30/05/2024

American Football, Milano

30/05/2024

Sgranar per colli & Bellavista Social Fest 2024, Buggiano (PT)

30/05/2024

Cor Veleno, Nerviano (MI)

30/05/2024

Nils Frahm, Milano

30/05/2024

Nils Frahm, Milano

30/05/2024

Vintage Violence, Novate Milanese (MI)

30/05/2024

Giorgio Canali & Rossofuoco, Roma

31/05/2024

Gabriella Martinelli, Firenze

31/05/2024

Diaframma, Buggiano (PT)

31/05/2024

Charlotte Sands, Milano

31/05/2024

Indie Head Quarter 2024, Malborghetto di Boara (Ferrara)

31/05/2024

Wacken Metal Battle Italy 2024, Firenze

Agenda

Scopri tutti
The Zen Circus

The Zen Circus “Cari fottutissimi amici”

Album che gioca sulle classiche sonorità della band, ma con ampi spazi allo stile degli ospiti che lo popolano

“Cari fottutissimi amici” è il nuovo album dei The Zen Circus, fuori il 27 maggio 2022 nei formati vinile e CD e su tutte le piattaforme digitali. Appena chiuso l’ultimo tour (recensione concerto di Firenze), tornano sulla scena con questo progetto diverso, che è già al nastro di partenza pronto per essere suonato live. La band toscana stravolge per la prima volta il proprio lavoro proponendo un intero album composto da featuring: come ospiti vecchie conoscenze e nuove collaborazioni che influenzano anche in maniera importante il suono della band, senza tuttavia trascurare la loro capacità di cantare alla pancia del proprio pubblico.

I tre singoli che lanciano il disco, “118” feat. Claudio Santamaria, “Caro fottutissimo amico” feat. Motta e “Ok boomer” feat. Brunori Sas, già fanno intuire un cambio di passo: stanno crescendo e ci tengono a dirlo a gran voce. Pur nella diversità ritmica e concettuale questi primi tre brani offrono già un assaggio della rotta dell’album. La delicatezza di “Caro fottutissimo amico” che sembra parlare della storica amicizia che lega Andrea Appino a Motta in un ipotetico dialogo musicale di quasi dodici minuti, la consapevolezza di “Ok boomer” in cui si fonde stile e voce di Brunori SAS fino ad arrivare all’energia di “118”, con una linea di basso cardiaca su parole che vengono dalla vita di provincia, che The Zen Circus sanno come sempre descrivere alla perfezione.

Il nuovo album gioca sulle loro classiche sonorità, ma offre anche ampi spazi allo stile degli ospiti che lo popolano, creando una miscellanea che va dal Pop al Rock per poi virare sull’elettronica o la sperimentazione psichedelica, per finire insieme ai Musica da Cucina con “Salut Les Copains”, brano interamente strumentale. Questo disco è una giostra, un tagadà, un autoscontro. Qualcuno si divertirà da matti, qualcun altro si sentirà male, altri non saliranno su alcune giostre, ma noi – veri e propri giostrai – amiamo questo luna park. 

La stessa visione sta nella copertina, che li vede eterni ragazzi su un autoscontro. Eterni ragazzi, ma un po’ più grandi. Appino, Ufo, Karim e i sodali Maestro Pellegrini e Geometra Pagni distribuiscono i gettoni per questo nuovo viaggio in cui si balla, si ride, si scherza, si pensa. Che poi è il loro grande pregio: quello di ricordare sempre da dove sono venuti.

Articolo di Lia Baccelli

Tracklist “Cari fottutissimi amici”
1. Ok boomer (feat. Brunori sas)
2. Voglio invecchiare male (feat. Management)
3. Figli della guerra (feat. Speranza)
4. Ragazza di carta (feat. Luca Carboni)
5. Caro fottutissimo amico (feat. Motta)
6. Il diavolo è un bambino (feat. Emma Nolde)
7. Johnny (feat. Fast Animal and Slow Kids)
8. 118 (feat. Claudio Santamaria)
9. Meravigliosa (feat. Ditonellapiaga)
10. Salut les copains (feat. Musica da Cucina)

Line up The Zen Circus: Andrea Appino voce e chitarra / Massimiliano “Ufo” Schiavelli basso/ Karim Qqru batteria / Francesco Pellegrini chitarra / Fabrizio Pagni tastiere






© Riproduzione vietata

Iscriviti alla newsletter

Condividi il post!