Ben Ottewell live Firenze

La sua è una voce incredibile, quasi da soul man nero, il suo tocco sulle sei corde strepitoso

Ben-Ottewell-Foto_MicheleFaliani

Sì, stiamo parlando di Ben Ottewell dei Gomez. I Gomez, quella band di Southport UK che alla fine del secolo scorso sconvolse i nostri ascolti con due album capolavoro come “Bring It On” e “Liquid Skin”, recentemente ristampati come anniversary edition con un sacco di materiale inedito. Proprio quei Gomez che dal 2011  –  anno di pubblicazione di “Whatever’s on your mind” – non ha pubblicato niente di nuovo né ha fatto concerti.

Bene, la prima delle buone notizie è che Ottewell e soci sono nel bel mezzo (e forse anche anche un po’ più in là) delle registrazioni del nuovo album, che auspicabilmente vedrà la luce nel 2022 e del quale, nel bellissimo concerto al Progresso di Firenze il 22 ottobre 2021, Ben ci ha fatto ascoltare in anteprima due canzoni; la seconda è che questo simpatico e gentile omone di un metro e 90, in realtà, potrebbe fare anche a meno dei suoi amici, che tanto sul palco riesce benissimo anche da solo, e i suoi album solisti (3, fino a oggi) non sono certo inferiori a quelli dei Gomez.

Il concerto comincia alle 22, con una Red Rum ancora piena di gente (e questa è la terza bella notizia della serata). Ben imbraccia la sua Gibson acustica e inizia la serata con “How We Operate”. La sua è una voce incredibile, quasi da soul man nero, il suo tocco sulle sei corde strepitoso. Un cambio di accordatura dietro l’altro non rallenta il ritmo del concerto, anzi, ci permette di metabolizzare la canzone appena finita e di prepararci per la successiva. La meravigliosa “A Man Apart”, tratta dal suo lavoro solista più recente, potrebbe vincere il titolo di miglior canzone del set, se non fosse che poi arriva “Follow Suit”, una delle due canzoni inedite del prossimo album dei Gomez: una ballata struggente ed emozionante che strappa un applauso più fragoroso delle altre dal pubblico fiorentino che ascolta in religioso silenzio.

Poche chiacchiere nelle pause, se non per annunciare “Hanoa Beach”, la mia canzone preferita del repertorio dei Gomez, ho dovuto riarrangiarla perché come vedete non ho con me quelle tastiere pazze che sentite nella versione sul disco a cui aggiunge un Crudo! con il suo tipico accento british e che da queste parti è ben più di un mantra. Insomma, un altro concerto bello e coinvolgente, in un’atmosfera familiare come pochi locali oltre al Progresso possono regalare, e che come al solito finisce a fare due chiacchiere con l’artista con un grappino in mano. Fortunatamente i concerti sono tornati.

Articolo e foto di Michele Faliani

Set list Firenze 22 ottobre 2021

  1. How We Operate (Gomez song)
  2. Shapes and Shadows
  3. Love Is Better Than a Warm Trombone (Gomez song)
  4. A Man Apart
  5. Here Comes the Breeze (Gomez song)
  6. Follow Suit (New Gomez song that will be included in the next studio album)
  7. 78 Stone Wobble (Gomez song)
  8. Hamoa Beach (Gomez song)
  9. Rattlebag
  10. Blackbird (Gomez song)
  11. Free to Run (Gomez song)
  12. The Rose (New Gomez song that will be included in the next studio album)
  13. Red Dress
  14. Encore: Tijuana Lady (Gomez song)

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!

25/05/2022

Francesco Bianconi, Brescia

25/05/2022

Ross The Boss, Bergamo

25/05/2022

Marky Ramone, Modena

26/05/2022

Francesco Bianconi, Rovereto

27/05/2022

Punkreas, Bologna

27/05/2022

Bandabardò, Firenze

28/05/2022

Crashdiet, Milano

28/05/2022

Fleshgod Apocalypse, Perugia

28/05/2022

Melancholia, Torino

Agenda

Scopri tutti