendida “Misunderstood” e al suo chilometrico finale con l’urlo liberatorio sulla parola Nothing ripetuto decine di volte.

Tutto il pubblico canta con Tweedy, sia i giovanissimi che forse hanno scoperto i Wilco dai genitori, che quelli un po’ più attempati come il sottoscritto, che si ricordano ancora di quando hanno comprato la loro copia di “A.M.” dopo aver letto una recensione su qualche rivista.

E “Jesus etc.”? Ovviamente è stata eseguita, così come “Impossible Germany” che è stata forse l’episodio più emozionante del concerto, con un solo di Nels Cline che andrebbe insegnato in tutte le scuole di musica.

Tra le mie preferite è mancata forse solo “Ashes of American Flags”, ma era davvero impossibile chiedere di più a una band in assoluto stato di grazia, che chiude il set con un’accoppiata di capolavori ancora da “Yankee Hotel Foxtrot”, dopo 90 minuti di classe, tecnica, potenza e una sequenza di canzoni strepitose. E mentre il pubblico sfolla, mio malgrado sento una ragazza che dice: avrebbero potuto suonare altre 6 ore, mi sarebbero volate come 5 minuti. Ecco, questi sono ESATTAMENTE i Wilco.

Articolo e foto di Michele Faliani

Set list Wilco Torino 25 agosto 2023

  1. Spiders (Kidsmoke)
  2. I Am My Mother
  3. Cruel Country
  4. I Am Trying to Break Your Heart
  5. If I Ever Was a Child
  6. Hummingbird
  7. Random Name Generator
  8. Misunderstood
  9. Love Is Everywhere (Beware)
  10. Bird Without a Tail / Base of My Skull
  11. Jesus, Etc.
  12. Impossible Germany
  13. Falling Apart (Right Now)
  14. The Late Greats
  15. Dawned on Me
  16. A Shot in the Arm
  17. I Got You (At the End of the Century)
  18. Outtasite (Outta Mind)
© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!