03/03/2024

Appino, Roma

03/03/2024

Appino, Roma

03/03/2024

Shawn James, Milano

03/03/2024

James Senese JNC, Agrigento

03/03/2024

Suicide Silence, Milano

03/03/2024

Filippo Graziani, Milano

04/03/2024

Shawn James, Bologna

04/03/2024

Adam Bomb, Sacile (PN)

05/03/2024

IDLES, Milano

05/03/2024

Tinlicker, Milano

05/03/2024

Kim Petras, Milano

06/03/2024

Appino, Trento

Agenda

Scopri tutti

Wormholedeath Fest II live Firenze

Nel bill della serata metal Ciompo Rock, Conspiracy of Blackness, Faith e Silence is Spoken

La Florence Tattoo Convention è tornata, e con lei tanto Metal. Il 2 dicembre sul palco di una delle convention nazionali di tatuatori più bella alcune delle band italiane di punta dell’etichetta internazionale Wormholedeath: Conspiracy of Blackness, Faith e Silence is Spoken, in apertura special guest i fiorentini Ciompo Rock. Il vibe nel salone delle esposizioni è rilassato, tanta gente davvero ma tutto si svolge in serenità, tra persone che hanno appena ricevuto il tatuaggio e girano mezze nude avvolte nella pellicola trasparente.

Ciompo Rock

Il festival è lungo tutto il pomeriggio e fino a chiusura della convention. Si inizia infatti alle 15 con i Ciompo Rock, band metal con basi classiche ma reinterpretate con personalità spiccata, e testi in italiano. La band, capitanata dal guitar hero locale Danilo Bacherini, continua a crescere, il repertorio si infittisce e diventa sempre più identificabile.

Ciompo Rock

La performance, così come quelle che seguiranno, sarà invalidata dal pessimo lavoro dei tecnici del suono, e anche delle luci. Una grande superficialità e incuria che non hanno reso giustizia né al suono né allo show.

Conspiracy of Blackness

Alle 17.30 arriva il turno dei Conspiracy of Blackness, che propongono un Metal moderno influenzato proprio dal Nu e Alt Metal, con sonorità dark meravigliosamente interpretate dalla vocalist Grazie Riccardo.

Conspiracy of Blackness

Una formazione basic, Basso, una chitarra e batteria, ma il suono è talmente potente e compatto, un muro di Metal, che riusciamo, nonostante i suoni devastanti e mal calibrati dal mixer di cui dicevo sopra, a percepire il grande valore di questa proposta, vanto del Metal nostrano. Li aspettiamo di ritorno a Firenze quanto prima.

Faith

Giusto il tempo di liberare il palco e riallestirlo che sale Federica Sciamanna, in arte Faith, per una performance davvero fuori dai canoni.

Faith

Musica elettronica, dark, accompagnata alle sue tastiere soltanto da una chitarra e un attore recitante, Faith mette nella sua musica tutta se stessa, corpo, cuore, mente.

Faith

Anche in questo caso, penalizzata al massimo dai suoni, come se il tecnico fosse andato a fare un giro, o a smanettare al proprio cellulare.

Silence is Spoken

Stesso copione per gli headliner del festival, i Silence is Spoken, il cui sound è ben conosciuto in città. E così ci siamo dovuti un po’ immaginare il tutto, e anche i nostri 4 musicisti hanno portato a compimento il loro set che ha previsto praticamente quasi tutto il loro ultimo album “11“ (la nostra recensione) nonostante il disagio immenso dei suoni sbagliati, invertiti, volumi squilibrati.

Silence is Spoken

Questo non ha comunque impedito che si formasse davanti al palco un piccolo pogo.

Silence is Spoken

Calano le luci nella venue, i musicisti smontano velocemente affrettati dal personale responsabile della chiusura. Peccato davvero per l’imperizia del service che non ha consentito di goderci appieno queste ottime performance, di musicisti bravi, band affiatate, proposte di grande livello.

Silence is Spoken

Speriamo che Wormholedeath vorrà portaci presto di nuovo questo festival. Noi lo aspettiamo.

Articolo e foto Ciompo Rock di Francesca Cecconi, foto di Irene Arditi

© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!