24/06/2024

Paolo Nutini, Lignano Sabbiadoro (UD)

24/06/2024

Brujeria, Roma

24/06/2024

Gel, Bologna

24/06/2024

E, Bologna

24/06/2024

Dying Wish, Paderno Dugnano (MI)

24/06/2024

The Smile, Roma

24/06/2024

Comeback Kid + Bane, Roma

25/06/2024

Fontaines D.C., Roma

25/06/2024

The Hives Day, Bologna

25/06/2024

Brujeria, Milano

25/06/2024

Yngwie Malmsteen, Udine

25/06/2024

Babymetal, Roma

Agenda

Scopri tutti
Alpaca

A/lpaca “Make It Better”

Sonorità psichedeliche acide, crude, che si mischiano a una concezione ritmica dei brani molto schematica e regolare

“Make It Better” è l’Lp d’esordio della band lombarda A/lpaca. Il lavoro è uscito il 19 marzo 2021 e la band dimostra, visto il coinvolgimento di ben tre etichette (We Were Never Being Boring Collective per Italia e Stati Uniti, Sulatron Records per la Germania e Sour Grapes Records per il Regno Unito) di avere ambizioni, passatemi il termine, “planetarie”.

Il Rock degli A/lpaca trae le sue radici nel Krautrock e nella New Wave più dark: sonorità psichedeliche parecchio acide, crude, che si mischiano a una concezione ritmica dei brani molto schematica e regolare.

“Make It Better” potrebbe definirsi una sorta di concept album che si svolge all’interno di un club, reale o immaginario che sia; idealmente, lungo i suoi 41 minuti di durata, la band, che va dritta come un caterpillar non curante di ciò che incontra lungo il suo cammino, ci accompagna dentro le nove stanze del locale rappresentate dalle tracce dell’album. Durante l’ascolto si hanno effettivamente le sensazioni fisiche tipiche dello stare all’interno di un club stracolmo di persone con la musica assordante (senso di estraniamento, mancanza d’orientamento, una leggera asfissia dovuta all’aria rarefatta).

Musicalmente parlando, i cardini fondamentali del sound degli A/lpaca sono la voce filtrata, le ritmiche martellanti e le melodie acide e sulfuree quasi completamente affidate ai synth. Questi elementi vengono usati con sufficiente perizia dai nostri, che sanno quando allentare la tensione per dare respiro all’ascoltatore (come per esempio l’intro di basso della terza traccia “Inept” che rompe con il Noise agghiacciante della traccia precedente e la melodia orientaleggiante di “Chameleon”, nonché l’intro di batteria in “Hypnosis”).

Gli A/lpaca sono una band estremamente giovane (età media 23 anni) che stilisticamente parlando ha le idee piuttosto chiare e “Make It Better” oltre a presentarli in maniera schietta potrebbe nascondere in sé parecchie sorprese per le evoluzioni future. Stay alert and follow the beat.

Articolo di Giorgio Cappai

Tracklist “Make It Better”

  1. Beat Club
  2. Make It Better
  3. Inept
  4. Hypnosis
  5. Slave Antenna Array
  6. Chameleon
  7. I Am Kevin Ayers
  8. Citadel
  9. Lokomotiv

Line up A/lpaca

Christian Bindelli – voce,chitarra / Andrea Verrastro – basso / Andrea Fantuzzi – tastiere/ Andrea Sordi – batteria

© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!