05/12/2022

Stick to Your Guns + Knocked Loose, Milano

05/12/2022

Airbourne, Milano

06/12/2022

Talèa, Gorizia

06/12/2022

Tre Allegri Ragazzi Morti, Prato

06/12/2022

Voivod, Mezzago

06/12/2022

The Zen Circus, Bologna

07/12/2022

Pierpaolo Capovilla e i Cattivi Maestri, Pordenone

07/12/2022

Talèa, Vicenza

07/12/2022

Voivod, Cagliari

Agenda

Scopri tutti

The Steel Bones “First Step”

Personale ricetta di Southern Rock made in Italy

Sono sempre più le band che dai terribili due anni di covid hanno saputo trarre un vantaggio. Gli Steel Bones nascono proprio quando per Carlo Lantieri e Ivan Battistella, rispettivamente chitarrista e cantante della band, scrivere nuove canzoni sembrava l’unica soluzione possibile per affrontare il lockdown. Come dei moderni Salgari, hanno lasciato libera la loro fantasia e dopo aver fatto indigestione musicale della discografia di Lynyrd Skynyrd, Black Crowes, Blackberry Smoke e Molly Hatchet ma anche dei Pride & glory di Zakk Wylde, hanno dato vita alla loro personale ricetta di Southern Rock made in Italy.

Coadiuvati dal batterista Simone Gagliardi, dal bassista Maurizio Leone e dal chitarrista Erik Porfiri, gli Steel Bones debuttano con il loro primo full lenght album “First Step” fuori il 21 ottobre 2022 su Red Cat Music, dopo la pubblicazione di un primo singolo avvenuta nel 2021.

“Empty Heads” e “West End Highway” sorprendono per sound e per quel essere in grado di mostrare una maturità compositiva che è sempre più raro ascoltare di questi tempi. Sono canzoni come queste che mostrano come anche un genere che è fatto anche di cliché può sempre regalare emozioni vere. In particolare “West End Highway” spazza via le ultime inutili canzoni che i Greeta Van Fleet hanno pubblicato e ribadisce con orgoglio che copiare sterilmente non è mai la soluzione migliore.

La ruvidezza di “Good To Be Alive” e la dolcezza di “Scars Remains” con lo spettro dei “corvi neri” che aleggia serenamente sul quintetto alzano ancor di più il valore di un disco che se fosse uscito per una major e con un sostegno promozionale importante – non me ne voglia la coraggiosissima Red Cat Music – potrebbe aspirare a ben più meritati responsi e glorie.

Un appunto però devo farlo: scegliere di aprire il disco con la canzone meno originale del disco – sto parlando di “Hard Bones” – poteva e doveva essere evitato. La canzone è potente sì ma non permette alle vere e personali qualità della band di emergere al primo ascolto. E di questi tempi il “primo ascolto” è ahimè fondamentale.

Articolo di Jacopo Meille

Track list “First Step”

  1. Hard Bones
  2. Empty Heads
  3. West End Highway
  4. Better
  5. Good To Be Alive
  6. Scars Remain
  7. Rockompany
  8. Hunter Of tears

Line up The Steel Bones: Ivan Battistella voce, chitarre e armonica / Carlo Lantieri chitarre, banjo, mandolino, armonica, cori / Simone Gagliardi batteria, percussioni e cori / Maurizio Leone basso

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!