21/04/2024

Enrico Gabrielli, Alpette (TO)

21/04/2024

Giovanni Truppi + Band vs Sibode DJ, Roma

21/04/2024

James Senese JNC, Roma

21/04/2024

Will Hunt, Palermo

23/04/2024

Gianluca Grignani, Pozzuoli (NA)

23/04/2024

Will Hunt, Mantova

23/04/2024

FREEWAY JAM, a salute to JEFF BECK, Bergamo

23/04/2024

Alain Johannes, Milano

23/04/2024

Will Hunt, Medole (MN)

24/04/2024

Nobraino, Bari

24/04/2024

Daiistar, Bologna

24/04/2024

R.Y.F., Madonna dell’Albero (Ravenna)

Agenda

Scopri tutti

One Horse Band “Useless Propaganda”

Un misterioso musicista noto come la più rumorosa one-man-band sulla faccia della terra

Già dal comunicato stampa si prospetta come un disco estremamente interessante e, se pubblicato dalla Go Down Records, possiamo star certi di non ritrovarci delusi. One Horse Band, definita la misteriosa creatura milanese più rumorosa del pianeta, arriva con la sua terza fatica “Useless Propaganda”, in uscita il 7 aprile 2023, prodotto e mixato da Dave Schiffman (il quale ha già lavorato con Rage Against The Machine e System Of A Down). L’artista lascia alle spalle la filosofia do it yourself che accompagna i precedenti album, per tuffarsi interamente in un magma sonico più accurato ed elaborato, abbracciando tematiche più personali. Il tutto accompagnato da una consolidata e furiosa base Alternative, Garage e Post-Punk.

Apre le danze “Santa Claus”. Un inizio introspettivo e sofferto, quasi come una lettera a cuore aperto a Babbo Natale, ci accompagna per buona parte del brano fino ad approdare ad una quasi esplosione emozionale. “Killing Floor”, invece, si traveste di echi Hard-Rock con un ritornello estremamente orecchiabile che non si schioda più dalla testa. Si arriva al Garage venato di Blues di “Supersonic” in stile Jack White fino alla più scanzonata “Its A Gimmick” impreziosita da un finale dai sapori Surf quasi da stadio. E mi ritrovo a canticchiare all’infinito Its a Gimmick, Its a Gimmick, wowo. La title track “Useless Propaganda” fa un salto indietro di 40 anni per approdare negli anni ’80, dritto da lì sembra provenire il ritornello estremamente ballabile e quasi da Disco Music. Ennesima dimostrazione dell’artista nel voler esplorare nuove lande musicali cercando di mantenere ben solida la sua base.

La seconda parte del disco sembra stilisticamente stabilizzarsi partendo con il furioso Post-Punk di “Hello Charlie”, arricchito qua e là da una tromba dissonante e ben in linea con il brano. “Ice Cream” e “I Sing” iniziano e terminano sulla falsariga del precedente. Mentre il primo viene ornato da un bel intermezzo bluesato, il secondo si contraddistingue per un iniziale arpeggio di chitarra dai paesaggi western. Episodi più garage in “Like You Do” con un finale a ripescare l’anima blues del nostro. Chiude l’introspettiva “A Little More” dove il sofferto cantato della strofa e va a braccetto con l’appiccicoso motivetto anni ’80. Cala il sipario.

“Useless Propaganda” è un disco ha il merito di rimanere ben omogeneo, nonostante i vari tentativi di ampliare il suono. Si fa piacevolmente ascoltare, grazie soprattutto ad alcune melodie ben studiate e facilmente ricordabili. Il buon lavoro in studio fa si che l’album sia funzionante e ben pulito nei suoni, pur mantenendo lo stile selvaggio di One Horse Band. Un ottimo lavoro.

Articolo di Giulio Ardau

Track list “Useless Propaganda”

  1. Santa Claus
  2. Killing Floor
  3. Supersonic
  4. Its A Gimmick
  5. Useless Propaganda
  6. Hello Charlie
  7. Ice Cream
  8. I Sing
  9. Like You Do
  10. A Little More

Line Up One Horse band: One Horse Man voce, chitarra, basso, batteria, banjo, synth / Tom Moffet tromba (Hello Charlie)

One Horse Band online:
Facebook: https://www.facebook.com/onehorseband
Instagram: https://www.instagram.com/onehorseband/
YouTube: https://www.youtube.com/channel/UCjS8RWxFtuXKW1hdyHjAmzA
Website: https://www.godownrecords.com/one-horse-band

© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!