19/07/2024

Rufus Wainwright, Melpignano (LE)

19/07/2024

Marlene Kuntz, Bologna

19/07/2024

Vintage Violence, Soriano nel Cimino (VT)

19/07/2024

Vinicio Capossela, Otranto (BA)

19/07/2024

Tre Allegri Ragazzi Morti, Roma

19/07/2024

Teenage Dream Party, Sarzana (SP)

19/07/2024

Dropdead, Piacenza

19/07/2024

A Forest Mighty Black, Montecchio Maggiore (VI)

20/07/2024

Laufey, Gardone Riviera

20/07/2024

Nick Mason, Bologna

20/07/2024

Loreena McKennitt, Bard (AO)

20/07/2024

Rufus Wainwright, Fiesole (FI)

Agenda

Scopri tutti
rammstein

Rammstein “Zeit”

L’ottavo disco della band tedesca più famosa del mondo invita a prendere tempo per l’ascolto

“Tempo”, una sola semplice parola eppure così evocativa; un concetto che nel corso degli ultimi due anni è stato soggetto a non poche reinterpretazioni. Mai come adesso, l’umanità sembra essersi accorta quanto lo scorrere del tempo e sopratutto la percezione del suo scorrere, ora lento, ora veloce, abbia un’influenza fortissima nella percezione che ogni individuo ha di sé e della propria vita.

L’ottavo disco della band tedesca più famosa del mondo (non me ne vogliano i rocker fan degli Scorpions) invita a prendere tempo per l’ascolto, a non relegarlo a sottofondo e lo fa con un trittico iniziale che riesce a rincuorare e scuotere al tempo stesso: la potente e rassicurante – musicalmente parlando ovviamente – “Armee der Tristen”, la perfetta prima canzone, quella che riesce a far mettere un sorriso sull’ascoltatore anche più conservatore a cui si susseguono “Zeit” e “Schwarz”, due canzoni dall’incedere lento e sinfonico che rifuggono l’ovvietà, mostrando con forza la ferma volontà da parte del gruppo di non voler semplicemente accontentare le aspettative dei propri fan.

C’è varietà in “Zeit” che non teme di giocare sul sicuro come nel caso del singolo “Zik-Zak”, con un video strepitoso, ma vuole lanciarsi in brani più sospesi nei quali la potenza lascia il posto alla pesantezza, a un senso claustrofobico che è pericolosamente ammaliante proprio come il canto mitologico della sirene.

Li aspettiamo live il 12 luglio allo Stadio Olimpico di Torino.

Articolo di Jacopo Meille

Tracklist “Zeit Umusic”
01. Armee Der Tristen
02. Zeit
03. Schwarz
04. Giftig
05. Zick Zack
06. Ok
07. Meine Tränen
08. Angst
09. Dicke Titten
10. Lügen
11. Adieu

Line up Rammstein: Till Lindemann voce /Richard Kruspe: chitarra solista e cori / Paul Landers chitarra ritmica e cori / Oliver Riedel basso e cori / Christoph “Doom” Schneider: batteria / Christian “Doktor Flake” Lorenz: tastiere e cori

© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!