03/12/2022

Alborosie + Shengen Clan, Padova

03/12/2022

Punkreas, Verona

03/12/2022

Reb Beach, Pistoia

Agenda

Scopri tutti
rooms-by-the-sea-rivers-and-beds

Rooms By The Sea “Rivers and Beds”

Il disco ha il respiro internazionale che tanto manca a produzioni nazionali ben più blasonate.

Voglio raccontarvi una storia: quella di una band che nel giro di un anno ho avuto il piacere di vedere crescere e conquistarsi l’attenzione che si merita. I Rooms By Sea li ho ascoltati in pieno secondo lockdown nelle eliminatorie di un contest che si svolgeva online. Mi colpì la voce di Teresa Rossi, la sua forza e il suo desiderio chiaro di comunicare. La band mi sembrò ancora acerba ma ascoltare una band che suona dal vivo online non è certo il miglior modo per farsi un’opinione chiara.

Dopo poco più di un anno mi trovo sul palco con loro – e altre tre band – in veste di intervistatore e padrone di casa. La loro performance, vissuta a pochi metri e sullo stesso palco è un vero fiume in piena di emozioni e di suoni finalmente ben definiti. E ora eccomi ad ascoltare il loro debutto. “Rivers and Beds” fuori il 24 giugno 2022 su RBTS Records, dove tutto il buono che avevo ascoltato si conferma e si amplifica. La produzione di Giacomo Salani è perfetta nell’esaltare la dinamica e le sfumature delle canzoni dei Rooms By The Sea, e ha il respiro internazionale che tanto manca anche a produzioni nazionali ben più blasonate.

Il quartetto è così affiatato da contribuire in ogni momento alla riuscita delle canzoni che scivolano via leggere ma al tempo stesso lasciandoti addosso un’urgenza di riascolto. “Great Void” – il grande vuoto – a discapito del titolo riempie i polmoni di ossigeno, mentre “Lost Thought” incalza, e ti rincorre come fanno i ricordi delle estate passate. La sezione ritmica composta da Elena Collina alla batteria e Mattia Papi al basso è solida e ricca di fantasia, così come le trame di tastiera di Lapo Querci: “Copenhagen” è un singolo tanto perfetto da poterlo immaginare sfidare nomi blasonati del Pop internazionale a testa alta.

Teresa Rossi canta con il cuore aperto e la sua voce può ferire come una lama affilata o accarezzare la pelle come il velluto e si rivela anche una chitarrista raffinata contribuendo in modo sostanziale al sound della band che sì rimanda al Pop inglese di nomi come Florence & The Machine senza mai cadere nella sterile citazione. I Rooms By The Sea sono quanto di meglio si possa augurare a chi, come il sottoscritto, ama la musica che non teme il confronto, la sfida e ha nel suo DNA quella convinzione che è propria dei sognatori.

Articolo di Jacopo Meille

Tracklist “Rivers and Beds”

  1. Another Life
  2. Great Void
  3. Lost Thought
  4. Copenhagen
  5. Hollows (Seeking For)
  6. New Lights
  7. Cold Stream
  8. Tomorrow

Line up Rooms By The Sea: Teresa Rossi voce, chitarra elettrica, chitarra acustica /Lapo Querci tastiere / Elena Collina batteria, percussioni, handpan, cori / Mattia Papi basso, cori



Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!