28/11/2022

Gianna Nannini, Genova

28/11/2022

Nina Nesbitt, Milano

01/12/2022

Irene Grandi, Bologna

01/12/2022

In Flames + At The Gates, Milano

01/12/2022

Elisa, Trieste

01/12/2022

David “Boosta” Dileo, Trento

02/12/2022

Elisa, Trieste

Agenda

Scopri tutti
Michael Shenker Group

Michael Schenker Group “Universal”

Cinquant’anni di carriera discografica per il leggendario chitarrista tedesco

 

Torna Michael Schenker con la sua incarnazione più classica come solista, il 27 maggio 2022 esce per Atomic Fire Records “Universal” il nuovo album del Michael Schenker Group. Cinquant’anni di carriera discografica per il leggendario chitarrista tedesco, il suo primo album con gli Scorpions, “Lonesome Crow” risale infatti al 1972, mezzo secolo di storia del Rock, fra alti e bassi, dischi epocali e altri mediocri, una vita costellata di pagine splendenti e altre più buie.

Il carisma di Michael, la sua personalità e il suo stile chitarristico sono però sopravvissuti a eventi di ogni tipo, mai ripetitivo e banale è sempre rimasto a galla anche nei momenti di minor ispirazione. L’album prodotto ancora una volta da Schenker insieme a Michael Voss, contiene 11 tracce di potente epico e classico Hard Rock, Michael ha riunito una serie di musicisti di primo piano, come il talentuoso cantante Ronnie Romero, che si mette subito in mostra nel prepotente duetto di apertura “Emergency” e “Under Attack”.

Uno degli episodi più evocativi dell’album arriva subito dopo, l’intro “Calling To Baal” e la seguente “The King Has Gone” sono un tributo al grande Ronnie James Dio, con chiari riferimenti al suo lavoro nei Rainbow, per questo Tony Carey, Bob Daisley e Bob Rondinelli, tutti ex Rainbow seppure in epoche diverse, prestano la loro opera a questa epica composizione cantata da Michael Kiske.

C’è anche il cantante storico del M.S.G. Gary Barden, che duetta con il suo inconfondibile timbro vocale con Ronnie Romero in “The Universe”, Ralph Scheepers in “Wrecking Ball”, all’interno di questo lavoro troviamo alla batteria anche Simon Phillips, che registrò nel 1980 il debutto del M.S.G e ancora Brian Tichy, attuale batterista dei Dead Dasies.

Un album pieno di composizioni ottime, tutte impregnate di quel gusto neoclassico per il quale Schenker ha fatto scuola, “London Calling” e “Long Long Road” sono altri due pezzi da citare, ma l’intero disco si presenta come un opera solida e convincente, da notare che nell’edizione cd earbook, sono contenute due bonus track “Turn Off The World” e “Fighter” per un totale di 13 tracce.

Michael è in tour e dal vivo lo sappiano che non può esimersi dall’eseguire buona parte del suo catalogo storico, U.F.O. in primis, ma dopo aver goduto per l’ennesima volta nel sentirlo suonare il suo leggendario solo in “Rock Bottom” o in “Lights Out”, tornare a case, mettere sul piatto “Universal” e contemporaneamente aggiungerlo alla lista buona dei dischi da solista di Schenker viene spontaneo.

Articolo di Andrea Bartolini

Track list “Universal”

  1. Emergency
  2. Under Attack
  3. Calling Baal
  4. The King Has Gone
  5. The universe
  6. Long Long Road
  7. Wrecking ball
  8. Yesterday Is Dead
  9. London Calling
  10. Sad Is The Song
  11. Au Revoir
  12. Turn Off The World (bonus track)
  13. The Fighter (bonus track)

Line up Michael Schenker Group: Michael Schenker – Guitar / Ronnie Romero – Vocals / Michel Kiske – Vocals / Gary Barden – Vocals / Ralf Scheepers – Vocals / Barry Sparks – Bass / Barend Courbois – Bass / Bob Daisley – Bass / Simon Phillis – Drums / Bobby Rondinelli – Drums / Brian Tichy – Drums / Bodo Schopf – Drums / Steve Mann – keyboards / Tony Carey – keyboards

Michael Schenker online:
www.michaelschenkerhimself.com
https://www.facebook.com/MichaelSchenkerRocks
https://www.instagram.com/michaelschenkerrocks/
https://twitter.com/MWSchenker
https://label.atomicfire-records.com/project/michael-schenker/

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!