05/12/2022

Stick to Your Guns + Knocked Loose, Milano

05/12/2022

Airbourne, Milano

06/12/2022

Talèa, Gorizia

06/12/2022

Tre Allegri Ragazzi Morti, Prato

06/12/2022

Voivod, Mezzago

06/12/2022

The Zen Circus, Bologna

07/12/2022

Pierpaolo Capovilla e i Cattivi Maestri, Pordenone

07/12/2022

Talèa, Vicenza

07/12/2022

Voivod, Cagliari

Agenda

Scopri tutti
Emma Nolde

Emma Nolde “Dormi”

Album diretto ed essenziale, di grande sostanza e di enorme spessore

Bellissimo. Non credo che esistano altri aggettivi per descrivere il “sophomore album” (come piace scrivere ad alcune webzine) di Emma Nolde, uscito il 30 settembre per Woodworm. O magari potreste usare qualche sinonimo, ma il giudizio rimarrebbe invariato. “Dormi” giunge a due anni e qualche giorno di distanza da “Toccaterra”, il disco di esordio che già ci era piaciuto parecchio, e conferma il percorso di crescita di questa poco più ventenne cantautrice della provincia pisana.

È un album di 35 minuti scarsi divisi fra 10 tracce, diretto ed essenziale, di grande sostanza e di enorme spessore. Quello che colpisce fin dai primi ascolti è la grande efficacia della produzione (curata dalla stessa Emma Nolde e da Francesco Motta): niente, nei 10 episodi del disco, appare eccessivo o sovrabbondante ed ogni cosa è perfettamente dosata nonostante la ricchezza degli arrangiamenti:  si va dall’uso degli archi nell’iniziale “Fuoco coperto” o nella splendida “La stessa parte della Luna”, scelta come singolo di traino, ma anche nella title track e nel capolavoro “Te ne sei andata per ballare”, canzone sul distacco forzato dalla sorella.

C’è poi il quasi-rap di “Voci stonate” e della sua potente sezione fiati, e quella “Respiro” che aveva già fatto capolino nei concerti dell’estate passata e che ricorda un po’ le sonorità e le atmosfere di “Berlino”, ed anche la bella “Non so chi sei” che mescola elettronica, chitarre acustiche e voci stratificate, fino all’irresistibile crescendo di “CQVT” e alla perfetta canzone d’amore “Ti prometterei”, lasciata volutamente in versione live in studio con tanto di scricchiolio del sedile del piano. Insomma, un lavoro che è molto più di una conferma e che sicuramente chiude con tre mesi di anticipo la lotta ad accaparrarsi il titolo di disco italiano del 2022. Il disco di una ragazza di 22 anni che chissà quali altri gioielli potrà regalarci in futuro.

Articolo di Michele Faliani

Tracklist “Dormi”

1. Fuoco coperto (Intro)
2. Voci stonate
3. La stessa parte della luna
4. Dormi
5. Respiro
6. Non so chi sei
7. Te ne sei andata per ballare
8. Storia di un bacio
9. CQVT
10. Ti prometterei (Live in Studio)

Emma Nolde online:
https://www.facebook.com/emmanoldee/
https://www.instagram.com/emmanlde/

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!