30/05/2024

American Football, Milano

30/05/2024

Sgranar per colli & Bellavista Social Fest 2024, Buggiano (PT)

30/05/2024

Cor Veleno, Nerviano (MI)

30/05/2024

Nils Frahm, Milano

30/05/2024

Nils Frahm, Milano

30/05/2024

Vintage Violence, Novate Milanese (MI)

30/05/2024

Giorgio Canali & Rossofuoco, Roma

31/05/2024

Gabriella Martinelli, Firenze

31/05/2024

Diaframma, Buggiano (PT)

31/05/2024

Charlotte Sands, Milano

31/05/2024

Indie Head Quarter 2024, Malborghetto di Boara (Ferrara)

31/05/2024

Wacken Metal Battle Italy 2024, Firenze

Agenda

Scopri tutti
Flares on Film

Flares on Film “About Love, War and Electricity”

Interazione tra analogico e digitale pur mantenendo distinte le peculiarità di ogni singola traccia

Esce il 10 novembre 2021 “About Love, War and Electricity”, il nuovo progetto dei Flares on Film per la LIFT Records. Il terzo album del gruppo barese si compone di otto brani per lo più di atmosfera chill-out e sound elettronico accattivante in cui veniamo attratti per dare respiro alla nostra esistenza lasciandola andare in una sorta di fatalismo musicale.

L’apertura con “Mermerizo” ci introduce subito nel vortice dell’elettronica che insieme alla voce corale disegna paesaggi musicali per proiezioni di una coscienza fotografata nella sua introspezione e anelito verso un altrove che ancora rimane un’ipotesi. “19” eredita questo desiderio in un abbraccio sonoro avvolgente che diventa ipnosi e sogno per aprirsi, poi, nel clima anni ’90 della successiva “About you”. Qui come in “Stay”, la voce è delicata, ma decisa e si muove dritta come una freccia in una struttura melodica affiancata dalla potenza sonora del beat elettronico e l’uso del synth. L’effetto, ça va sans dire, è di cattura immediata dell’attenzione dell’ascoltatore.

Più seducenti sono, invece, “Call If You Need Me” e “The Longest Distance” dove la coralità vocale si compenetra con i suoni digitali per diventare un gioco di specchi interiori che si rincorrono su ogni beat. C’è una certa lentezza ricercata e voluta per aumentare la sensazione di abbandono alla vita vista nel momento in cui la viviamo, compresa la musica che ascoltiamo. C’è dolcezza in ciò che ci circonda, e nel mantra close your eyes di “The Eyes” voci e suoni sono un sussurro che entra nello spirito per diventare onda che lo trascina via verso un ignoto che, però, non fa paura. L’album si chiude “An Old Photogaph”, un dream pop dove l’apertura musicale cresce in sonorità fatte di battiti pulsanti e atmosfere lisergiche ricche di scenari in cui perdersi è trovare se stessi.

“About Love, War and Electricity” esprime un fascino sonoro definito in cui sono disegnati interi mondi interiori ed esteriori grazie all’uso sapiente di suoni digitali e liriche efficaci. Al primo ascolto, la sensazione è quella di essere abbracciati da un mondo che è quello presente, ma guardato con occhi nuovi come se fosse la prima volta. Nel complesso, siamo trascinati in un flusso continuo di trame sonore: dal beat elettronico si sviluppa una miscela di armonie con strumenti quali synth, batterie, viole e violini, chitarre creando un’ammaliante interazione tra analogico e digitale, pur mantenendo distinte le peculiarità di ogni singola traccia. Se volete che il vostro cuore, la vostra mente e la vostra anima vengano rapiti, questo è l’album che fa per voi.

Articolo di Alma Marlia

Track List “About Love, War and Electricity“

  1. Mermerizo
  2. 19
  3. About You
  4. Call If You Need Me
  5. The Longest Distance
  6. The Eyes
  7. Stay
  8. An Old Photograph

Line Up Flares on Film
Filiberto Petracca – voce/chitarra / Michele De Luisi – violini, viole, theremin, arrangiamenti di archi / Marco Fischietti – batteria acustica

© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!