19/04/2024

Ghostly Kisses, Milano

19/04/2024

Furor Gallico, Bologna

19/04/2024

Giovanni Truppi + Band vs Sibode DJ, Brescia

19/04/2024

Nobraino, Firenze

19/04/2024

Marlene Kuntz, Roncade (TV)

19/04/2024

Trophy Eyes, Milano

19/04/2024

Erlend Øye & La Comitiva, Bologna

19/04/2024

Malvax, Torino

19/04/2024

Lorenzo Polidori, Tommaso Doglia, Fabrizio Bianco, Firenze

19/04/2024

Blue Drama, Fiesole (FI)

19/04/2024

Will Hunt, Torino

19/04/2024

Finntroll, Milano

Agenda

Scopri tutti
Floatie

Floatie “Voyage Out”

Un turbinio di melodie costruite su poliritmie di tempi dispari che si rincorrono e si scontrano

“Voyage Out” è il debutto dei Floatie, band di Chicago catalogabile nel filone math rock. Il disco è uscito il 26 marzo 2021 per Exploding Sounds Records, etichetta newyorkese sempre attiva e propositiva nel panorama indie rock statunitense. L’album affonda le sue radici negli anni Novanta, in particolar modo in band come i Real Estate, i Build To Spill e i Yo La Tengo.

Ogni canzone dell’album, nove per l’esattezza per ventisette minuti di musica totali, è un turbinio di melodie costruite su poliritmie di tempi dispari che si rincorrono e si scontrano producendo una voluta e apparente casualità. L’ascoltatore si trova come catapultato in una dimensione astratta, un’atmosfera in sospensione tra la delicatezza e la tensione nella quale irrompe la voce filtrata e bisbigliante di Sam Bern, donando un po’ di regolarità al tutto. Questo caos controllato crea l’impressione che non ci sia un reale confine tra un brano e l’altro, contribuendo a rendere l’ascolto particolarmente leggero nonostante la proposta sia particolarmente intricata.

A brani particolarmente incalzanti come la scintillante title track se ne affiancano altri più ragionati come “Castle Man” e “In The Night” che contribuiscono a mettere ordine nella cascata di note che costituisce l’album. La produzione gioca un ruolo fondamentale: la batteria asciutta scandisce minuziosamente gli spazi nei quali gli altri tre strumenti, particolarmente ovattati nell’intonazione, creano un amalgama sonora compatta e avvolgente.

Se dovessi paragonare il debutto dei Floatie a un cibo questo sarebbe il miele: nutriente, dolce e fragrante. Un’esperienza fresca e nutriente consigliata a tutti.

Articolo di Giorgio Cappai

Tracklist “Voyage Out

  1. Shiny
  2. Water Recipe
  3. In The Night
  4. Voyage Out
  5. The Envoy
  6. Catch A Good Worm
  7. Castleman
  8. Ode To Shakleton
  9. Lookfar

Line up Floatie

Sam Bern – Chitarra/voce

Joe Olson – basso voce

Will Wisniewsk -Chitarra, synth, voce

Luc Shultz – Batteria

© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!