26/02/2024

Nothing But Thieves, Milano

27/02/2024

Yann Tiersen, Padova

27/02/2024

X Ambassadors, Milano

27/02/2024

Nothing But Thieves, Milano

28/02/2024

Galoni, Roma

29/02/2024

Davide Van De Sfroos, Milano

29/02/2024

Any Other, Bologna

29/02/2024

Bobo Rondelli, Firenze

01/03/2024

Appino, Perugia

01/03/2024

Appino, Perugia

01/03/2024

N*O*Y*S*E, Mezzago (MB)

01/03/2024

David Ellefson (ex Megadeth), Bergamo

Agenda

Scopri tutti

Ai! “Manuale illusione”

Sonorità esotiche che si accompagnano a musicalità jazz con influenze ad ampio spettro

“Manuale Illusione” è il primo album del trio “Ai!”, fuori il 3 marzo su Locomotiv Records 2023.
L’album sviluppa sonorità esotiche che si accompagnano a musicalità jazz con influenze ad ampio spettro che, proprio perché non chiaramente identificabili, suscitano nell’ascoltatore una sensazione di piacevole indeterminatezza, con testi che fanno pensare l’ascoltatore, invitandolo alla riflessione. La costruzione armonica è ben congegnata, l’innesto fra melodie e sonorità di fondo ben costruito, l’uso degli strumenti da parte dei rispettivi artisti è di alto livello con riferimento al risultato sonoro ottenuto, omogeneo e bilanciato. Solo per portare un esempio su questo aspetto: veramente sapiente l’equilibrio del suono della chitarra elettrica con quello del sax nel pezzo “24 Febbraio”.

Alcuni brani risultano particolarmente interessanti, come “Onde concentriche”, così denso e ricco di suoni di fondo, o anche “Dimensioni” che al di là degli strumenti utilizzati, chiaramente occidentali, richiama alla mente la musica giapponese imprimendo un potente incedere ipnotico a tutto il pezzo. Ancora, “Manuale illusione”, che dà il titolo all’intero album, e che per gli intervalli di un semitono e di seconda aumentata si avvicina molto alle armonie arabe.

Da ascoltare con la dovuta attenzione il pezzo “Sopra le cose”; in particolare l’iniziale dialogo fra basso e chitarra elettrica che apre poi la strada al canto, canto che ha un incedere blues molto particolare, con l’inserimento successivo del sax e con il discendere della voce di un semitono per volta. Un pezzo molto lungo, nel quale i suoni sembrano via via sfilacciarsi e poi disperdersi nello spazio, con sonorità anni ’50, ma accattivante. Infine in “Pergamena” interessante l’introduzione, un elaborato mix fra sonorità tecnologiche e sonorità country, con un successivo impianto armonico quasi ispirato alla sveglia del servizio militare. Un album da ascoltare e riascoltare.

Articolo di Sergio Bedessi

Tracklist “Manuale Illusione”

  1. Dimensioni
  2. Onde Concentriche
  3. Blu
  4. Manuale Illusione
  5. 24 Febbraio
  6. Dadi
  7. Sopra Le Cose
  8. Pergamena

Line Up Ai!: Gabriele Ciampichetti, basso e chitarre / Luca Fattori, voce / Stefano Orzes, batteria
Con la collaborazione di Dico Fone, clarinetto, sax, flauto / Chie Yoshida, viola

Ai! on line:
https://www.youtube.com/watch?v=vx-2pNMXiF0

© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!