06/12/2022

Talèa, Gorizia

06/12/2022

Tre Allegri Ragazzi Morti, Prato

06/12/2022

Voivod, Mezzago

06/12/2022

The Zen Circus, Bologna

07/12/2022

Pierpaolo Capovilla e i Cattivi Maestri, Pordenone

07/12/2022

Talèa, Vicenza

07/12/2022

Voivod, Cagliari

07/12/2022

Tre Allegri Ragazzi Morti, Cesenatico

07/12/2022

Voina + Garda 1990, Bologna

08/12/2022

Voivod, Roma

Agenda

Scopri tutti
Ruzek

Ruzek “X-Path”

Musica a tratti cupa e claustrofobica che all’improvviso si apre avvicinandoci ai migliori Rush

Don Ruzek è un chitarrista e tastierista americano, attivo già dagli anni ’80 nei Motivation insieme a Steve Garvey dei Buzzcocks. Dopo essersi unito ai Ten Ten e aver registrato album e fatto tour in lungo e largo l’America, Don ha deciso di dedicarsi alla famiglia, per poi tornare alla registrazione dividendosi tra attività live – la band Madly e la cover band SHAG – e quella di compositore, arrangiatore e produttore. “X-Path” è il suo primo ep a suo nome ed è quindi da considerarsi a tutti gli effetti il suo debutto, fuori su Luminol Records il 22 ottobre 2021.

Sei tracce strumentali sospese tra i due millenni, nei quali il suono dell’Hammond si confonde con i loop e le atmosfere vicine a quelle dei dischi di Steven Wilson. Musica a tratti cupa e claustrofobica che all’improvviso si apre avvicinandoci ai migliori Rush di “Counterparts” – ascoltate “Hollows” – e addirittura i Led Zeppelin acustici nella splendida “Glade”.

Don Ruzek si dimostra musicista dalla sensibilità ed esperienza invidiabile unita alla forte capacità evocativa che la sua musica possiede. Il suo approccio infatti rifugge l’elemento descrittivo, puntando più a quello emotivo, come se le note della sua chitarra avessero il peso e la valenza di parole.

Articolo di Jacopo Meille

Track list “X-Path”

  1. X-Path
  2. Low Road
  3. Voices
  4. Hollows
  5. Glade
  6. Sventy Six

Line up Ruzek

Don Ruzek: chitarre, tastiere, Hammond, basso

Musicisti ospiti: Rick Neal – chitarra solista su “X Path – Real Thing” / Jason Oberliesen – contrabbasso su “X Path – Daydreamer” / Kassia Martin – flauto su “Seventy Six” / Phelan Young – fagotto su “Seventy Six”

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!