27/09/2022

Opeth, Milano

27/09/2022

Three Days Grace, Milano

28/09/2022

Opeth, Roma

29/09/2022

C’Mon Tigre, Milano

30/09/2022

Paolo Nutini, Milano

30/09/2022

Negramaro, Milano

30/09/2022

Penny and Sparrow, Milano

01/10/2022

Assalti Frontali, Palermo

01/10/2022

Sons of the East, Milano

01/10/2022

Sons of the East, Milano

01/10/2022

Godspeed You! Black Emperor, Bologna

Agenda

Scopri tutti
The Kinks

The Kinks “Muswell Hillbillies / Everybody’s In Show-Biz”

50° anniversario, ristampe combinate deluxe di questi due classici album

Ci sono band che hanno raccontato il ventesimo secolo come poche altre. Il loro contributo nel dare forma e sostanza al Rock è tanto sostanziale quanto a volte non sempre del tutto riconosciuto dalle masse. The Kinks sono una delle band più importanti che l’Inghilterra ci abbia donato; uno strano condensato di poesia, Rock, Folk e “inglesitudine” – termine che ho dovuto inventare per loro – che rende Ray Davies il rocker britannico per eccellenza. 

“Muswell Hillibillies” fu registrato ne 1971 ed è il racconto della famiglia Davies costretta nel dopoguerra a abbandonare le macerie di Londra bombardata per spostarsi nei sobborghi sconosciuti e verdeggianti a nord della città. Nel disco trova spazio la consolidata verve ironica e a tratti sprezzante di Davies così come un suono americano, tanto da farlo diventare negli ultimi 51 anni, uno dei dischi più amati da intere generazioni di musicisti d’oltre oceano. Tra il vaudeville di “Alcohol”, la critica alla società di “Here Come The People In Grey”, passando per la nervosa “20th Century Man”, il disco suona ancora oggi terribilmente fresco pur trasmettendoti l’invadente senso di disillusione – “Complicated Life” e la title track – che, forse, lo rende ancor più attuale.

Il tour americano promozionale che segue la pubblicazione di “Muswell Hillibillies” è un successo: la band è in una forma invidiabile, come testimonia il live registrato alla Carnegie Hall nel 1972 e immortalato nel disco live incluso in  “Everybody’s In Show-biz – Everybody’s A Star” e oggi debitamente remasterizzato. Ma è il disco di inediti a lasciare il segno raccontando tutte le difficoltà di Ray a rapportarsi con lo status di rockstar con una manciata di canzoni i cui testi dovrebbero essere inseriti nei libri di testo di scuola. È ancora lo sguardo disincantato di Ray Davies a trasmettere alle canzoni una forza unica e che supera le note che le compongono; basterebbero “Here Comes Yet Another Day” o “Unreal Reality” a scacciare via l’immaginario da carrozzone rock pieno di eccessi e lustrini, di festini interminabili e anonime stanze di hotel. “Celluloid Heroes”, posta a chiudere il disco, ancora oggi non capisco perché non sia conosciuta come le altrettanto imprescindibili “Life On Mars” o “Rocket Man”.

L’ edizione super deluxe, pubblicata il 9 settembre 2022 da BMG, contiene tutti i remaster in cd e vinile oltre a una serie di remix, memorabilia, un libro e un blu-ray contente un video di 15 minuti inedito.

Articolo di Jacopo Meille

Track list della versione doppio cd

cd 1
1. 20th Century Man
2. Acute Schizophrenia Paranoia Blues
3. Holiday
4. Skin And Bone
5. Alcohol
6. Complicated Life
7. Here Come The People In Grey
8. Have A Cuppa Tea
9. Holloway Jail
10. Oklahoma U.S.A.
11. Uncle Son
12.Muswell Hillbilly
Bonus tracks:
13. 20th Century Man (2022 mix)
14. Acute Schizophrenia Paranoia Blues (2022 mix)
15. Travelling With My Band (2022 mix)
cd2
1. Here Comes Yet Another Day
2. Maximum Consumption
3. Unreal Reality
4. Hot Potatoes
5. Sitting In My Hotel
6. Motorway
7. You Don’t Know My Name
8. Supersonic Rocket Ship
9. Look A Little On The Sunny Side
10. Celluloid Heroes
11. Top Of The Pops (live)
12. Brainwashed (live)
13. Mr. Wonderful (live)
14. Acute Schizophrenia Paranoia Blues (live)
15. Holiday (live)
16. Muswell Hillbilly (live)
17. Alcohol (live)
18. Banana Boat Song (live)
19. Skin And Bone (live)
20. Baby Face (live)
21. Lola (live)
Bonus tracks:
22. Celluloid Heroes (2022 mix)

Line up The Kinks: Ray Davies voce, chitarre acustiche / Dave Davies chitarra solista, slide, banjo, cori / John Dalton basso e cori / Mick Avory batteria / John Gosling: piano elettrico, pianoforte, hammond e accordion

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!