Bodoni

Bodoni “Domestik Violence”

Un lavoro che deborda energia ben organizzata e incanalata in dieci tracce tutte ugualmente ispirate e convincenti

“Domestik Violence”, pubblicato il 5 aprile 2021, è il secondo lavoro dei Bodoni, e con questo disco la rock band ferrarese da seguito a “Liveb” pubblicato nel 2018. Anticipato dal singolo “Lipstick”, questo nuovo album, carico e intenso come nel loro stile, si fa notare subito per un differente approccio in sede di missaggio. Se nel precedente lavoro la voce aveva una posizione predominante nel bilanciamento sonoro, in questo nuovo lavoro viene scelto spesso di tenerla un po’ più dentro al mix: questo permette di apprezzare meglio le tessiture strumentali dei pezzi, e ottenere un maggiore senso di amalgama e compattezza generale.

Si tratta di pezzi che ancora traggono il loro nutrimento principalmente dal patrimonio musicale degli anni ’90 e da quella multiforme scena musicale che offriva Hard Rock, Metal, Punk, Post Punk, Stoner e altro tutto spesso egualmente etichettato come Grunge, una di quelle etichette create solo a uso e consumo della stampa e delle etichette discografiche. Ma mettendo da parte sterili disquisizioni stilistiche e tornando a “Domestik Violence”, ci troviamo con piacere davanti a un lavoro che deborda energia ben organizzata e incanalata in dieci tracce tutte ugualmente ispirate e convincenti.

Non è un disco facile: la scelta del singolo “Lipstick” un pezzo cupo, drammatico e distorto che tratta di abusi domestici che sfociano in omicidio ne è esempio chiarificatore. Il resto del disco tratta a più riprese il tema dei rapporti umani e di come a volta si trasformino in violenza e prevaricazione. Se la cadenzata “Sharp Toe”, che appunto richiama certi impasti vocali, è dedicata a Layne Staley degli Alice In Chains, “Midtown Massacre” trae spunto dagli scontri al confine fra Venezuela e Colombia e lo fa con un cipiglio punk che sembra uscito direttamente dal 1977.

Intendiamoci: i ragazzi della band sanno bene di muoversi in territori già ampiamente esplorati, e se grandi canzoni, perché di questo si tratta, come “Blinding Figure Of Desire” o la sarcastica “Influencer Influenza” riportano alla mente qualche celebre nome poco importa.

Il Rock’n’Roll è essenzialmente una questione di fede, la fede è solitamente cieca e non ha bisogno di una grande memoria. Aggiungiamo che i Bodoni praticano questa fede con fervore, cuore, passione e con la giusta attitudine e ci troviamo quindi pronti a posizionare questo “Domestik Violence” sullo scaffale riservato agli oggetti da preghiera.

Articolo di Andrea Bartolini

Track list “Domestik Violence”

  1. Roving Atwarth The Inner Shadow
  2. Blinding Figure Of Desire
  3. Sharp Toe
  4. Influencer Influenza
  5. Coming Over
  6. Midtown Massacre
  7. Lipstick
  8. Restroom Stigma
  9. Google Search
  10. Where The River Flows

Line up Bodoni

Nico P. – Voce, Chitarra/ Danny – Batteria/ Memo – Chitarra, voce/ Parme –  Basso

Bodoni online

facebook – https://www.facebook.com/bodonify
instagram – https://www.instagram.com/bodonify
twitter – https://twitter.com/bodonify
web – www.bodonify.com

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!

26/01/2022

Pier Cortese, Bologna

27/01/2022

Cheap Wine, Bergamo

27/01/2022

Mogwai, Milano

28/01/2022

Nada, Prato

28/01/2022

Cheap Wine, Pavia

28/01/2022

Mogwai, Roma

29/01/2022

Mogwai, Modena

05/02/2022

Jethro Tull, Varese

06/02/2022

Jethro Tull, Padova

07/02/2022

Jethro Tull, Milano

09/02/2022

Jethro Tull, Torino

10/02/2022

Eugenio Bennato, Prato

Agenda

Scopri tutti