28/09/2022

Opeth, Roma

29/09/2022

C’Mon Tigre, Milano

29/09/2022

Lili Refrain + Juggernaut, Roma

30/09/2022

Paolo Nutini, Milano

30/09/2022

Negramaro, Milano

30/09/2022

Penny and Sparrow, Milano

01/10/2022

Assalti Frontali, Palermo

01/10/2022

Sons of the East, Milano

01/10/2022

Sons of the East, Milano

01/10/2022

Godspeed You! Black Emperor, Bologna

Agenda

Scopri tutti
Marc Bolan

“AngelHeaded Hipster, The Songs Of Marc Bolan And T.Rex”

Un grande album tributo prodotto da Hal Willner con superstar del calibro di U2, Elton John, Nick Cave, Joan Jett e molti altri

Marc Bolan con i suoi T.Rex è stato un faro, una guida, una delle stelle più brillanti nel firmamento del Rock. Fino a quel fatidico 16 settembre 1977, quando trovò la morte in un incidente automobilistico un paio di settimane prima di compiere 30 anni, è stato un campione di vendite, un’influenza costante per i suoi colleghi e per almeno un paio di generazioni di musicisti in erba.

Da allora il mondo del Rock non ha mai smesso di tributarlo in un modo o nell’altro, sia come precursore della scena glam sia come scrittore di successi da classifica. Non si contano infatti le cover di suoi pezzi registrate da varie rock band attraverso i decenni. Un ragazzo innamorato del Rock’n’Roll, che a fine anni ’60 cercò di trovare una sua strada partendo da una miscela di Folk e Pop contaminata dagli effluvi psichedelici del decennio che stava per chiudersi. Andò poi incontro alla fama con la sua svolta elettrica, mietendo successi su successi nel suo periodo d’oro dal 1971 al 1974.

Nell’anno dell’inclusione dei T.Rex nella Rock & Roll Hall Of Fame arriva questo grande album tributo prodotto da Hal Willner, scomparso purtroppo ad aprile a causa del covid-19, la cui pubblicazione è prevista per il 4 settembre 2020.

Nella mente di Willner il concetto di questo album era riportare l’attenzione sul Bolan autore, tralasciando qualsiasi altro aspetto e cercando di ritornare al punto di partenza. La musica e il viaggio compiuto da Marc in quasi 10 anni alla ricerca della propria identità musicale.

Il cast è quanto mai vario e include superstar del calibro di U2, Elton John, Nick Cave, Joan Jett e molti altri. I pezzi scelti coprono l’intero catalogo di Marc e delle varie incarnazioni dei T.Rex, sono presenti sia i grandi hit singles ma anche altre tracce che difficilmente hanno trovato posto nei vari greatest hits pubblicati.

 Così dall’iniziale “Children Of The Revolution”, fino alla conclusiva “She Was Born To Be My Unicorn/Ride A White Swan” con il duetto di Gavin Friday e la magica voce di Maria McKee, l’album ci regala incredibili momenti di talento. Di conseguenza, l’obbiettivo principale del progetto di indirizzare l’attenzione sul grande talento del Bolan autore è sicuramente soddisfatto.

Fra le ventisei tracce incluse si distinguono l’iniziale tripletta “Children Of The Revolutions” di Kesha,  “Cosmic Dancer” nella magistrale interpretazione di Nick Cave, e “Jeepster” che pare essere stata scritta proprio per Joan Jett. Il mega hit “Get It On” è presente in due versioni, ma in alternativa alla versione di lusso con U2 e Elton John preferisco segnalare la versione shuffle/swing di David Johansen, che qui avrebbe potuto firmarsi con il nome del suo alter ego Buster Poindexter, visto il tenore della sua versione. Ottimo Perry Farrell con “Rock On” e Lucinda Williams con una eterea “Life’s A Gas”, Father John Misty con “Main Man” e Todd Rundgren con una stravolta “Planet Queen”.

Vista la grande varietà di artisti coinvolti, ognuno potrà trovare le sue versioni preferite, quello che rimane alla fine è un album composto da grandissime canzoni di un artista unico come Marc Bolan, la cui eredità rimane pronta a essere divisa fra schiere di vecchi e nuovi fan.

Articolo di Andrea Bartolini

Track list “AngelHeaded Hipster”

  1. Children Of The Revolution – Kesha
  2. Cosmic Dancer – Nick Cave
  3. Jeepster – Joan Jett
  4. Scenescof – Devendra Banhart
  5. Life’s A Gas – Lucinda Williams
  6. Solid Gold, Easy Action – Peaches
  7. Dawn Storm – Børns
  8. Hippy Gumbo – Beth Orton
  9. I Love To Boogie – King Khan
  10. Beltane Walk – Gaby Moreno
  11. Bang A Gong (Get It On) – U2 feat. Elton John
  12. Diamond Meadows – John Cameron Mitchell
  13. Ballrooms Of Mars – Emily Haines
  14. Main Man – Father John Misty
  15. Rock On – Perry Farrell
  16. The Street and Babe Shadow – Elysian Fields
  17. The Leopards – Gavin Friday
  18. Metal Guru – Nena
  19. Teenage Dream – Marc Almond
  20. Organ Blues – Helga Davis
  21. Planet Queen – Todd Rundgren
  22. Great Horse – Jessie Harris
  23. Mambo Sun – Sean Lennon and Charlotte Kemp Muhl
  24. Pilgrim’s Tale – Victoria Williams with Julian Lennon
  25. Bang A Gong (Get It On) Reprise – David Johansen
  26. She Was Born To Be My Unicorn / Ride A White Swan – Maria McKee

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!