01/10/2022

Assalti Frontali, Palermo

01/10/2022

Sons of the East, Milano

01/10/2022

Sons of the East, Milano

01/10/2022

Godspeed You! Black Emperor, Bologna

02/10/2022

Counting Crows, Padova

02/10/2022

Ministri, Bologna

02/10/2022

Marlene Kuntz, Palermo

03/10/2022

Sigur Ros, Padova

03/10/2022

David Keenan, Torino

Agenda

Scopri tutti
ann wilson

Ann Wilson “Fierce Bliss”

Questo disco è come un piatto cucinato dalla nonna: pieno di amore, onesto e che non delude mai

Ann Wilson, una delle voci femminili più inconfondibili dell’Hard Rock americano, da quando ha deciso di intraprendere la carriera solista, con tanto di strascico polemico con la sorella Nancy, non ha smesso di stupirci. Con “Fierce Bliss”, fuori il 29 aprile su Silver Lining Music, la cantante e autrice abbandona il percorso “sicuro” dell’album di cover, per gettarsi nella mischia, e rischiare in prima persona. 11 canzoni, 3 sole cover e una manciata di collaborazioni che lasciano il segno, ecco il resoconto di un album che in gergo anglosassone viene definito grower, cioè che cresce di ascolto in ascolto.

Un disco all’antica aggiungerei, che rifugge ogni legame con il presente, ma non si rifugia nel passato, e sceglie la via dell’onestà e della coerenza. Hard Rock, Blues, arrangiamenti puliti e diretti con le chitarre in bella evidenza, specie quando a imbracciarle sono Warren Haynes dei Gov’t Mule e Kenny Wayne Shepherd, e la voce pronta a svettare su tutto.

Già, perché tutto si può dire, ma non che Ann non abbia una “voce” e finalmente, in questo disco, è possibile apprezzarla in tutte le sue sfumature. Epica e solenne in “Gladiator”, zeppeliniana quanto basta e sorretta da un Warren Haynes superbo, notturna e blues nella cover di “Bridge Of Sighs” di Robin Trower o perfettamente a suo agio nelle trame pop del primo singolo “Greed”.

“Love Of My Life” dei Queen cantata in coppia con l’idolo country Vince Gill lascia il tempo che trova ma di cui capiamo la scelta di marketing, a cui fa però da contraltare una “Mercenary Man” dal repertorio degli Eurythmics che quasi supera l’originale. Per quanto mi riguarda poi, adoro crogiolarmi nelle trame oscure e minacciose di “Black Wing” che sarebbe stata perfetta per un duetto con Layne Staley e nel torrido “Angel Blues”.

Che dire, per chi come me non ha smesso di amare certe sonorità immortali e svincolate dal tempo, “Fierce Bliss” è come un piatto cucinato dalla nonna: pieno di amore, onesto e che non delude mai.

Articolo di Jacopo Meille

Tracklist “Fierce Bliss”

  1. Greed
  2. Black Wing
  3. Bridge of Sighs
  4. Fighten for Life
  5. Love of My Life (feat. Vince Gill)
  6. Missionary Man
  7. Gladiator
  8. Forget Her
  9. A Moment in Heaven
  10. Angel’s Blues
  11. As the World Turns

Ann Wilson line up: Ann Wilson voce / Tom Bukovac chitarra / Tony Lucido basso / Sean T Lane batteria e percussioni / Gordon Mote tastiere / Tim Lauer tastiere
Guests:
Vince Gill voce su “Love of My Life”
Kenny Wayne Shepherd chitarra solista su  “Bridge of Sighs” e “Missionary Man”
Warren Haynes chitarre su “Gladiator” e “Angel’s Blues”
Tyler Boley chitarra su  “Black Wing”
Danny Louis tyastiere su  “Gladiator” e “Angel’s Blues”
Dan Walker tastiere su  “Black Wing”
Jorgen Carlsson basso su “Gladiator” e “Angel’s Blues”
Andy Stoller basso su “Black Wing”
Matt Abts batteria su “Gladiator” e “Angel’s Blues”
The Rev Nathan Young Singers su “Missionary Man”

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!