19/04/2024

Ghostly Kisses, Milano

19/04/2024

Furor Gallico, Bologna

19/04/2024

Giovanni Truppi + Band vs Sibode DJ, Brescia

19/04/2024

Nobraino, Firenze

19/04/2024

Marlene Kuntz, Roncade (TV)

19/04/2024

Trophy Eyes, Milano

19/04/2024

Erlend Øye & La Comitiva, Bologna

19/04/2024

Malvax, Torino

19/04/2024

Lorenzo Polidori, Tommaso Doglia, Fabrizio Bianco, Firenze

19/04/2024

Blue Drama, Fiesole (FI)

19/04/2024

Will Hunt, Torino

19/04/2024

Finntroll, Milano

Agenda

Scopri tutti

Saro Cosentino “The Road to Now”

Chi ha voglia di lasciarsi trasportare da atmosfere non banali ma raffinate, troverà tra i solchi di questo lavoro un porto sicuro dove approdare

Musicista preparatissimo, polistrumentista dal grande gusto e uomo dalla personalità schiva, Saro Cosentino esce con questo “The Road to Now” per Cat Sound, disponibile in formato cd, vinile, digitale, a distanza di ben 25 anni dal suo ultimo album solista, e lo fa avvalendosi di musicisti e collaboratori straordinari come Peter Hamill, John Giblin, David Rhodes, Gavin Harrison, solo per citarne alcuni.

Siamo di fronte a un disco complesso, questo va messo in chiaro fin da subito, che non può essere ascoltato distrattamente. Le melodie sono avvolgenti, ma le scelte di arrangiamento non sempre lo rendono “easy listening” o immediato, scelta che comunque reputo coraggiosa e matura. “You’re The Story” è un pezzo di apertura insolito che strizza l’occhio alla World Music, con un incedere basato su oscillazioni di intensità, una tromba presente e suggestiva ma un cantato, quello di Tim Bowness, che mi è sembrato un po’ avulso. Seguono “The Joke” e  “Pray”, rispettivamente con Peter Hammill e  Karen Eden alla voce, per giungere a “November”, canzone dalle atmosfere profonde e suggestive – sicuramente uno degli episodi migliori del disco -, in cui Bowness si riscatta con una prova magistrale, coadiuvato egregiamente ancora da Hammill.

“Us (Scars on Skin)” e la malinconica “Time to Go” ci accompagnano verso le ultime battute di questo album, che piazza un colpo di coda notevole con “Howl”, mischiando Jazz, Prog e Fusion e con “When Your Parents Danced”, canzone breve ma dolce, suggestiva, in cui Peter Hammill sugli scudi si sdraia comodamente su un tappeto di archi.

Ci troviamo di fronte a un disco che mostra la grande versatilità dell’artista, che con classe e sagacia, snocciola tanto del suo percorso in queste otto tracce. Non è un album facile, di sicuro non per tutti, ma chi ama un certo tipo di Prog (ed è riduttivo utilizzare questo termine, viste le tante sfaccettature del lavoro in questione) e ha voglia di lasciarsi trasportare da atmosfere non banali ma certamente raffinate, troverà tra i solchi di questo lavoro un porto sicuro a cui approdare.

Articolo di Senio Firmati

Tracklist “The Road to Now”
1. You’re The Story (feat Tim Bowness)
2. The Joke (feat Peter Hammill)
3. Pray (feat Karen Eden)
4. November (feat Peter Hammill & Tim Bowness)
5. US (Scars on Skin) (feat Karen Eden)
6. Time To Go (feat Peter Hammill)
7. Howl
8. When Your Parents Danced (feat Peter Hammill)

© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!