23/03/2023

Judi Jackson, Milano

23/03/2023

Blindur, Cosenza

23/03/2023

Shame, Milano

23/03/2023

The Sunbӧrn, Bergamo

23/03/2023

Alice, Pisa

24/03/2023

Mellow Mood, Bergamo

24/03/2023

Valentina Polinori, Manfredonia

24/03/2023

Andrea Motis Trio, Milano

24/03/2023

Ana Roxanne, Ravenna

24/03/2023

Left to Die, Roma

24/03/2023

Il Muro del Canto, Parma

24/03/2023

Nanowar of Steel, Treviso

Agenda

Scopri tutti

Thurston Moore live Prato

L’ex Sonic Youth salta come un bambino mentre con la sua Fender produce le sue follie noise

Thurston-Moore-Live-Prato-Foto_Michele-Faliani

C’è sempre un’emozione particolare quando si ha il privilegio di stare a poca distanza da un musicista seminale e importante. Ecco, la seconda serata dell’Off Tune Festival del 10 giugno, che ha visto Thurston Moore salire sul palco pratese con il suo Group, è stata una di quelle serate da ricordare, prima di tutto per essere a pochi metri da un gigante come l’ex Sonic Youth, poi vederlo saltare come un bambino mentre con la sua Fender produceva le sue follie noise o creava suoni e accordi che mai avresti pensato potessero uscire da una chitarra.

?????????????????????????????????????

Accompagnato dalla bassista dei My Bloody Valentine Debbie Googe, da James Sedwards dei Nought alla chitarra e da Jem Doulton alla batteria, Moore ha infiammato la platea con il suo tipico muro sonoro, passando dall’ipnotica “Locomotive” – quasi 15 minuti di cavalcata acida – alla splendida “Hashish”, fino all’irresistibile cover dei Velvet Undergound “Temptation Inside Your Heart”.

?????????????????????????????????????

Un’ora e venti minuti di potenza, genio, energia, e di grande musica. Thurston Moore, anche se l’epopea dei Sonic Youth è finita, ha ancora tanto da dire. Lo aspettiamo qua ogni volta che ci farà il regalo di tornare.

Articolo e foto di Michele Faliani


Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!