29/02/2024

Davide Van De Sfroos, Milano

29/02/2024

Any Other, Bologna

29/02/2024

Bobo Rondelli, Firenze

01/03/2024

Appino, Perugia

01/03/2024

Appino, Perugia

01/03/2024

N*O*Y*S*E, Mezzago (MB)

01/03/2024

David Ellefson (ex Megadeth), Bergamo

01/03/2024

Giorgio Canali & Rossofuoco, Milano

01/03/2024

Davide Van De Sfroos, Gorgonzola (MI)

01/03/2024

Any Other, Bari

01/03/2024

Giorgio Canali & Rossofuoco, Milano

01/03/2024

Adam Bomb, Fondo (TN)

Agenda

Scopri tutti

I Boschi Bruciano “America” video

Critica all’American Dream, un mix di rock abrasivo ed elettronica che anticipa l’album “Riserve”

In attesa del loro nuovo album, “Riserve”, in uscita il 24 marzo 2023, I Boschi Bruciano pubblicano un nuovo esplosivo singolo, “America”, disponibile da oggi per Bianca Dischi e distribuito da Artist First.
Dopo “Il Mio Futuro”, torna il pirotecnico power-duo cunese formato Pietro Brero voci, chitarre e bassi e Vittorio Brero batteria, percussioni e cori, con il secondo singolo che anticipa l’uscita dell’album “Riserve”, un progetto di svolta nello sviluppo sonoro de I Boschi Bruciano, che rappresenta allo stesso tempo una sintesi del loro percorso musicale e un assaggio del nuovo mix di Rock abrasivo ed elettronica. Sono la voce arrabbiata, autobiografica e generazionale di chi si sveglia la mattina frustrato, di chi lotta per rincorrere un sogno (non quello “americano”), alla ricerca del proprio posto nel mondo.

“America” critica la futilità e il materialismo che hanno assunto i sogni nella società di oggi, contagiando e riducendo anche le ambizioni delle nuove generazioni incapaci di inseguire ideali e desideri che siano diversi dalla ricerca costante della strada più semplice per arrivare a un successo effimero.
“America” è una critica all’omonima nazione, intesa sia come paese che come concetto o filosofia di pensiero. Ce la prendiamo anche con l’Italia ovviamente… L’American Dream viene propinato a noi del Bel Paese da quasi un secolo ormai ma c’è un problema: l’Italia non è l’America. Ci viene spontaneo chiederci se l’inseguire il consumo infinito e fine a se stesso abbia ancora senso. Per perseguire un ideale di vita che qui è irrealizzabile (e forse ormai lo è anche negli states) centinaia di giovani fuggono ‘lontano dai guai e lontano dai tuoi’ per raggiungere la terra dei grattacieli e dei whiskey bar dove cercare una scusa per ‘vendere l’anima’ al miglior offerente.


I Boschi Bruciano si formano nel 2018 in un granaio in mezzo ai frutteti nelle campagne di Cuneo dall’idea dei fratelli Pietro e Vittorio Brero con Giulio Morra, tutti poco più che ventenni. Nonostante la giovane età dei componenti e grazie all’esperienza live accumulata singolarmente I Boschi Bruciano risultano essere una tra le band più attive della piccola scena musicale cuneese.
Inizialmente operativi come quartetto I Boschi Bruciano nel 2018 firmano un contratto con Bianca Dischi e registrano a Cagliari il loro album di debutto “Ci Pesava”, pubblicato il 4 ottobre 2019 (distribuzione Artist First). Il disco, prodotto da Paolo Mulas con il mastering di Andrea Suriani, è preceduto dai singoli “Odio” e “Pretese”. Con questa formazione I Boschi Bruciano nell’aprile 2020 pubblicano il singolo “Insieme A Te Sto Bene”, cover di Lucio Battisti; la copertina del singolo è un’illustrazione di Alessandro Baronciani.


Durante la primavera 2020, in piena emergenza pandemica, I Boschi Bruciano diventano un duo, i fratelli Pietro e Vittorio Brero stravolgono l’assetto della band e decidono di portare avanti il progetto restando in due. Ne conseguono parecchi mesi passati in sala a scrivere e comporre nuove canzoni e a riadattare il vecchio repertorio. A febbraio 2021 si trasferiscono al Natural HeadQuarter di Ferrara e sotto la produzione di Manuele Fusaroli, storico produttore dell’indie-rock italiano, e Michele Guberti registrano il loro nuovo EP contenente due canzoni: l’inedito “Fuoco” e la cover di Cosmo “L’ultima Festa”. L’EP è uscito il 23 aprile via Bianca Dischi / distr. Artist First.
Tra la fine del 2021 e buona parte del 2022 registrano e producono il loro nuovo album, sempre al Natural HeadQuarter di Ferrara, insieme a Michele Guberti che registra e mixa l’album. Al tempo stesso, durante l’estate del 2022 firmano l’ingresso nel roster di Locusta, storico e importantissimo booking nazionale di area indie-rock.

CREDITI
Musica e testo di Pietro Brero, Vittorio Brero e Michele Guberti.
Prodotto da Michele Guberti.
Suonato e cantato da Pietro Brero e Vittorio Brero.
Registrato presso Natural Head Quarter Studio da Michele Guberti e Il Granaio Studio da Pietro e Vittorio Brero.
Mixato presso Natural Head Quarter Studio da Michele Guberti.
Mastering di Andrea De Bernardi a Eleven Mastering Studio.

© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!