29/02/2024

Davide Van De Sfroos, Milano

29/02/2024

Any Other, Bologna

29/02/2024

Bobo Rondelli, Firenze

01/03/2024

Appino, Perugia

01/03/2024

Appino, Perugia

01/03/2024

N*O*Y*S*E, Mezzago (MB)

01/03/2024

David Ellefson (ex Megadeth), Bergamo

01/03/2024

Giorgio Canali & Rossofuoco, Milano

01/03/2024

Davide Van De Sfroos, Gorgonzola (MI)

01/03/2024

Any Other, Bari

01/03/2024

Giorgio Canali & Rossofuoco, Milano

01/03/2024

Adam Bomb, Fondo (TN)

Agenda

Scopri tutti

Girlschool “WTFortyfive?”

Canzoni corrosive e dispensatrici di dipendenza metallica come solo i gruppi inglesi sanno fare

Ecco a voi un altro esempio lampante di come un riposo forzato possa rivelarsi fondamentale per la scrittura e registrazione di un nuovo album. Con 45 anni di onorata carriera, la Girlschool fanno parte di quelle band che hanno davvero visto e fatto tutto. Kim McAuliffe e Denise Dufort suonano insieme da sempre e non hanno perso lo smalto di un tempo soprattutto in questo sorprendente “WTFortyfive?” – in uscita il 28 luglio per Silver Lining Records – che fin dal titolo gioca proprio sulla longevità della band.

Saranno le birre che hanno bevuto nel corso degli anni o le “cattive compagnie” come quella di Lemmy, Fast Eddie e Philthy Animal, ma sta di fatto che per in questo disco le quattro amazzoni del Metal hanno ritrovato non soltanto l’ispirazione ma anche l’attitudine di un tempo.

L’album parte alla grande con “It Is What It Is” che sa di Motörhead più delle ultime canzoni degli originali, e con la successiva e intensa “Cold Dark Heart” che si candida a nuovo classico da suonare dal vivo. C’è tutta la loro storia in queste nuove canzoni: quattro decadi di Rock’n’Roll metallico che non disdegna il ritornello ruffiano – “Barmy Army” e “It’s A Mess” – che cita i colleghi Cult in “Invisible Killer” e che ha ancora voglia di provare a scrivere un vero e proprio inno come nel singolo “Are You Ready?” con ospite Joe Stump alla chitarra.

Le Girlschool sono della vecchia scuola e pensano ancora a come suoneranno le nuove canzoni dal vivo, nella loro dimensione più familiare, senza troppi fronzoli. È questo che rende “Into The Night”, “Up To No Good” e fin troppo esplicita fin dal titolo “Party”, corrosive e dispensatrici di dipendenza metallica come solo i gruppi inglesi sanno fare. E se la cover tributo ai Motörhead con tanto di Biff Byford, Phil Campbell e Duff McKagan può sembrare una superflua aggiunta, è altresì vero che questo “WTFortyfive?” è molto più di un semplice come-back-album.

Articolo di Iacopo Meille

Track list “WTFortyfive?”

  1. It Is What It Is
  2. Cold Dark Heart
  3. Bump In The Night
  4. Barmy Army
  5. Invisible Killer
  6. Believing In You
  7. It’s A Mess
  8. Into The Night
  9. Are You Ready? (feat. Joe Stump)
  10. Up To No Good
  11. Party
  12. Born To Raise Hell (feat. Biff Byford, Phil Campbell & Duff McKagan)

Line up Girlschool: Kim McAuliffe chitarra e voce / Denise Dufort batteria / Jackie Chambers chitarra e cori / Tracey Lamb basso

© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!