19/06/2024

Lovebites, Milano

19/06/2024

Turnstile, Milano

19/06/2024

Vasco Rossi, Milano

19/06/2024

Turnstile, Milano

20/06/2024

Arab Strap, Castiglione del Lago (PG)

20/06/2024

Vasco Rossi, Milano

21/06/2024

Marlene Kuntz, Castelvolturno (CE)

21/06/2024

Apolide Festival, Ivrea (To)

21/06/2024

Air, Roma

21/06/2024

Motta, Ivrea (TO)

21/06/2024

La Prima Estate Festival, Lido di Camaiore (LU)

21/06/2024

NewDad, Piacenza

Agenda

Scopri tutti

Endless Harmony “Emerge”

Nuovi brani inediti con un sound più pesante e cupo, tra il Metal e l’Alternative Rock

Nel Veneto e in particolare nella zona veronese stanno crescendo numerose nuove realtà interessanti, una fucina di artisti e band dal talento emergente. Mi si perdoni il gioco di parole, ma è proprio questo ultimo aggettivo che serve per introdurre questo album “Emerge”, nuovo lavoro del gruppo Endless Harmony, altra proposta proveniente dalla città scaligera e fuori dal 13 gennaio 2023 per VREC. Ho avuto modo di recensire lo scorso dicembre un loro singolo, il terzo in ordine di uscita dal titolo “To The Limit (Push Me)” che mi aveva favorevolmente colpito per la sua energia e vivacità, un pezzo dai toni dark con incisivi riff di chitarra, di presa immediata e dal gran ritmo.

Il titolo di questo intrigante motivo, letteralmente al limite, unito a quello dell’album pone l’accento su importanti considerazioni. In primis, il desiderio di questi giovani nel tornare a esprimersi compiutamente, superare questo difficile momento che ha attanagliato la società per così troppo tempo, riprendendo un percorso che si era bruscamente interrotto. Purtroppo per tutti i gruppi, la pandemia ha rappresentato un impasse notevole sia per l’impossibilità di lavorare in studio che per l’attività live, dilatando i tempi per amalgamare i nuovi lavori. Adesso finalmente, gli artisti iniziano a riappropriarsi degli spazi che le ultime vicende avevano cancellato. C’è il grande entusiasmo di tornare in sala di registrazione, di dare vita e colore a nuovi progetti.

Questo pregevole disco, che conferma le aspettative positive della vigilia, interpreta anche un concetto più ampio: la volontà di riemergere, come se qualcuno ci avesse fatto sprofondare in un abisso, da cui adesso vogliamo affiorare per tornare a esistere, a esprimere le nostre emozioni in un processo di costante ricerca verso il miglioramento.

Ecco che “To The Limit (Push Me)” è forse emblematica di questo album, un invito a superare gli ostacoli e le difficoltà che il cammino ci pone contro, certi che con questa motivazione ne usciremo ancora più forti.
“Emerge” rappresenta la somma di tutti questi elementi e li esprime sino dalla suggestiva copertina, il cui artwork raffigura un corpo che fuoriesce da un’acqua dai colori scuri e torbidi, quasi allegoria dei tempi attraversati di recente. Al contempo quest’immagine esprime l’accettazione di questa esistenza a volte cupa e l’acquisizione di una consapevolezza che ci permetta di non temerne gli aspetti tenebrosi e pieni d’insidie.

Il disco si compone di sette tracce, per una durata complessiva di 28 minuti intrisi di pura energia. Un suono che sprigiona verve sino dall’inizio con i primi tre pezzi, pubblicati anche come singoli, a evidenziare quelle che sono le peculiarità della band; un intenso Dark Metal, dove però la formazione è capace di inserire anche elementi alternative e talvolta qualche sfumatura psichedelica. Risaltano le potenzialità di Pamela Pérez, vocalist italo/dominicana dalla meravigliosa voce e frontwoman del gruppo, ma al contempo la bravura del chitarrista Riccardo Cipriani, mentre la sezione ritmica conferisce ulteriore vigore al suono.

“Demonized” e “In the Meantime” sono trascinanti, accanto al loro incedere effervescente presentano suggestivi ritornelli dai sapori evocativi. Il secondo in particolare nasce da un delicato arpeggio di chitarra, prima di scatenare i suoi energici riff; il brano è forse quello dagli aspetti più luminosi e psichedelici con una melodia accattivante e l’ammaliante assolo di chitarra finale. “Another Place” e “Enrage” sottolineano la forza dirompente del gruppo: superlativa la Pérez, capace di alternare tonalità più soft e magnetiche a momenti dai picchi altissimi. Il brano conclusivo “98” è forse la canzone più atipica dell’intero lavoro, dove una trama dinamica e incalzante, sempre molto dark, esalta gli strumenti che rincorrono in una girandola sonora i vocalizzi della cantante. Il titolo prende spunto dalla fase creativa originaria del pezzo, inizialmente suonato in 9/8.

Il gruppo ha tutte le potenzialità per un futuro radioso. L’alchimia fra i giovani protagonisti rende suggestiva e coinvolgente la vena dark che li contraddistingue. Il suono espresso risulta non di meno ricco di sfumature, tale da poter essere apprezzato da un vasto pubblico. Attendiamo fiduciosi i loro prossimi progetti.

Articolo di Carlo Giorgetti

Tracklist “Emerge”

  1. Demonized
  2. To the Limit (Push Me)
  3. In The Meantime
  4. Suffer
  5. Enrage
  6. Another Place
  7. 98

Line up Endless Harmony: Pamela Pérez Voce, Cori / Riccardo Cipriani Chitarre / Matteo Signorato Basso / Giuseppe Saggin Batteria, Percussioni

Endless Harmony online:
Facebook: https://www.facebook.com/endlessharmony.music/
Instagram: https://www.instagram.com/endlessharmony.band/
Youtube: https://www.youtube.com/watch?v=_EPeoWEL9iE

© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!