21/04/2024

Enrico Gabrielli, Alpette (TO)

21/04/2024

Giovanni Truppi + Band vs Sibode DJ, Roma

21/04/2024

James Senese JNC, Roma

21/04/2024

Will Hunt, Palermo

23/04/2024

Gianluca Grignani, Pozzuoli (NA)

23/04/2024

Will Hunt, Mantova

23/04/2024

FREEWAY JAM, a salute to JEFF BECK, Bergamo

23/04/2024

Alain Johannes, Milano

23/04/2024

Will Hunt, Medole (MN)

24/04/2024

Nobraino, Bari

24/04/2024

Daiistar, Bologna

24/04/2024

R.Y.F., Madonna dell’Albero (Ravenna)

Agenda

Scopri tutti
Finaz

Finaz “Cicatrici”

Finaz vuole riuscire ad emozionarti, a offrirti suoni che mai avresti pensato potessero venire fuori da una “semplice” chitarra acustica

Finaz è un trapezista della musica. È un chitarrista che vuole lasciarti a bocca aperta, riuscire ad emozionarti, a offrirti suoni che mai avresti pensato potessero venire fuori da una “semplice” chitarra acustica. E c’è un motivo per questo: non ho conosciuto mai alcun altro musicista capace di immedesimarsi nel pubblico mentre suona come Finaz; i suoi occhi sono veloci come le sue dita nel cogliere gli umori di chi gli sta davanti e questo lo porta ad essere imprevedibile e sempre alla ricerca del contatto, dell’emozione.

“Cicatrici” il suo terzo disco solista, fotografa perfettamente l’incredibile varietà di stili e influenze che lo definiscono. Canzoni come “Cicatrici”, come segni indelebili di un percorso in perenne “essere” e che non riposa sugli “allori” presunti o reali. Un percorso che si nutre degli incontri di amici di lunga data – lo splendido duetto con Petra Magoni che apre il disco in modo tanto cupo quanto denso di energia – e nuove collaborazione come nel caso di “Heart Of Stone”, il singolo con l’armonicista texano Alex Ruiz, polveroso e bluesy.

C’è l’estate in “Just Like Always” sbarazzina e leggera e che ben si lega con “Follow Your Mind” più notturna, cantate con sicurezza dallo stesso Finaz, a conferma del suo desiderio di creare un ponte ancor più solido per i suoi ascoltatori, a quali offre anche dei veri e propri paesaggi sonori nei quali immergersi e perdersi come nel caso di “Marrakech Moon” o “Mojave Song”.

Questo suo apparente sembrare di sfuggire a una catalogazione è in realtà una forte rivendicazione di spirito libero errante che appartiene o dovrebbe appartenere a ogni artista del Mediterraneo, quel mare che lambisce le terre più diverse tra loro eppure con un storia comune che s’intreccia tra i secoli lasciando tracce ora evidenti, ora nascoste, note e misteriose che è possibile sentire e “trovare” nella musica di Finaz.

La vita è un viaggio, e un viaggio senza colonna sonora non sarebbe tale.

Articolo di Jacopo Meille

Track list “Cicatrici”

  1. Cicatrici feat. Petra Magoni
    2. Piccola Sonata
    3. Heart Of Stone feat. Alex Ruiz
    4. Hotel K
    5. Just Like Always
    6. Mojave Song
    7. Bambaya
    8. Tu Sì ‘Na Cosa Grande
    9. Follow Your Mind
    10. I Want You
    11. Marrakech Moon feat. Sara Piolanti
    12. Dici che non è amore feat. Giambattista Galli
    13. Mozartiana
    14. The String Theory
© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!