13/06/2024

Crosses, Foligno

13/06/2024

Dropkick Murphys, Milano

13/06/2024

Big Time Rush, Milano

13/06/2024

Dropkick Murphys, Sesto san Giovanni (MI)

13/06/2024

Crosses, Foligno

13/06/2024

Vowws, Foligno

13/06/2024

Altin Gun, Bologna

13/06/2024

CCCP-Fedeli Alla Linea, Roma

13/06/2024

Firenze Rocks, Firenze

14/06/2024

Crosses, Milano

14/06/2024

Gogobo Festival, Bologna

14/06/2024

Big Time Rush, Roma

Agenda

Scopri tutti

Laetitia Sadier “Rooting For Love”

Quinto album solista della musicista francese celebre fin dagli anni ’90 per il suo distintivo mix di Avant-Pop, Krautrock, Funk e Jazz

Il 23 febbraio, per l’etichetta Drag City, Laetitia Sadier degli Stereolab ha fatto ritorno dopo ben sette anni di assenza con il suo nuovo album “Rooting For Love”. È il quinto album solista della musicista francese, celebre fin dagli anni ’90 per il suo distintivo mix di Avant-Pop, Krautrock, Funk e Jazz. Sadier, sia come solista sia con le varie band di cui ha fatto parte, ha lasciato un’impronta indelebile sulla scena musicale europea degli ultimi 35 anni.

Questo disco sembra essere un punto di svolta significativo, poiché dopo quattro album che sembravano cercare una propria identità distintiva, qui Sadier sembra avere una visione molto chiara di dove vuole andare, abbracciando ancora di più la tradizione francese rispetto a quanto abbia mai fatto con gli Stereolab o da sola. Realizzato con la partecipazione dell’attuale bassista degli Stereolab, Xavi Muñoz, e mixato da Emma Mario e Hannes Plattemier, il lavoro su “Rooting for Love” è iniziato nel 2018 con la registrazione di “New Moon”. Ispirata all’idea di Sadier di fondere accordi jazz con il minimalismo, prendendo spunto da artisti come Terry Riley e Steve Reich, l’album ha una storia tutt’altro che breve. Nel 2019, dopo il ricongiungimento degli Stereolab, il progetto è stato momentaneamente interrotto, per poi riprendere in seguito le registrazioni assieme a un gruppo vocale chiamato The Choir.

“Who + What”, la prima traccia dell’album, ci introduce al tono predominante dell’intero lavoro, un’atmosfera misteriosa e talvolta inquietante che evoca la sensazione di essere immersi nella colonna sonora di un film di Tim Burton. La scelta di utilizzare la propria lingua madre per la maggior parte dei titoli, a partire dal singolo anticipato “Une Autre Attente”, aggiunge un’aura di intensità e di intrigo. “New Moon” è una ballata ridotta al minimo risultando comunque intensa, mentre “Cloud 6” conclude l’album con arpeggi di sintetizzatore e sottofondo d’organo.

In un’opera senza spazio e senza tempo, Laetitia in dieci splendidi brani ci incita a evolvere oltre millenni di sofferenza e alienazione. Le sue canzoni mettono in scena le complessità e le armonie di questo messaggio utilizzando una vasta gamma di strumenti, tra cui organo, chitarra, basso, sintetizzatore, trombone, vibrafono e batteria. Questi strumenti effettuano complicati cambi di accordi, tempo e dinamica, mentre la voce sognante di Laetitia funge da guida in un viaggio al limite tra il sognante e l’angosciante. Un ritorno aspettato, dove l’artista si mostra sempre più consapevole del suo percorso e del suo obbiettivo.

Articolo di Ambra Nardi

Track list “Rooting For Love”

  1. Who + What
  2. Protéïformunité
  3. Une Autre Attente
  4. The Dash
  5. Don’t Forget You’re Mine
  6. Penser L’Inacceptable
  7. The Inner Smile
  8. La Nageuse Nue
  9. New Moon
  10. Cloud 6

Laetitia Sadier online:
Website https://www.dragcity.com/artists/laetitia-sadier
Instagram https://www.instagram.com/sadierlaetitia/
Facebook https://www.facebook.com/LaetitiaSadierOfficial/
Youtube https://www.youtube.com/channel/UChZJ1xPC51GCleYk-agSyWA

© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!