Thorn In Side “Tales Of The Croupier” – Volcano Records 2020

Thorn In Side è una giovane band torinese formata nel 2017 dall’unione del batterista Maurizio Belli e del chitarrista Gabriele Bortolin e nata per proporre, assieme a Mattia Migliasso al basso e Livio Scarpinati alla chitarra ritmica, cover di gruppi rock. Con l’uscita di Livio – sostituito da Lorenzo Cion – e con l’ingresso di Mattia Scalas in qualità di cantante solista, i Thorn In Side iniziano a sperimentare suoni più complessi in avvicinamento a quel Metal che diventerà presto il loro genere.

Nel 2019 entrano in studio per registrare il loro primo EP dal titolo “Tales of the Croupier” uscito (beato lui) lo scorso 3 aprile per la Volcano Records, disponibile su tutte le piattaforme digitali.

Tales of The Croupier

Sono molti gli esperimenti sonori condotti durante questa quarantena e per la prima volta mi accingo a recensire un disco metal, genere che apprezzo da distanza dentro il quale mi capita ogni tanto di fare qualche rapido excursus. Apro il press kit della band e mi trovo davanti una foto con cinque ragazzi giovanissimi con una camicia bianca indosso, un immagine che tutto lascia pensare tranne che di essere travolti dalla potenza della voce di Mattia: intonazione ed impostazione quasi da veterano che si va ad incidere pesantemente nei sette pezzi dell’album, anzi sei, perché la prima traccia, “Eat, Hate, Eaten” è strumentale.

Segue “Lingerie”, che fin da subito lascia intuire dove i ragazzi vogliono portarci. Si esplorano delusioni e allontanamenti, seemed all quiet, seemed all perfect, sembrava, ma così non era. “Shark Inc.”, secondo singolo dal quale è stato estratto il primo video dei Thorn In Side, affronta i desideri e le ambizioni dell’uomo, ma anche dubbi, incertezze, ambiguità. Soldi e tentazioni. Rabbia e corruzione.

Stati d’animo che scivolano via verso “IRA”, primo brano estratto da “Tales of the Croupier”, un singolo nel quale l’assenza inizia a farsi sentire; start it all again, it’s so hard to bear. Ancora la fede, un’iniezione di fiducia in noi stessi, alla scoperta della forza per ricostruire la mia propria vita attraverso le lotte combattute. Questa è “Strength of a Fool”.

Traccia numero 6, “Wish I Was”, and when I go next to you, I feel blaze. Inno al desiderio ardente per una persona. Passione e amore. Una chiusura malinconica per questo primo long play dei Thorn In Side. Su “A Pit of Sleep” un velo di depressione veleggia sul nostro protagonista che non riesce a trovare una ragione per continuare a vivere.

Molte ragioni troveranno invece i Thorn In Side per continuare nel loro cammino in musica nei meandri degli stati d’animo, aiutati dalla stessa abilità di un Croupier nel destreggiarsi tra mancanza di fede e amori sofferti. Interessante è stato invece il viaggio tra le melodie e le giuste atmosfere di questo loro primo lavoro. Con il tempo e l’esperienza, matureranno le loro abilità nel rendere le loro ritmiche più ricercate, articolate e accattivanti.

Fate il vostro gioco quindi, i Thorn In Side si sono seduti al tavolo.

Articolo di Andrea Scarfì

Track list “Tales Of The Croupier”

1. Eat, Hate, Eaten
2. Lingerie
3. Shark inc.
4. IRA
5. Strenght of a Fool
6. Wish I was
7. A Pit to Sleep

Line up Thorn In Side

Mattia Scalas – voce
Mattia Migliasso – basso
Lorenzo Cion – chitarra
Gabriele Bortolin – chitarra ritmica
Maurizio Belli – batteria