29/02/2024

Davide Van De Sfroos, Milano

29/02/2024

Any Other, Bologna

29/02/2024

Bobo Rondelli, Firenze

01/03/2024

Appino, Perugia

01/03/2024

Appino, Perugia

01/03/2024

N*O*Y*S*E, Mezzago (MB)

01/03/2024

David Ellefson (ex Megadeth), Bergamo

01/03/2024

Giorgio Canali & Rossofuoco, Milano

01/03/2024

Davide Van De Sfroos, Gorgonzola (MI)

01/03/2024

Any Other, Bari

01/03/2024

Giorgio Canali & Rossofuoco, Milano

01/03/2024

Adam Bomb, Fondo (TN)

Agenda

Scopri tutti

Daniele Nick “Cosa mi resta” video

L’artista è capace di adeguare la voce e la chitarra ad ogni esigenza senza mai smettere di essere sé stesso

È online il video ufficiale di “Cosa mi resta”, il nuovo brano del cantautore polistrumentista romano Daniele Nick

Il video, a cura di Lisa Schiavoni, è realizzato in computer-generated imagery ed illustra in versione animata il processo creativo di Daniele Nick, intento a scrivere il testo del suo ultimo brano immerso in un caos composto da fogli sparsi, libri, lettere e note. Fuori dalla finestra, alle spalle di Daniele, scorrono imperterrite le stagioni mentre lui rimane assorto nella scrittura. Questo rappresenta le rinunce e le occasioni perse che il cantautore ha affrontato inseguendo il sogno della musica. All’interno della stanza, in volo intorno a Daniele, si contrappongono al tempo che passa una serie di aerei, navi, animali mitologici ed altre creature. Le colorate immagini simboleggiano i pensieri e le fantasie del cantautore durante il processo creativo.

“Cosa mi resta”, brano prodotto da Orange Park Records e distribuito da Believe Distribution, ha tutte le carte in regola per essere definita una ballad Rock. Daniele unisce batteria, chitarra elettrica e basso, creando una base atta a rimarcare e far da sfondo ai sentimenti evocati dal testo. Il brano è un dialogo interiore in cui il cantautore ripercorre la sua carriera musicale, focalizzandosi su tutto ciò a cui ha dovuto rinunciare per inseguire il suo sogno. In conclusione, Daniele Nick giunge alla ricercata consapevolezza che sono le passioni a dar colore alla vita, permettendogli di staccarsi dalle strazianti abitudini e dall’opprimente quotidianità.

«Cosa mi resta? Mi faccio spesso questa domanda – racconta Daniele Nick – In questo brano cerco di fare il punto della situazione, chiedendomi se sia veramente servito a qualcosa chiudermi in me stesso e mettere da parte alcuni aspetti della socialità. Credo sia fondamentale darsi la possibilità di evadere dalla quotidianità quando diventa opprimente, e la musica mi aiuta a farlo ogni volta che ne sento il bisogno. Con questo singolo spero di riuscire a trasmettere l’importanza che ha prendersi del tempo per noi cercando di riuscire a fare quello per cui siamo nati»

Nato nel 1994 a Roma, Daniele Nick, al secolo Daniele Naticchioni, mostra da subito un’accesa passione per la musica che lo porta all’età di nove anni a frequentare diverse scuole musicali, focalizzando i suoi studi su batteria e chitarra. Consolida poi la sua formazione fondando una band con cui incide una serie di dischi in studio, si esibisce nei migliori locali della capitale ed apre tra il 2015 e il 2016 a Primavalle, i concerti de “Il Muro del canto” e dei “Kutso”. L’esperienza maturata, porta a Daniele la volontà di sperimentare nuovi generi e la necessità di esprimersi a pieno. Daniele inizia così il suo percorso da solista, incidendo nell’arco di sei anni più di quaranta singoli divisi su più generi, accomunati dal suo fermo animo rock a cui occasionalmente aggiunge contaminazioni pop. Nel 2019 l’artista racchiude i brani usciti negli anni precedenti, all’interno di due progetti intitolati “Blu” e “Rosso”, dove le canzoni vengono divise in base alle emozioni da cui derivano, ed affidate ai rispettivi colori; blu per l’amore e rosso per l’odio. L’anno seguente Daniele pubblica “Cosa faccio qua”, brano rock incentrato sulle ingiustizie presenti nel mondo a cui non si può porre rimedio. Nel 2022 Daniele Nick lancia “Resta qui”, un’intima dedica alla musica, in cui la prega di non abbandonarlo e continuare a dargli forza. Segue “Controcorrente”, singolo che vede l’artista scagliarsi contro una società priva di emozioni, a cui sente la necessità di opporsi con una canzone energica capace di aumentare d’intensità ad ogni strofa. “Corpo astrale” e “Fidati di me”, brani prodotti da Orange Park records e distribuiti da Believe Distribution, sono usciti quest’anno e rappresentano a pieno lo stile poliedrico di Daniele Nick, capace di adeguare la voce e la chitarra ad ogni esigenza senza mai smettere di essere sé stesso.

© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!