21/04/2024

Enrico Gabrielli, Alpette (TO)

21/04/2024

Giovanni Truppi + Band vs Sibode DJ, Roma

21/04/2024

James Senese JNC, Roma

21/04/2024

Will Hunt, Palermo

23/04/2024

Gianluca Grignani, Pozzuoli (NA)

23/04/2024

Will Hunt, Mantova

23/04/2024

FREEWAY JAM, a salute to JEFF BECK, Bergamo

23/04/2024

Alain Johannes, Milano

23/04/2024

Will Hunt, Medole (MN)

24/04/2024

Nobraino, Bari

24/04/2024

Daiistar, Bologna

24/04/2024

R.Y.F., Madonna dell’Albero (Ravenna)

Agenda

Scopri tutti

The Catechists “Faded Away… Rust And Strings”

Una registrazione cruda, analogica, che hanno deciso di intraprendere, è una scelta coraggiosa

“Faded Away… Rust And Strings”, il titolo molto evocativo del nuovo EP dei The Catechists (italianissimi) in uscita il 5 novembre 2021 per Tortonia Records. Questa è una band che affronta un approccio molto rustico, analogico e old school a una musica che affonda marcatamente le sue radici nel Blues. Una batteria molto acustica, essenziale e ben marcata che regge un basso monolitico e chitarre acustiche che interpretano l’idea di calore, sudore, ruggine, polvere e sabbia.

La band arriva a questo EP dopo due lavori, due demo nel 2011 e nel 2015, con “Faded Away… Rust And Strings” vogliono far apprezzare un loro marchio di fabbrica, cercando di spiegare in dettaglio la loro visione musicale al pubblico. L’EP consta di sei brani – includendo il singolo già uscito “The Song Of Revange” –  di cui una intro che accoglie l’ascoltatore e lo lancia senza preavviso nel loro mondo fatto di enormi e roventi campi incolti, legno e bottiglie piene di veleno per il fegato.

Come in altri casi ho rimarcato, i sedici minuti scarsi di questa produzione sono forse pochi per poter apprezzare un buon lavoro: i cinque brani cantati sono mediamente corti e fanno richiedere o addirittura pretendere altro materiale per goderne al meglio.

Da musicista ragiono sull’idea di registrazione cruda, analogica, diretta che The Catechists hanno deciso di intraprendere. È una scelta coraggiosa nel 2021, perché non lascia spazio a incertezze o errori, ed è sicuramente insolita. Il risultato però si fa apprezzare e mi fa pensare al fatto che dal vivo possano essere anche migliori e più godibili, basta aspettare di poterli vedere su un palco.

Resta il dubbio classico di fine recensione: dove si ascolta il disco dei The Catechists? Ovviamente on the road, ma non in moto per motivi che non devo certo spiegarvi. A volume ragguardevole, in auto, mentre si sfreccia nel caldo pomeriggio sarebbe sicuramente l’ideale, ma anche in compagnia di amici, tanti amici, a una festa di quelle come si deve. Ora mi ripulisco dalla polvere, dalla ruggine e dal calore di questo EP e torno a casa, la strada è lunga.

Articolo di Marco Oreggia

Tracklist “Faded Away… Rust And Strings”

1. “Intro”
2. “Dry Tears”
3. “The Song Of Revenge”
4. “They All Blame The Witch”
5. “Don’t Aim At My Head”
6. “I Am Here!”

Line up The Catechists

The Cardinal: voce e chitarre / Der Gonzo: basso / Peps: batteria

© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!