01/02/2023

The Kooks, Milano

01/02/2023

Banco del Mutuo Soccorso, Firenze

02/02/2023

Rancore, Torino

02/02/2023

Blindur, Torino

02/02/2023

Banco del Mutuo Soccorso, Lucca

03/02/2023

Dead Visions, Bologna

03/02/2023

Big Cream, Bologna

03/02/2023

Tacobellas, Bologna

03/02/2023

Strana Officina, Roma

03/02/2023

Foja, Torino

03/02/2023

Rancore, Brescia

Agenda

Scopri tutti

Jared James Nichols “Jared James Nichols”

Elettrizzante lavoro con brani al fulmicotone

Jared James Nichols è un chitarrista, cantante, songwriter e testimonial della Gibson, ed è giunto con questo dal titolo omonimo alla pubblicazione del suo terzo album solista, nel mezzo a questi tre, due EP e svariati singoli, pubblicato il 13 gennaio 2023 su Black Hill Records. Il musicista di Nashville, dopo un lungo periodo di inattività, dovuto ad un incidente e conseguente operazione che lo ha lasciato con una placca e 16 viti nel braccio destro, si è impegnato con diligenza e determinazione per riguadagnare l’uso del braccio e la sua abilità con la chitarra.

Questo elettrizzante lavoro inizia con due brani al fulmicotone, “My Delusion” e “Easy Come, Easy Go”, che rivelano la sua voce graffiante, a tratti fa capolino Corabi, e una notevole tecnica chitarristica, pregevole, dal punto di vista ritmico eccellente, nei soli è altrettanto esperto, blues-oriented, caldo e melodico.

Il disco è registrato in studio in presa diretta, pochissime sovra-incisioni, come nel caso del singolo “Down the Drain”, pubblicato a ottobre 2022, che scopre un po’ delle sue carte, vista la giovane età, da questo brano sembra proprio esser cresciuto con il Rock and Roll e il Grunge, termine un po’ vago quest’ultimo, influenza che si ripete all’ottavo posto in playlist con l’ottima “Shadow Dancer”.

Il quarto brano, “Hard Wired” è l’altro singolo già ascoltato nell’estate 2022, e via via, il lavoro scorre che è una meraviglia, niente di nuovo sotto il sole, ma sicuramente di ottima qualità, prodotto eccellente per gli amanti del Hard Rock ‘n’ Roll e del Blues, bellissimo suono, senza orpelli, dritto al sodo, con un refresh dei cardini tradizionali e notevole energia, che a tratti ti esalta.

Dai Soundgarden ai Black Sabbath il passo è breve, dai quali sembra ispirata “Hallelujah”, segue una “Saint or Fool” meravigliosa, uno dei miei preferiti, Hard Blues Rock devastante, e chiude il disco questa commovente “Out of Time”, dedicata al padre defunto, dove torna quel simil Leslie-Sound chitarristico alla Black Hole Sun. Non vi aspettate una rivoluzione stilistica, ma questo è un gran bel disco da godersi in un sol boccone.

Articolo di Francesco Bottai

Track list “Jared James Nichols”

  1. My Delusion    
  2. Easy Come, Easy Go                   
  3. Down the Drain          
  4. Hard Wired                    
  5. Bad Roots                       
  6. Skin ‘n Bone                   
  7. Long Way to Go             
  8. Shadow Dancer             
  9. Good Time Girl
  10. Hallelujah                       
  11. Saint or Fool                  
  12. Out of Time              

Line up: Jared James Nichols Vocals, Guitar / Clark Singleton Bass / Dennis Holm Drums

Facebook https://www.facebook.com/Jaredjamesnichols/
Instagram https://www.instagram.com/jaredjamesnichols/
YouTube https://www.youtube.com/channel/UCzbfeZRfm79klg5WCSlUWXw

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!