01/10/2022

Assalti Frontali, Palermo

01/10/2022

Sons of the East, Milano

01/10/2022

Sons of the East, Milano

01/10/2022

Godspeed You! Black Emperor, Bologna

02/10/2022

Counting Crows, Padova

02/10/2022

Ministri, Bologna

02/10/2022

Marlene Kuntz, Palermo

03/10/2022

Sigur Ros, Padova

03/10/2022

David Keenan, Torino

Agenda

Scopri tutti
Freddie Maguire

Freddie Maguire “Evidence”

Vento forte su Chicago, ma non soffia dal Michigan; arriva dritto dall’Italia

8 febbraio 2022, segnate questa data come momento in cui la musica ha consolidato un ponte già forte fra Stati Uniti e Italia. In questo giorno, infatti, è uscito il nuovo lavoro di Freddie Maguire, per la Last Dash Records di Chicago che lo ha anche prodotto, ed è un’autentica libidine per chi adora lasciarsi coinvolgere dal Blues.

Blues urbano, Swing, Funky, Rhythm and Blues, Jazz, Soul diventano i pilastri su cui fondare e costruire un’opera che fa risorgere la consapevolezza che questi generi continueranno ad accompagnare i gusti e le scelte musicali dell’essere umano; sono stili che hanno nel racconto delle verità emotive, attraverso la musica e le parole, la loro concretezza e la loro purezza e in questo disco sono proprio evidenti, come sottolinea il titolo.

“Evidence” è uno scrigno che contiene otto gioielli preziosi per il cuore, per la sensibilità e per i pensieri. Otto tracce che scatenano la forza delle Blue Note su chi ascolta, ed è bello lasciarsi travolgere e trascinare da questa corrente perché lasciarsi andare alla musica, a questa musica, è sempre un aiuto per ritrovarsi, per capirsi e per arrivare a risposte di cui neanche sospettavamo l’esistenza.    

Frederick Maguire, autore di tutti i testi, e Roberto Dusi compongono e danno vita, con gli altri musicisti, a un album che conquista subito un posto d’onore fra le playlist di chiunque ami Blues, Jazz e tutti i loro generi collegati. La voce di Freddie Maguire è subito protagonista in “Get Your Groove”, un Funky – Soul che salta dai bassi agli alti con una dinamica che stende ogni forma di resistenza a battere il tempo e abbraccia il groove che vive in ognuno di noi.

“Red Wine Woman (You’re Mine)” è grintosa e sexy; proprio come dovrebbe essere la seduzione di una donna sicura di sé che ci guarda, sorseggiando vino rosso intenso, sorride e crede di averci sotto controllo. Per conquistarla, bisogna andare con ancora più sicurezza.

“Mellow Blue” è una miscela di fumo intrisa di Blues e Jazz che si sfiorano, si toccano, giocano con le nostre anime. Atmosfera solitaria di un bar clandestino nei bassifondi di Chicago dove si va per dimenticare e imparare a sognare di nuovo. “Painted Woman” ci riporta in superficie e ci mostra un nuovo volto che unisce perfettamente gli ingredienti della Black Music.

“Feelin’ Almost Blue” è quel sottile rasoio che passa leggero sulla pelle e si muove al confine fra ciò che potrebbe essere, ciò che è e ciò che non è. Si assapora l’idea del taglio senza provarlo in realtà e, quindi, comprendiamo il valore dell’immaginazione. “You Made Love To My Soul” trova un ritmo e un riff vincenti per creare un gioco indissolubile fra anima e corpo; il busto va a tempo con collo e testa, si balla con la grinta della voce di Maguire che accompagna i nostri sussulti.

“Take My Blues Away” è uno Shuffle che risveglia vecchi sogni piacevolmente irrealizzabili e che ci tengono lì a trovare risposta nel Blues. Buttare via i diavoletti blu che appartengono a ognuno di noi, portarli fuori per far sì che si esprimano e lascino la nostra anima, tutto questo è possibile solo attraverso il canto e il suono di Blue Note dirette e sincere.

“Senseless Rain” è lo Slow struggente che cattura i sentimenti e ti fa realizzare che qualunque riscatto per riaverli indietro è inutile. Hai solo la possibilità di lasciarti coinvolgere fino in fondo e, forse, solo se la musica vorrà e ti riterrà giusto per lei, alla fine dell’oscuro, troverai qualcosa di nuovo per riprendere il tuo cammino…altrimenti, sarai perso nel Blues.

“Evidence”, registrato tra Italia, Chicago e Arizona, è una favola per chi da sempre vive di Blues ed è una chiave per aprire la porta per chi non si è ancora avvicinato al genere, scegliete voi a quale schieramento sentite di appartenere. Il disco non ha veramente confini. I musicisti che hanno collaborato al progetto rendono tutto così scorrevole, naturale, empatico e calibrato in un mondo, quello della Black Music, che, in realtà, è pieno di incroci, storia e vortici emotivi.

Oltre agli autori, Frederick Maguire, voce che sa vivere ogni istante di una canzone, e Roberto Dusi, chitarra che tocca e fa vibrare le corde del cuore che sono molte di più di sei, anche gli altri musicisti regalano quella magia che solo le atmosfere della Black Music possono creare. Sergio Montaleni, alla chitarra in “Get Your Groove” è un fuoco Funky che colora il cielo di groove. Andrea Taravelli, al basso, e Carmine Bloise, alla batteria, formano una sezione ritmica che dimostra gusto, tocco ed eleganza in ogni contesto. Simone Migani, al piano in “Mellow Blue”, “Feelin’ Almost Blue” e “Senseless Rain”, è un giocatore d’azzardo con le nostre emozioni, le sue note entrano da ogni poro della pelle e quando te ne rendi conto è troppo tardi, sei già vittima. John Kattke, all’Hammond in “Painted Woman” e “Take My Blues Away”, regala quelle vibrazioni sonore durature che coltivano il pathos necessario nel Blues.

Ric Hall è chitarra, insieme a Dusi, in “Feelin’ Almost Blue”, il ché impreziosisce e arricchisce i suoni e le sorprendenti soluzioni nei dialoghi lenti e passionali fra gli strumenti di un pezzo così coinvolgente. Charles Mack, alla voce insieme a Maguire, e Paul Hannover, all’armonica, invece, contribuiscono ai sapori urbani di “Take My Blues Away”; la voce di Mack lega perfettamente, nello stile e nelle necessità della canzone, con quella di Maguire e i 10 fori di Hannover rendono lo Shuffle ancora più lucente, proprio come una stella in più nello skyline della Windy City.

La voce di Freddie Maguire è quella del leader onesto e sincero, è calda, profonda, vibrante e sempre con i toni giusti per vivere di sentimento. La voce di un narratore di canti epici, perché questo Blues è da epoca presente e futura. Non a caso, ha debuttato dal vivo in un luogo dove la leggenda supera la realtà: il Buddy Guy’s Legends, il locale del celebre chitarrista a Chicago, lo scorso 17 febbraio, insieme alla band di Mike Wheeler.

Articolo di Daniele Gemignani

Track list “Evidence”

  1. Get Your Groove
  2. Red Wine Woman (You’re Mine)
  3. Mellow Blue
  4. Painted Woman
  5. Feelin’ Almost Blue
  6. You Made Love To My Soul
  7. Take My Blues Away
  8. Senseless Rain

Line Up Freddie Maguire

Freddie Maguire voce / Roberto Dusi:chitarra nelle tracce 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 / Andrea Taravelli:basso / Carmine Bloise:batteria / Simone Migani pianoforte nelle tracce 3, 5 (anche Piano fender), 8 / Sergio Montaleni chitarra nella traccia 1 / John Kattke hammond nelle tracce 4, 7 / Ric Hall chitarra nella traccia 5 / Charles Mack: voce nella traccia 7 / Paul Hannover armonica nella traccia 7

Freddie Maguire online:
Facebook: https://www.facebook.com/freddiemaguire
Instagram: Freddie.maguire.official

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!