05/12/2022

Stick to Your Guns + Knocked Loose, Milano

05/12/2022

Airbourne, Milano

06/12/2022

Talèa, Gorizia

06/12/2022

Tre Allegri Ragazzi Morti, Prato

06/12/2022

Voivod, Mezzago

06/12/2022

The Zen Circus, Bologna

07/12/2022

Pierpaolo Capovilla e i Cattivi Maestri, Pordenone

07/12/2022

Talèa, Vicenza

07/12/2022

Voivod, Cagliari

Agenda

Scopri tutti
3rd Secret

3rd Secret “3rd Secret”

Uscito, dimenticato, ma assolutamente da recuperare

Chiacchieratissimo già durante la pandemia, il primo progetto dei 3rd Secret vede la partecipazione di tre illustri reduci del Seattle Sound: Kim Thayil alla chitarra (Soundgarden), Matt Cameron alla batteria (Soundgarden, Pearl Jam), Krist Novoselic al basso (Nirvana, Giants In The Trees), affiancati pregevolmente da Jon “Budda” Dupree alla chitarra (Void e Hater, definito da Thurston Moore one of the best guitarists ever) e dalle superbe voci di Jillian Raye e Jennifer Johnson (Giants In The Trees). Non fatevi ingannare dai nomi: qui non troverete (o quasi) chitarroni Grunge.

Prodotto nientepopodimeno che da Jack Endino the Godfather of Grunge, già produttore di Nirvana, Soundgarden e Mudhoney (giusto per citarne alcuni), l’omonimo esordio dei 3dr Secret – uscito l’11 aprile 2022 e interamente auto-distribuito dai componenti – suona moderno, ispirato e quasi spensierato, complici le sublimi voci della Raye e della Johnson che armoniosamente interpretano brano per brano.

Apre le danze “Rythm Of The Ride” e subito si capisce che di quel soundquest’album ha preso la parte più introspettiva. Un’ottima ballata folk accompagnata da una delle migliori performance vocali della Raye. In “I Choose Me” si capisce subito chi c’è dietro alla chitarra: suona tanto Soundgarden e non è un caso. Unica pecca sembra non esplodere mai. Ritornano i suoni folk e le chitarre acustiche in “Last Day Of August” che in alcuni momenti ricordano certe armonie che furono dei Mother Love Bone. In “Winter Solstice” si gela il sangue: per un attimo suona come quella “Season” che fu di Chris Cornell.

Cercavate un assolo di chitarra? Un ispirato Kim Thayil in “Lies Fade Away” potrebbe accontentarvi. “Live Without You” invece è forse il miglior brano di tutto l’album: una power ballad che non si schioda più dalla testa. “Right Stuff” ci ricorda che Krist Novoselic è pure un fisarmonicista e, dopo un inizio da quasi festa paesana, si fa piacevolmente ascoltare. “Dead Sea” continua sulla falsariga dei precedenti brani con l’occhiolino che strizza sia ai toni cupi del compianto Lanegan quanto all’intimità dei Mazzy Star, mentre in “Diamond In The Cold” tornano le distorsioni soundgardiane, giusto per ricordarci da dove provengono. Chiudono le danze “Somewhere In Time”, un leggero Grunge alla Screaming Trees e la gradevole “The Yellow Dress”, sette minuti senza cadere nella noia e nella banalità con un finale in crescendo a chiudere il cerchio.

Un album piacevole che ha sicuramente divertito i suoi partecipanti. Purtroppo andato subito nel dimenticatoio, complice un self-releasevoluto dai componenti e – probabilmente – l’imminente partenza di Matt Cameron per la tournèe mondiale dei Pearl Jam che da lì a poco stava per iniziare. Ascolto da recuperare nell’immediato: è giovane e può dare alla musica ancora tanto e ci ricorda che a Seattle non c’erano e non ci sono solo chitarroni, distorsioni, capelloni e camice in flanella.  

Articolo di Giulio Ardau

Tracklist “3rd Secret” 

  1. Rhythm Of The Ride
  2. I Choose Me
  3. Last Day Of August
  4. Winter Solstice
  5. Lies Fade Away
  6. Live Without You
  7. Right Stuff
  8. Dead Sea
  9. Diamond In The Cold
  10. Somewhere In Time
  11. The Yellow Dress

Line up 3rd Secret : Matt Cameron batteria  / Jon “Bubba” Dupree  chitarra  / Jennifer Johnson voce  / Krist Novoselic basso/fisarmonica / JillianRaye voce  / Kim Thayil chitarra

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!